Porta Elisa News

Ecco i primi due arrivi: sono Forte (ex Forlì) e Pizza (ex Torres)

venerdì, 2 gennaio 2015, 14:44

di diego checchi

Primi due colpi del mercato rossonero. Manca ancora l'ufficialità che ci sarà il prossimo 5 gennaio quando riaprirà ufficialmente la sessione di gennaio. Da oggi Francesco Forte, attaccante del 1993 proveniente dal Forlì e Samuele Pizza centrocampista centrale del 1988 proveniente dalla Torres, si alleneranno agli ordini di Galderisi. Forte è una punta centrale che ha iniziato a giocare nel Tor Tre Teste in Eccellenza laziale per poi passare alla Berretti del Pisa e successivamente alla Primavera dell'Inter. È stato Stramaccioni a farlo debuttare in Coppa Italia contro la Roma al 28' del secondo tempo. In seguito è tornato al Pisa dove ha collezionato 22 presenze e 3 reti. Dall'estate scorsa è al Forlì dove ha giocato 16 volte segnando 2 gol. È un attaccante centrale che sa attaccare bene la profondità.

Samuele Pizza invece è un centrocampista centrale del 1988 che giocava nella Torres in Lega Pro dove ha collezionato 18 presenze, ma è anche un ex del Viareggio. Pizza ha iniziato a giocare con le giovanili dell'Empoli per poi passare al Monza in C1 dove ha giocato 21 partite. In seguito è stato per 5 anni al Viareggio in C1 squadra della sua città, dove ha collezionato circa 135 presenze. Poi è passato all'Avellino in Serie B trovando poco spazio perchè ha giocato per sole 6 volte prima di passare alla Torres. Dopo questi due arrivi è probabile che in serata o al massimo domani arrivi un terzo giocatore, presumibilmente un esterno.  



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


giovedì, 20 giugno 2019, 19:05

Massone: "Domani giorno decisivo"

Il legale che ha presentato la richiesta di concordato fa il punto: "Entro venerdì abbiamo bisogno di avere risposte per lo stadio alternativo e per la retealizzazione con l'Agenzia delle Entrate: dopo sarebbe troppo tardi. Ferrando rileverebbe le quote appena avute garanzie su questi due aspetti"


giovedì, 20 giugno 2019, 16:38

Tambellini e il modello dilettantistico per il calcio a Lucca

Nell’idea di città portata avanti dall’amministrazione Tambellini pare non vi sia alcuno spazio pensato per le aziende dello sport professionistico, e quindi anche per il suo indotto e l’eventuale occupazione che ne potrebbe conseguire, né che siano intraprese affittando strutture comunali, né investendo i propri capitali



giovedì, 20 giugno 2019, 12:31

Chiari (Fratelli d'Italia): "A Lucca ci si preoccupa di rifare lo stadio ex novo e non si pensa a quante altre strutture non sono agibili in città"

Il segretario provinciale di Fratelli d'Italia all'attacco: "Se lo stadio non è agibile, allora non lo sono nemmeno molte altre strutture pubbliche. Chi se ne assume la responsabilità? Tambellini ha avuto sette anni per investire sul Porta Elisa"


giovedì, 20 giugno 2019, 07:48

Massone: "Sono preoccupato"

Il legale che ha presentato domanda di concordato si dice preoccupato su tre fronti: "Il debito con l'Agenzia delle Entrate, lo stadio con il Comune che deve dare una risposta sui tempi e collaborare per trovare un impianto alternativo e la questione di chi deve versare per la ricapitalizzazione, i...