Mondo Pantera

Gazzettino d'argento, un trio in fuga

mercoledì, 6 dicembre 2017, 10:03

Dopo la trasferta di Olbia, in tre continuano a allungare sul podio della classifica del Gazzettino d'argento, il trofeo di rendimento stilato sulla base dei voti attribuiti dai vari quotidiani che Gazzetta Lucchese mette in palio ogni anno. Fanucchi, Arrigoni e Albertoni provano la fuga.

Fanucchi rimane in testa, nonostante veda abbassarsi la sua media, attualmente viaggia con un voto medio pari a 6,65 (era a 6,68)  con Arrigoni che è ancora secondo e si resta a 6,36 (era a 6,39). Terzo posto, per Albertoni che tocca 6,26 (era a 6,24). Quarti, ora leggermente attardati,  capitan Nolé e Merlonghi a 6,23. Seguono Capuano (6,16), Cecchini (6,15) e Maini, ora a 6,09.

Nella gara di Olbia, i migliori in campo sono risultato De Vena e Albertoni con un voto medio pari a 6,58. Dietro di loro, Tavanti, Arrigoni e Cecchini, tutti a 6,33. Solo Cardore non ha riportato un voto sufficiente. E, a proposito di insufficienze, stavolta relative a tutto il campionato, sono scesi a otto i rossoneri sotto il voto 6 nella classifica generale. Per verificare tutti i voti basta cliccare sulla rubrica "Promossi e bocciati". 

La nuova edizione, come noto, è partita con una novità regolamentare: dopo il successo di Francesco Forte nella scorsa edizione, che però non aveva concluso l'annata con i rossoneri, ecco un nuovo paletto sulla strada della vittoria: al premio potranno concorrere solo i rossoneri che termineranno la stagione con la maglia della Lucchese. Resta naturalmente in vigore anche il numero minimo di partite, ovvero la metà più una, quest'anno dunque la soglia minima è fissata in 19 presenze.

La speciale classifica di "Promossi e bocciati" che determina la classifica del Gazzettino d'argento, relativa al rendimento dei rossoneri, è stilata in base ai voti assegnati ogni singola giornata da Gazzetta Lucchese, Il Tirreno, La Nazione, Corriere dello Sport, Tuttosport e Gazzetta dello Sport. Nella scorsa stagione a trionfare è stato Frrancesco Forte, mentre l'anno prima si era aggiudicato la targa in argento Giovanni Terrani e in precedenza analoga soddisfazione era toccata a Mingazzini, Tarantino, Casapieri, Tosto, Marotta, Biggi, Pera e Masini.


Altri articoli in Mondo Pantera


sabato, 16 giugno 2018, 08:56

Seconda maglia della Lucchese, ecco la nostra proposta

La proposta di Gazzetta Lucchese: perché non adottare una composizione ricavata dalla bandiera di stato della Repubblica, quella blu con bande diagonali in oro che contengono la scritta 'Libertas', che per assonanza rimanda immediatamente anche al nome della Lucchese Libertas 1905?


lunedì, 11 giugno 2018, 16:38

Libertas Femminile, le Juniores conquistano la finale battendo la Lazio

Festa grande in casa della Libertas Femminile. Le ragazze della formazione Juniores hanno battuto la Lazio per 2 a 0 ed hanno così staccato il biglietto per la finale che si giocherà sabato 23 giugno, luogo ancora da definire, e che vedrà le rossonere di fronte al Venezia



lunedì, 11 giugno 2018, 08:41

Castagnoli. "Aspettative alte dalla nuova società"

L'opinione leader di Noitv pensa positivo per la gestione Grassini e Lucchesi e li invita a tenere le bandiere come Espeche, Nolé e Fanucchi: "Già dal primo giorno si è già visto un cambiamento in professionalità rispetto al passato"


sabato, 9 giugno 2018, 14:06

Libertas Femminle, le Juniores a caccia della finale nazionale

Appuntamento importantisismo per la formazione Juniores della Libertas che affronta per la Fase Nazionale domenica pomeriggio alle 15,30 al campo sportivo dell’Acquedotto la Lazio. Le rossonere vincendo con due gol di scarto accederebbero alla finale