Matches

I rigori regalano un sorriso

domenica, 12 agosto 2018, 23:26

di diego checchi

La Lucchese è passata al turno successivo di Coppa Italia al termine di una gara a tratti sofferta ma ben giocata. La squadra di Favarin è entrata in campo determinata sin da subito ed ha dimostrato di star bene anche fisicamente. Dopo il gol del vantaggio su rigore di Provenzano, la Lucchese ha sempre tenuto in mano le redini del gioco fino a quando Tassi, al 46’, è stato abile a freddare Aiolfi. Le note positive, comunque, anche nella prima frazione, non sono mancate, da Provenzano a Greselin, anche se ognuno ha fatto il proprio compito, nessuno escluso. Nella ripresa, la Lucchese ha continuato a lottare dannandosi l’anima anche se l’Arezzo aveva alzato il baricentro. La squadra di Favarin, con grande compattezza e idee ha sopperito ad una condizione non ottimale. Gli ospiti hanno anche sbagliato un rigore sul finire della gara che si è quindi chiusa sul risultato di 1 a 1. Ai rigori è stato protagonista assoluto il giovane portiere classe ’97 Aiolfi, che dopo aver parato il rigore al 90’ ne ha parati altri 3 mentre i rigoristi della Lucchese sono stati implacabili dal dischetto. Da sottolineare che i rossoneri sono stati incitati per 90’ dai ragazzi della curva ed hanno meritato il passaggio del turno..

Andando alla cronaca della partita bisogna dire che la Lucchese è andata in vantaggio al 15’ con un calcio di rigore ben battuto da Provenzano, in seguito ad un atterramento in area sugli sviluppi di un corner. L’Arezzo ha pareggiato nel minuto di recupero alla fine del primo tempo con Tassi che ha anticipato la difesa su una punizione ed ha insaccato di piatto.

Nella ripresa, al 14’, il neo entrato Cardore si è reso pericoloso calciando da posizione defilata dopo essere entrato in area ma la sua conclusione è stata deviata sull’esterno della rete dal portiere amaranto. Dopo un solo minuto è stato Palumbo a sfiorare il gol con una ribattuta da sottomisura che però è terminata a lato. Al 27’ è stato bravo Aiolfi a bloccare a terra una conclusione insidiosa di Pinto dal limite. Palumbo ci ha provato ancora al 35’ con una gran botta dal limite ma Melgrati si è salvato in angolo. Al 42’ Palumbo ha provocato un penalty atterrando un attaccante aretino in area, ma Aiolfi non si è fatto incantare da Brunori ed ha parato la sua battuta. Allo scadere Bortolussi ha calciato sul portiere da due passi dopo essere stato ben imbeccato da Favale.

Lucchese – Arezzo 1 – 1 (4 - 2)

Lucchese: 1 Aiolfi, 2 Madrigali (28’ st 19 Palmese), 3 Martinelli, 4 De Vito, 5 Palumbo, 6 Favale, 7 Lombardo, 8 Bernardini (11’ st 14 Cardore), 9 Greselin (28’ st 15 Fazzi), 10 Provenzano (20’ st 20 Sorrentino), 11 Bortolussi. A disposizione: 12 Pagnini, 22 Scatena, 13 Aufiero, 16 Grossi, 17 Isola, 18 Nieri. Allenatore: Favarin.

Arezzo: 1 Melgrati, 3 Varutti (37’ st 2 Zappella), 8 Foggia, 9 Brunori, 10 Cutolo (39’ st 19 Persano), 11 Serrotti, 14 Danese (28’ st 13 Belvisi), 16 Luciani, 26 Pinto, 27 Bruschi, 29 Tassi (39’ st 4 Buglio). A disposizione: 12 Ubirti, 6 Fracassini, 23 Stefanec, 25 Choe, 28 Kequi. Allenatore: Dal Canto.

 Arbitro: Sig. Tremolada di Monza.

Assistenti: Sig. Vitali di Brescia e Sig. Salvalaglio di Legnano.

Note.Ammoniti: 1’ st Madrigali (L), 42’ st Palumbo (L)

Angoli: 12 - 4

Reti: 15’ pt rig Provenzano (L), 46’ pt Tassi (A)

Rigori: Buglia (A) parato, Lombardo (L) gol, Bruschi (A) parato, Cardore (L) gol, Foglia (A) gol, Bortolussi (L) gol, Persano (A) parato.

 


Altri articoli in Matches


domenica, 16 dicembre 2018, 17:14

Chi fa gol ha sempre ragione

La Lucchese cede per 1-0 a Piacenza contro la nuova capoclassifica, getta al vento, complice un grande Fumagalli, numerose palle gol e regala in apertura il gol partita a Nicco. Jovanovic, Bortolussi e De Feo vicini al pari. Commento, tabellino e foto


giovedì, 13 dicembre 2018, 18:18

Lucchese-Pro Vercelli, 1-1 Punto guadagnato

Un punto per i rossoneri che al Porta Elisa non riescono ad andare oltre il pari contro la temibile Pro Vercelli. Subito in svantaggio di una rete, i ragazzi di mister Favarin agguantano gli avversari con un gol di Bortolussi, ma non trovano poi la zampata vincente



domenica, 9 dicembre 2018, 17:47

All'inferno e ritorno

I rossoneri fanno 2-2 a Novara, dopo aver subito la spinta dei padroni di casa per una larga parte del match. Sotto di due gol, gli uomini di Favarin trovano la forza di reagire e centrano il pari quando tutto sembrava ormai irrimediabilmente perduto. Commento, tabellino e foto


domenica, 2 dicembre 2018, 18:28

Per il rotto della cuffia

I rossoneri fanno 1-1 con l'Olbia al Porta Elisa al termine di una gara modesta con poche, pochissime occasioni da gol: a salvare il risultato ci pensa il solito De Feo in pieno recupero. Commento, tabellino e foto