Porta Elisa News

Caos Lucchese, Moriconi e un gruppo di tifosi partono per Firenze per incontrare un imprenditore

venerdì, 6 luglio 2018, 19:18

Passano le ore e la situazione della Lucchese continua a non sbloccarsi. Lorenzo Grassini, che ha sbandierato per mari e monti l'intenzione di ricapitalizzare per ottemperare agli obblighi dell'iscrizione, non è mai arrivato a Lucca in giornata. Tantomeno sono arrivati i 461mila euro.  La sua giornata l'ha trascorsa al comando dei Carabinieri di Siena, dove ha formalizzato una denuncia per presunte minacce via telefoo e lettera. Un epilogo degno di una commedia di quint'ordine. 

Nel frattempo, al Porta Elisa, Arnaldo Moriconi, ma anche il commercialista della società Matteo Benigni, sono negli uffici in attesa di decidere il da farsi. Per fare in modo che la Lucchese torni nelle mani del suo vecchio proprietario, servono le dimissioni di Fabrizio Lucchese, dell'allenatore Menichini e del suo vice D'Urso. Moriconi non ha intenzione di farsene carico e è alla caccia di nuovi soci. In ogni caso, potrebbe procedere alla ricapitalizzazione anche perché l'ipotesi di un fallimento è ricca di incognite anche per lui. Ma non è pensabile che lo faccia per Grassini, che, bene sottolinearlo, ha tempo sino a fine mese per ricapitalizzare qualora provveda Moriconi. Esattamente quello che sarebbe potuto succedere, a parti invertite, se avesse pagato Grassini anche l'attuale 18 per cento di Moriconi. Grassini, in sostanza, deve togliere il disturbo, pare di capire. 

Nel pomeriggio, sempre allo stadio, Moriconi ha incontrato alcuni tifosi per chiedere il via libera per inserire altri soci al suo fianco. Ma non sono trapelate informazioni sul contenuto del colloquio e cosa abbiano proposto i tifosi. Che sono sempre più esasperati. La Lucchese è appesa a un filo. Dietro l'operazione che sta archittendo in extremis Moriconi ci sarebbe, come riferito da giorni, un imprenditore dell'area fiorentina. 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


giovedì, 21 febbraio 2019, 18:35

I rossoneri già in campo per preparare il match contro la Juve B

Il tecnico rossonero ha tutti a disposizione ma è presto per parlare di formazione anche perché oggi il gruppo è stato diviso in due e chi non ha giocato ieri ha svolto una seduta con il pallone mentre chi ha giocato ha fatto un lavoro defaticante con il professor Guidi.


giovedì, 21 febbraio 2019, 15:45

Obbedio e i giocatori dal sindaco Tambellini

Questa mattina una delegazione dei giocatori, insieme al diesse Obbedio, si è recata dal sindaco Tambellini per manifestare tutta la sua preoccupazione per quella che appare come una vera e propria paralisi societaria, un contesto ricco di incognite e di sviluppi che potrebbero essere imprevedibili



mercoledì, 20 febbraio 2019, 17:06

Obbedio: "Se ci fanno giocare, ci salviamo"

Il diesse rossonero finalmente felice dopo una settimana travagliata: "Episodi come quello che è successo ieri a Lucca sono gravissimi, spero che qualcuno intervenga. L’ho detto e lo ripeto, se non ci staccano la spina noi ci salviamo"


mercoledì, 20 febbraio 2019, 16:56

Mister Scazzola: "Arbitro ha condizionato la gara"

Cristiano Scazzola mette l'accento sulle decisioni arbitrali che sarebbero alla base della sconfitta maturata dal Cuneo: "E' stata una partita equilibrata, ma l'arbitro le ha combinate grosse, comunque meglio lasciare stare. La Lucchese meritava di vincere domenica, oggi non abbiamo rischiato nulla"