Fideiussione, presentato il ricorso presso il Collegio di Garanzia del Coni

martedì, 11 giugno 2019, 16:09

Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto un ricorso presentato dalla società A.S. Lucchese Libertas 1905 S.R.L., nonché da Carlo Bini (Amministratore Unico e legale rappresentante pro tempore della società ricorrente sino al 28 dicembre 2018) contro la Procura Federale FIGC e nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC). Il ricorso riguarda l’annullamento della decisione emessa dalla Corte Federale d’Appello FIGC, pubblicata con dispositivo, il 18 aprile 2019, con C.U. n. 93/CFA e le motivazioni, l’8 maggio 2019, con C.U. n. 99/CFA. La sentenza, conferma la decisione assunta dal Tribunale Federale Nazionale, pubblicata con C.U. 45/TFN del 18 febbraio 2019, in cui sono state irrogate, a carico del sig. Bini, la sanzione della inibizione di 6 mesi, per la violazione degli artt. 1 bis, comma 1, e 10, comma 3, CGS, in relazione al C.U. FIGC n. 59 del 30 agosto 2018 ed al C.U. CFA n. 62 del 7 gennaio 2019, mentre, a carico della Lucchese Libertas 1905, la penalizzazione di 8 punti in classifica e l’ammenda di € 350.500,00, inflitte a titolo di responsabilità diretta, ai sensi dell’art. 4, comma 1, del CGS e a titolo di responsabilità propria, ai sensi dell’art. 10, comma 3, del CGS, in relazione al C.U. FIGC n. 59 del 30 agosto 2018 e al C.U. CFA n. 62 del 7 gennaio 2019.

La vicenda trae origine dall’ atto di deferimento, prot. 7890/674 pf18-19 GP/GC/blp del 31 gennaio 2019, da parte del Procuratore Federale e nei confronti dei ricorrenti “per non aver sostituito la garanzia rilasciata dalla società Finworld Spa in sede di ammissione al Campionato Serie C 2018/2019, entro il termine perentorio del 28 settembre 2018, e comunque e in ogni caso entro il termine perentorio del 17 gennaio 2019 stabilito dalla Corte Federale d’Appello con C.U. n. 62 del 7 gennaio 2019, con una garanzia in possesso dei requisiti previsti dal C.U. 50 del 24 maggio 2018”.  

La società A.S. Lucchese Libertas 1905 S.R.L. chiede al Collegio di Garanzia:

in via principale, in accoglimento dei motivi di ricorso, di cassare integralmente la sentenza impugnata e, per l’effetto, di annullare le sanzioni comminate a carico dei ricorrenti con C.U. n. 99/CFA e C.U. n. 45/TFN;

in via subordinata, di riformare la decisione di cui al C.U. n. 99/CFA (e C.U. n. 45/TFN) qui impugnata e, per l’effetto, di applicare la sanzione prevista dal C.U. n. 50/2018 di 1 punto di penalizzazione, annullando la sanzione dell’ammenda, e di contenere la sanzione dell’inibizione a carico del sig. Carlo Bini negli stretti limiti edittali;

in via ulteriormente subordinata, di adottare ogni altro provvedimento di giudizio volto a ridurre, in virtù del principio di proporzionalità, la sanzione comminata nei confronti della società Lucchese.



caffè bonito

Altre notizie brevi


martedì, 18 giugno 2019, 16:43

Mister Zironelli va sulla panchina del Modena

Mauro Zironelli, tecnico che nella stagione appena conclusa era sulla panchina della Juventus B ha firmato un contratto con il Modena che milita in serie D.


lunedì, 17 giugno 2019, 15:18

Ghirelli: "Lucchese e Trapani, storie da libro Cuore"

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro torna a parlare dell'incredibile risultato colto sul campo dai rossoneri: "Voglio parlare di Trapani e Lucchese, due società con storie travagliate, oserei dire anche di più. Perché allora le cito? I calciatori, i tecnici, gli addetti ai lavori hanno dato un esempio di sportività...



sabato, 15 giugno 2019, 23:54

Play off, il Trapani conquista la serie B

Trapani-Piacenza, gara di ritorno della finale play off, è terminata sul punteggio di 2-0 per i siciliani, che dunque, dopo il pari dell'andata, si guadagnano il ritorno in serie B.


venerdì, 14 giugno 2019, 23:41

Mondiale Under 20, l'Italia chiude al quarto posto

L'avventura della Nazionale italiana al Mondiale Under 20 si conclude con un quarto posto. Gli Azzurri, con il rossonero Gabbia capitano, sono stati sconfitti per 1-0 ai supplementari dal'Ecuador nella finale per il terzo posto. Rimpianti per il calcio di rigore sbagliato da Olivieri a inizio dei tempi supplementari.