Matches

C'è solo da essere orgogliosi per questi ragazzi

giovedì, 18 aprile 2019, 23:31

di diego checchi

Una sconfitta che brucia soprattutto per come è venuta. Ma diciamo subito che alla squadra non gli si può rimproverare onestamente niente perché sul campo ha dato tutto quello che poteva dare e poi non ci scordiamo che è entrata sul terreno di gioco con la zavorra della fidejussione non valida e quindi a livello morale è stata un atra mazzata. Ma questa Lucchese ha un carattere da leone e nel primo tempo se l’è giocata alla pari con il Piacenza, imbrigliandolo e non facendolo esprimere bene. Ricordiamoci che la squadra di Franzini è la seconda forza del campionato e si sta lottando punto a punto il torneo con l’Entella. Mister Favarin per questa partita ha messo in campo un 3-5-2, considerando anche la squalifica di Provenzano e dobbiamo dire che nel primo tempo nessuna delle due formazioni si è resa particolarmente pericolosa.

Nella ripresa il Piacenza è partito piuttosto forte ma la Lucchese ha trovato un eurogol con Zanini. A questo punto la partita sembrava incanalata verso i tre punti per i rossoneri ma prima Corradi e poi Ferrari hanno ribaltato il risultato. C’è da dire che in fondo c’era un rigore netto per un fallo di mano in area ospite ma l’arbitro il sig. Vigile ha sorvolato e anche su questo dobbiamo dire che in questa gara non ci sono piaciute alcune sue decisioni. Adesso bisognerà andare a Chiavari per vincere ed anche con il Pontedera sperando che non ci siano altre sorprese e che i playout siano a quel punto assicurati. La salvezza sul campo sarebbe il coronamento di una stagione fantastica da parte dì questa squadra e disastrosa a livello dirigenziale. Andando alla cronaca della partita dopo una lunga fase di studio è stata la Lucchese ad andare per prima alla conclusione al 26’ con un bel tiro dal limite di Bernardini finito di poco a lato.

Dopo di che il primo tempo è scivolato via sul sostanziale equilibrio ad eccezione dell’occasione ancora di marca rossonera, con Zanini che da posizione favorevole, ben servito da Gabbia, ha calciato malamente alto. Nella ripresa al decimo è arrivata la prima vera occasione della squadra ospite con l’ex di turno Terrani che da posizione favorevole ha sparato alto. Un minuto più tardi è arrivata la rete del vantaggio rossonero con Zanini che ricevuta palla fuori area ha lasciato partire un rasoterra imprendibile per Fumagalli, con il pallone che prima di insaccarsi in rete ha toccato la base del palo. Sulle ali dell’euforia, due minuti più tardi la Lucchese ha sfiorato il raddoppio con un colpo di testa di Gabbia a seguito di calcio piazzato che ha costretto Fumagalli alla deviazione spettacolare in angolo. Al 23’ il Piacenza si è reso pericoloso con un colpo di testa di Ferrari ben parato da Falcone, dopo un cross di Corsinelli. Alla mezzora il Piacenza è pervenuto al pareggio con un gran tiro dal limite di Corradi che ha trafitto imparabilmente Falcone. Al primo minuto di recupero è stato De Vito con un colpo di testa a seguito di calcio d’angolo da parte di Lombardo a sfiorare il gol della vittoria. Un minuto più tardi è arrivata la beffa con il gol di Ferrari che ha raccolto e difeso bene un pallone sul dischetto del rigore ed ha battuto in girata Falcone per il 2-1 definitivo degli ospiti.

Lucchese - Piacenza 1-2 

Lucchese 3-5-3: 22 Falcone, 5 Martinelli, 6 Lombardo, 9 Sorrentino (32’ st Di Nardo), 11 Bernardini (42’ st Isufaj), 16 Favale, 17 De Vito, 18 Gabbia, 23 Bortolussi, 26 Mauri, 33 Zanini. A disposizione: 1 Aiolfi, 31 Bacci, 13 Santovito, 14 Di Nardo, 15 Palmese, 20 Strechie, 21 Isufaj, 24 Isola, 25 Fazzi, 28 De Feo, 32 Muratore, 34 Cipriani. Allenatore: Giancarlo Favarin

Piacenza 4-3-3: 1 Fumagalli,4 Pergreffi, 5 Bertoncini, 8 Nicco, 9 Ferrari, 10 Corradi, 17 Porcari (16’ st Sestu), 18 Della Latta, 23 Corsinelli, 25 Barlocco, 31 Terrani (28’ st Corazza). A disposizione: 22 Calore, 34 Calzetta, 2 Sylla, 3 Cauz, 6 Silva, 7 Sestu, 11 Corazza, 16 Mulas, 19 Bachini, 20 Di Molfetta, 21 Marotta, 33 Perez. Allenatore: Arnaldo Franzini

Arbitro: sig. Mario Vigile di Cosenza.

Assistenti: sig. Cataldo di Bergamo e sig. Ceccon di Lovere.

Reti: 11’ st Zanini (L), 31’ st Corradi (P) e 47’ st Ferrari (P).

Ammoniti: 33’ st Corradi (P) e 38’ st Di Nardo (L). Note: angoli 4-9; spettatori 500 circa. Recupero 1’ pt e 4’ st.


Altri articoli in Matches


sabato, 8 giugno 2019, 23:27

Più forti di tutto

Al termine di una gara drammatica, conclusasi ai rigori a oltranza, la Lucchese conserva la categoria sul campo del Bisceglie. Pugliesi in vantaggio nel secondo tempo, poi nemmeno i supplementari decidono il match, servono i rigori con Falcone che ne para quattro. Tifosi straordinari e in delirio


sabato, 1 giugno 2019, 23:34

Il primo round è rossonero

Sorrentino uomo del match. L'attaccante romano regala tre punti che potrebbero essere pesantissimi in chiave salvezza ai rossoneri al termine di un match non spettacolare ma sicuramente avvincente. La Lucchese ha ora due risultati su tre per rimanere in categoria. Commento, tabellino e foto



sabato, 25 maggio 2019, 19:08

Buon compleanno Lucchese

Nel giorno del suo 114° compleanno la Lucchese batte 1-0 il Cuneo fuori casa e si garantisce l'accesso alla finale play out, piemontesi retrocessi ma con grande onore sul campo. Decide Zanini nella ripresa. Commento, tabellino e foto


sabato, 18 maggio 2019, 21:10

Il primo round è rossonero

La Lucchese supera per 2-0 il Cuneo grazie a un primo tempo davvero di livello bagnato dalle reti di Sorrentino e Zanini, nella ripresa, i rossoneri restano in dieci per l'espulsione di Bernardini, soffrono ma tengono il prezioso vantaggio. Commento, tabellino e foto