Porta Elisa News

Lucchese, una panchina per quattro

giovedì, 7 giugno 2018, 12:32

di diego checchi

Tutti si chiedono: chi sarà l'allenatore della nuova Lucchese 2018-2019?. Quello che è sicuro che Fabrizio Lucchesi vorrà un tecnico esperto e non un Gattuso della situazione com'è successo a Pisa. È da scartare quindi l'ipotesi Luca Toni che fra l'altro ha intenzione di fare il direttore sportivo e non l'allenatore. Nelle ultime ore era stato accostato alla panchina rossonera Agenore Maurizi, ma il tecnico romano che abbiamo contattato telefonicamente ha sottolineato:"Mi fa piacere essere accostato ad un ambiente importante come Lucca ma francamente dalla vostra città non mi ha chiamato nessuno. Conosco Fabrizio Lucchesi e so che è un grande competente di calcio ma credo che non verrò alla Lucchese e vi dico anche di più. Fra qualche giorno mi dovrei accordare con una società".

Discorso difficile anche per quanto riguarda Mario Petrone che rimane ed è una priorità del Pisa. Il tecnico campano potrebbe rimanere in nerazzurro e continuare il progetto iniziato questa stagione ma l'oggetto del contendere è la durata del contratto. Petrone vorrebbe un accordo biennale mentre il Pisa sembra offrigliene uno. Ecco perché non siamo arrivati ancora alla fine. Una minima possibilità che la Lucchese si inserisca ci potrebbe essere solo se gli offrisse un contratto biennale.

I nomi validi quindi sono ancora quelli di Leonardo Menichini, Alfredo Aglietti e Alberto Cavasin ma non è da scartare nemmeno l'ipotesi Attilio Tesser. Quest'ultimo sarebbe affascinato dal progetto della Lucchese, scenderebbe in C solo per un campionato a vincere un po' come ha fatto con il Novara prima e con la Cremonese poi. Quest'anno il trainer è stato esonerato dai grigiorossi a cinque giornate dalla fine.



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 20 luglio 2019, 16:58

Corda: "Letto il bando, non ci sono problematiche particolari"

L'ex direttore tecnico del Como conferma l'intenzione di depositare la documentazione per la manifestazione di interesse: "Non avremo nessun problema a portare i 350mila euro e stiamo lavorando per produrre tutta la documentazione che serve. Lucca resta il nostro obiettivo primario"


sabato, 20 luglio 2019, 14:31

Acquedotto: il Comune dorme, parte la riqualifica di CasaPound

CasaPound è intervenuta con un'azione di riqualifica agli impianti sportivi dell'Acquedotto, un tempo casa della Lucchese: "Da troppo tempo la zona è stata lasciata a se stessa dal Comune". Raccolti sacconi di immondizia, tagliata l'erba della zona esterna al campo da gioco e messo un fissativo all'eternit presente



venerdì, 19 luglio 2019, 19:58

Porta Elisa, il Comune vuole portare sotto 4000 la capienza

Per il Comune di Lucca, dormiente da anni sul Porta Elisa e in generale sugli impianti sportivi, la capienza dello stadio va portata sotto le 4000 persone. Di più: a chi avrà l'onere di far ripartire il calcio a Lucca, l'amministrazione Tambellini chiede di giocare fuori casa le prime partite...


venerdì, 19 luglio 2019, 17:28

Futuro rossonero: due o più cordate in pista?

Al momento paiono essere due le cordate interessate, ma si rincorre la voce di una possibile terza che avrebbe il rifacimento dello stadio come obiettivo primario. Santoro: "Al 98 per cento saremo presenti alla manifestazione di interesse, ma per ora niente nomi"