Porta Elisa News

Ufficiale: Baldini non è più l'allenatore della Lucchese

martedì, 27 ottobre 2015, 20:03

Alla fine di una giornata per certi versi incredibile, la Lucchese ha comunicato che Badlini non è più l'allenatore della società rossonera. Dopo una lunga trattativa, è stato raggiunto un accordo consensuale. La formazione per ora è stata affidata al suo vice Mularoni che non è escluso rimanga anche nel caso più che possibile arrivi Marco Sesia sulla panchina rossonera. Baldini è rimasto circa tre mesi alla Lucchese: una sola vittoria in campionato, due pareggi e cinque sconfitte, quattro consecutive nelle ultime quattro partite.

"L'AS Lucchese Libertas - si legge in una nota  - comunica di aver risolto consensualmente il contratto con l'allenatore della prima squadra Francesco Baldini. La società ringrazia il tecnico per la grande professionalità, l'umanità e l'impegno profusi in questi mesi augurandogli i migliori successi professionali. In attesa che venga ufficializzato il nuovo allenatore, la guida tecnica della squadra è momentaneamente affidata al vice Luciano Mularoni".

 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


giovedì, 20 giugno 2019, 19:05

Massone: "Domani giorno decisivo"

Il legale che ha presentato la richiesta di concordato fa il punto: "Entro venerdì abbiamo bisogno di avere risposte per lo stadio alternativo e per la retealizzazione con l'Agenzia delle Entrate: dopo sarebbe troppo tardi. Ferrando rileverebbe le quote appena avute garanzie su questi due aspetti"


giovedì, 20 giugno 2019, 16:38

Tambellini e il modello dilettantistico per il calcio a Lucca

Nell’idea di città portata avanti dall’amministrazione Tambellini pare non vi sia alcuno spazio pensato per le aziende dello sport professionistico, e quindi anche per il suo indotto e l’eventuale occupazione che ne potrebbe conseguire, né che siano intraprese affittando strutture comunali, né investendo i propri capitali



giovedì, 20 giugno 2019, 12:31

Chiari (Fratelli d'Italia): "A Lucca ci si preoccupa di rifare lo stadio ex novo e non si pensa a quante altre strutture non sono agibili in città"

Il segretario provinciale di Fratelli d'Italia all'attacco: "Se lo stadio non è agibile, allora non lo sono nemmeno molte altre strutture pubbliche. Chi se ne assume la responsabilità? Tambellini ha avuto sette anni per investire sul Porta Elisa"


giovedì, 20 giugno 2019, 07:48

Massone: "Sono preoccupato"

Il legale che ha presentato domanda di concordato si dice preoccupato su tre fronti: "Il debito con l'Agenzia delle Entrate, lo stadio con il Comune che deve dare una risposta sui tempi e collaborare per trovare un impianto alternativo e la questione di chi deve versare per la ricapitalizzazione, i...