Galleria Rossonera

Monumental

mercoledì, 4 gennaio 2017, 17:46

C'era anche lui in una calda estate ormai di parecchi anni fa. La Lucchese prova a ripartire, dopo il secondo fallimento, con il nome di Fc Lucca. Un manipolo di calciatori scovati da un cuore rossonero come Bruno Russo che iniziano a allenarsi all'Acquedotto sotto gli ordini di un tecnico Giacomo Lazzini, che porterà a termine la missione. Ovvero ricondurre la Lucchese al gradino minimo della decenza, la serie D. 

Tra quei calciatori c'era anche un centrocampista argentino proveniente dal Forte del Marmi e che aveva girato mezzo mondo prima di stabilirsi in Italia. Marcos Espeche è arrivato a Lucca in quella drammatica estate 2011, quando tutto, ancora una volta era crollato. E passo dopo passo ha camminato al fianco della Pantera, alla faccia dei tanti scettici che pensavano gli potesse stare larga anche la serie D. 

Per lui, dopo l'Eccellenza, è arrivata la serie D, la splendida promozione di Correggio, il calcio professionistico, dove da tre anni è pilastro della Lucchese. Tanti allenatori: da Lazzini a Innocenti, da Pagliuca a Galderisi, da Baldini a Lopez e ancora a Galderisi. Il prodotto non cambia: Espeche si è rivelato professionista come pochi, serio come pochissimi, voglioso di migliorarsi come solo chi ha il fuoco dentro può volere. E nel frattempo si è trasformato in difensore tutto fare. 

E, anno dopo anno, ha collezionato presenze su presenze. Un record o quasi, cone ci ricorda un nostro affezionato lettore, Andrea Bechelli. Tra cmapionato, play off, poule scudetto, coppa Italia, Espeche è a 209 presenze in rossonero, con 5 gol. Numeri che, se invece ci si riferisce al solo campionato, collocano il pilastro della difesa rossonera a quota 191, play off e paul scudetto compresi. Presenze che valgono la lista dei primi dieci di tutti i tempi. Davanti Espeche ha solo Paci (375), Russo (351), Monaco (294), Giusti (280), Campioli (261), Di Stefano (238), Rastelli (222) e Vignini (214). Come definirlo se non monumentale, anzi monumental? 


Altri articoli in Galleria Rossonera


giovedì, 5 aprile 2018, 18:31

Russu, l'ex di turno: "Arzachena, squadra ostica e scorbutica"

L'esterno che ha scontata la squalifica parla della sua ex squadra: "Il mister non dà mai riferimento agli avversari. L'ultima partita hanno giocato con il 4-1-4-1 modulo che non avevano mai provato ma mister Giorico preferisce giocare con il 4-3-1-2"


giovedì, 8 marzo 2018, 08:58

Espeche indica la strada: "Non adagiarsi sulla vittoria di Pisa"

Lo storico difensore rossonero parla dal finale di stagione: "Siamo una squadra dai due volti. Uno come quello visto proprio a Pisa, l'altro come quello delle gare perse per errori banali. La morte di Astori? Quando succedono ad un tuo collega ti toccano da vicino anche se personalmente non lo...



martedì, 6 marzo 2018, 09:52

L'ex Brega: "Torno al Porta Elisa e ritrovo Espeche, un grandissimo ragazzo"

L'ex rossonero Brega, ora al Gavorrano, torna a giocare a Lucca la settimana dopo aver sconfitto il Pisa: "Sarà una partita difficile, anzi difficilissima perché la Lucchese è una squadra forte con giocatori di categoria superiore.


venerdì, 23 febbraio 2018, 16:24

Paluzzi: "L'ultima volta che espugnammo l'Arena Garibaldi..."

Il giornalista Massimiliano Paluzzi era dirigente rossonero l'ultima volta che la Lucchese battà il Pisa a domicilio con una doppietta di Noviello: "Lottavamo per la salvezza e dovevamo per forza fare risultato, ma nessuno si aspettava che i due gol venissero dal giovane attaccante Giorgio Noviello. Un’emozione strepitosa"