Porta Elisa News

Bini: "Nessuna trattativa con Belardelli", Pera: "Do una mano e entro in società"

lunedì, 17 luglio 2017, 15:30

Sala stampa del Porta Elisa particolarmente affollata per la prima conferenza stampa della nuova stagione durante la quale sono state presentate la campagna abbonamenti e la seconda maglia della Lucchese, la prima (rossonera) e la terza (completamente nera) sono infatti le stesse della stagione 2016-2017. Al tavolo, con l'amministratore unico Carlo Bini, l'ex presidente del Senato Marcello Pera e l'assessore comunale Celestino Marchini, assente il sindaco Tambellini. 

"Siamo contenti che il presidente Pera ci voglia dare una mano – ha spiegato Bini che ha consegnato una maglia personalizzata a lui e al sindaco per ll tramite di Marchini –  le quote rosa hanno bisogno dello stadio di Saltocchio, ribadisco all'assessore. Trattative con Belardelli? Non ci sono trattative con nessuno".  "Non vogliamo situazioni equivoche – aggiunge il presidente di Lucca United Stefano Galligani  –  se ci sono trattative in corso? Ha risposo Bini, non ho altro da aggiungere". "L'amministrazione – ha repilcato Marchini, che non ha comunque più la delega allo sport– farà ogni sforzo nel rispetto delle regole. Sono convinto che la Lucchese, su questa strada, può raggiungere obiettivi".

"La ragione per cui sono qua – ha spiegato Pera – è semplice: sono un tifoso, ma prima ancora di un tifoso della Lucchese, sono un tifoso di Lucca. C'è una cosa che mi continua a amareggiare: Lucca non ha bisogno di essere scoperta da noi, ma c'è una contraddizione. La nostra città ha una bellissima storia, manche se c'è il bisogno di farla conoscere di più in Italia e fuori e c'è una squadra di calcio che non milita nelle stesse serie di altre squadre di città anche inferiori. Far crescere la squadra della nostra città significa far crescere Lucca. Perché non possiamo portare 5-6000 persone ogni volta allo stadio e coinvolgere la città? Voglio provare a dare una mano anche io, lanciando un appello alla città, in particolare a alcuni personaggi importanti affinché contribuiscano al bllancio della Lucchese".

"Ci sono tante iniziative da fare, ho parlato con il sindaco Tambellini, che mi ha detto che nella prima giunta si è già parlato della Lucchese. Ci sono iniziative con cui la pubblica amministrazione può dare una mano, pernso alle infrastrutture. Ma ci sono anche iniziative che riguardano i privati. Ci deve essere un modo per coinvolgere anche finanziariamente questi soggetti. Gli impegni possono essere di importi diversi, noi non siamo nelle condizioni, a Lucca, per trovare un patron molto facoltoso e ammalato di calcio. E allora si deve agire su un numero di soggetti maggiore, Lucca non manca di imprenditori e di professionisti che si possono impegnare: manca uno stimolo e il coinvolgimento verso la Lucchese. Vorrei chiamare a raccolta un gruppo selezionato di persone affinché diano il loro contributo. Non può essere lasciato tutto alla generosità dei pochi che ora si impegnano. Voglio attivarmi da subito, mi pare impossibile che una città come questa non avverta l'orgoglio di essere protagonista attraverso il calcio. Da parte mia intendo sottoscrivere una quota della società". 

 


I  Gelati di Piero


#viasangiorgio21



Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 18 novembre 2017, 17:23

Lopez contento: "Fuori casa dobbiamo giocare anche così"

Il tecnico soddisfatto della prestazione: "Sono contentissimo, abbiamo saputo sfruttare gli errori, ma al di là del gol che ci hanno concesso, devo dire brava alla nostra difesa che ha saputo lottare contro giganti. i tifosi sono stati fantastici"


sabato, 18 novembre 2017, 17:23

Cardore: "Il mio esordio dall'inizio? Lo sognavo la notte..."

il centrocampista  ex Viterbese ha esordito dal primo minuto con la maglia rossonera, su di lui il fallo del rigore trasformato da Fanucchi: "L'avversario è entrato sulle gambe. Partita combattuta dall'inizio alla fine, l'Arzachena ci ha messo in difficoltà"



sabato, 18 novembre 2017, 17:22

Fanucchi dà, ancora una volta, spettacolo

Il trequartista rossonero, che contro la Giana non ci sarà per squalifica, mette la sua firma anche contro l'Arzachena: due gol e la sensazione di essere un marziano rispetto agli avversari. Bene tutta la difesa e buon esordio dal primo minuto di Cardore


sabato, 18 novembre 2017, 17:22

Mister Giorico non ci sta: "Se qualcuno meritava la vittoria, eravamo noi"

Il tecnico dei sardi recrimina sul rigore per i rossoneri e sulla conduzione della gara da parte dell'arbitro: "Molto deluso del risultato. Abbiamo pagato un errore, non posso rimproverare niente ai miei ragazzi. E’ dura da digerire una sconfitta come questa. Rigore generoso, spero di non trovare altri arbitri così"


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px