Porta Elisa News

Sorpresa all'Acquedotto: c'è Calistri, una torre per la Lucchese

mercoledì, 7 agosto 2013, 10:24

di diego checchi

La Lucchese ha ingaggiato il difensore Andrea Calistri, classe 1988 che nella scorsa stagione militava nelle file della Spal. Il difensore di Pistoia ha collezionato 31 presenze realizzando 4 reti. La carriera di Calistri è partita nell'Alghero in Serie D dove è rimasto per 3 anni disputando anche 2 campionati in Lega Pro, per poi passare prima alla Sestese e poi al Pontedera.

Calistri è un giocatore che Russo e Rosadini stavano seguendo da tempo e con il suo acquisto, il reparto difensivo centrale è al completo. Calistri è destinato, con i suoi 188 centimetri di altezza, a mettere una torre nello schieramento difensivo, colmando qualche lacuna emersa in occasione della gestione delle palle alte. Sulle sue tracce, nelle scorse settimane, c'era la Pistoiese.



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


martedì, 20 agosto 2019, 18:46

Mercato, Benassi vicino al ritorno in rossonero

Il nome più gettonato per rinforzare la difesa è quello di Maikol Benassi, classe '89 che ha fatto il settore giovanile nella Lucchese , lo scorso anno a Cesena. Per l'attacco si studiano Gaston Corado, ex Francavilla, e Luca Orlando, ex Matera. La suggestione si chiama Claudio Coralli


martedì, 20 agosto 2019, 11:13

Wikipedia e il mistero del proprietario della Lucchese

Per Wikipedia, l'enciciclopedia libera di internet, la Lucchese è in mano a un tale che di nome fa Antonio Scialla. La società si è attivata per la rimozione. Santoro: "Non sappiamo chi sia se vuole venire e portare 3-400mila euro è ben accetto.



lunedì, 19 agosto 2019, 17:52

Deoma: "I tifosi, la nostra spinta in più"

Dopo l'esordio in Coppa parla il diesse: "Sono molto soddisfatto dall'atteggiamento dei miei giocatori. E' vero ci sono ancora tante cose da migliorare ma per essere la prima partita non gli si poteva chiedere di più"


domenica, 18 agosto 2019, 21:55

Vignali: "Non si deve mollare niente: abbiamo affrontato la gara con lo spirito giusto"

Soddisfatto anche il giovane Presicci: "Un pubblico così non me lo sarei mai immaginato. Abbiamo retto bene, stiamo lavorando sodo e le due amichevoli che abbiamo giocato ci hanno fatto bene per mettere minuti nelle gambe”