Mondo Pantera

Amedeo, sii orgoglioso della tua fede e della tua bandiera

venerdì, 15 marzo 2019, 08:43

di emanuela lo guzzo

Mentre la Lucchese è sull’orlo del precipizio, mentre le istituzioni seguitano a latitare come d’abitudine ma solo dopo aver cercato di fingere interesse, mentre i burattini ingaggiati per far camminare la Pantera sul filo del fallimento senza rete di protezione seguono il copione scritto da mesi spingendola nel vuoto, ecco che il web ci regala la storia di Amedeo. Classe 2005 e non ancora quattordicenne Amedeo, in buona compagnia dei suoi consulenti Andrea e Gualtiero, ama profondamente la squadra della sua città pur non avendone potuto vivere i momenti più alti della sua storia per motivi anagrafici. Quei due colori, il rosso e il nero, che sogna di poter sventolare ancora al Porta Elisa e in trasferta. Sarebbe un vero peccato dovergli spiegare la verità, dover violare l'innocenza e la trasparenza della sua passione, dovergli raccontare la trama di un delitto perfetto portato a compimento tra indifferenza e complicità di una città il cui onore risiede esclusivamente nei suoi tifosi e nell’amore pulito che non hanno mai tradito.

Così scrive il papà di Amedeo su Facebook:

“Amedeo, 14 anni tra poco, da tre anni follemente innamorato della pantera, galeotta fu la partita casalinga con la Lupa Roma; ebbene, Amedeo qualche giorno fa ha preso la bici ed è andato in un noto negozio di stoffe del centro storico, di proprietà di uno storico tifoso, e ha comprato tre pezze da cucire, ha ingaggiato la nonna di un suo amico, carta e penna ha disegnato e dimensionato il progetto del vessillo, consulenti Andrea e Gualtiero cugini di sangue e fratelli di passione. Il progetto è stato realizzato e oggi ritirato. Mi dice: "papà sabato gioco a Pontremoli, niente Siena, ma dopo la partita casalinga con la Pro Patria la vorrei sventolare anche in una trasferta, tipo nel recupero con l'Entella, o meglio, sempre a Chiavari, ma con l'Albissola ché i ragazzi hanno più bisogno, visto i punti che potremmo guadagnare su una diretta concorrente ".

Lo rassicuro: “Amedeo vai tranquillo, andremo a Chiavari anche se quel campo mi ricorda una sconfitta 2-0 ai tempi di Tano Salvi”.
Intanto, per la gioia della mamma, la posiziona sul parapetto del soppalco in salotto.
Ora chi glielo dice ad Amedeo che da lunedì si chiudono i cancelli del Port'Elisa e che non ci sarà più nessun'altra partita della Lucchese in casa?”


Altri articoli in Mondo Pantera


domenica, 26 maggio 2019, 10:47

Lombardo: "Lucchese, sono fiero di aver partecipato alla tua festa di compleanno"

Il giocatore ha raccontato le sue emozioni attraverso un post sul suo profilo Facebook: "Abbiamo conquistato sul campo, con lo straordinario supporto dagli spalti, una vittoria importantissima. Sono fiero ed orgoglioso di aver partecipato, con tutti quelli che amano questi colori, alla Tua festa di compleanno"


venerdì, 24 maggio 2019, 14:31

Anniversario fondazione Lucchese, Barsanti (CasaPound): "Va messa targa commemorativa"

Una targa commemorativa da installare all'esterno dei locali dove, il 25 maggio del 1905, fu fondata la Lucchese. È ciò che chiede il consigliere di CasaPound Fabio Barsanti, attraverso una mozione protocollata in questi giorni, proprio in vista del centoquattordicesimo anno dalla fondazione della squadra.



giovedì, 23 maggio 2019, 18:55

Cuneo-Lucchese, oltre 400 tifosi già con il biglietto in tasca

Grande entusiasmo dei tifosi rossoneri che si preparano a seguire in massa la squadra: settore ospiti che stanno andando verso il tutto esaurito, la sua capienza è infatti di poco superiore alle 500 unità. Ecco come acquistare i tagliandi rimanenti


mercoledì, 22 maggio 2019, 20:28

Cuneo-Lucchese, oltre 300 biglietti già venduti

Saranno davvero tanti i tifosi che sosterranno la Lucchese nel match di ritorno a Cuneo: sono già oltre 300 i tagliandi staccati con un entusiasmo che cresce di giorno in giorno. Tre pullman super esauriti e tante auto al seguito: ecco come e dove acquistare i biglietti