Porta Elisa News

Calcio, farsa senza fine: rinviate le gare delle squadre che hanno ricorsi pendenti

sabato, 15 settembre 2018, 16:53

Incredibile ma vero, si riapre la gara per la serie B a 22 squadre. Il Tar del Lazio ha accolto la richiesta di sospensioni cautelari avanzata dalla Pro Vercelli. In pratica, la società piemontese aveva chiesto la sospensione del provvedimento del Collegio di Garanzia del Coni, che come noto aveva respinto l'ipotesi a 22 dichiarandosi non competente, e quella per bloccare la partite in cui sono impegnate le società che stanno muovendo ricorsi. In linea teorica Pro Vercelli, Novara, Siena, Ternana e Catania, anche se i ricorsi al Tar sono stati presentati per ora solo da Pro Vercelli e Ternana. Il Tar, riservandosi di decidere nel merito l'8 ottobre, ha accolto le richieste di sospensione.

A questo punto, tutti gli incontri che già da domani (Pontedera-Novara) vedono squadre protagoniste di ricorsi verranno rinviate a data da destinarsi. E così sino all'8 ottobre, a meno che il Collegio di Garanzia del Coni non torni a pronunciarsi prima, con giornate di campionato a scartamento ridotto senza le cinque società. Scendere in campo per una di esse, vorrebbe dire accettare la serie C. Il campionato potrebbe dunque ancora una volta cambiare il formato e due società del girone della Lucchese essere nelle prossime settimane traghettate in serie B. Una vergogna senza fine per tutto il movimento calcistico italiano, già commissariato, ormai in uno stato imbarazzante. 

 In serata è arrivata la conferma ufficiale del rinvio da parte della Lega Pro: "La Lega Pro comunica che in data odierna la la Soc. Ternana Calcio ha notificato il decreto monocratico  n. 5411/2018 adottato dal Presidente della Sez.prima ter del Tar Lazio  con il quale il giudice del Tar ”in considerazione del danno rappresentato  (connesso all’avvio del campionato di Lega Pro a cui è attualmente iscritta la società ricorrente, per il 19 settembre 2019)” ha accolto l’istanza di misure cautelari avanzata dalla Ternana “ ai fini del riesame in tempo utile da parte del Collegio di garanzia dello Sportdei motivi di ricorso ai fini del possibile ripescaggio della predetta società Ternana Calcio”. Nella stessa giornata di oggi la Società Pro Vercelli ha notificato il decreto monocratico n. 5412/2018  pure adottato dal Presidente della sez.prima ter del tar lazio e di analogo contenuto rispetto al decreto 5411/2018 posto in essere in favore della società Ternana Calcio".

"Alla luce di quanto statuito dal Presidente del tar lazio sez. prima ter con i decreti monocratici 5411/2018 e 5412/2018 – prosegue la nota – la Lega Pro ha disposto il rinvio delle partite del Campionato di Lega Pro relative alle società Ternana Calcio e Pro Vercelli. Analogo provvedimento di rinvio è stato adottato relativamente alle partite del campionato di Lega Pro in cui sono impegnate le società Calcio Catania, Novara Calcio e Robur Siena. Tanto perchè dette società hanno avanzato apposita istanza di rinvio richiamando da un lato quanto stabilito dal Tar Lazio con i decreti monocratici innanzi indicati, e dall’altro comunicando che nelle prossime ore avvieranno innanzi allo stesso Tar Lazio  ricorso analogo a quello proposto dalle  Società Ternana Calcio e Pro Vercelli di cui alle decisioni de quibus. Il rinvio delle partite del campionato di Lega Pro  relativo alle squadre Ternana, Pro Vercelli, Catania, Siena, Novara è da intendersi sino alla decisione che verrà adottata dal  Collegio di Garanzia del Coni di cui  ai decreti monocratici 5411/2018 e 5412/2018".



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 20 luglio 2019, 16:58

Corda: "Letto il bando, non ci sono problematiche particolari"

L'ex direttore tecnico del Como conferma l'intenzione di depositare la documentazione per la manifestazione di interesse: "Non avremo nessun problema a portare i 350mila euro e stiamo lavorando per produrre tutta la documentazione che serve. Lucca resta il nostro obiettivo primario"


sabato, 20 luglio 2019, 14:31

Acquedotto: il Comune dorme, parte la riqualifica di CasaPound

CasaPound è intervenuta con un'azione di riqualifica agli impianti sportivi dell'Acquedotto, un tempo casa della Lucchese: "Da troppo tempo la zona è stata lasciata a se stessa dal Comune". Raccolti sacconi di immondizia, tagliata l'erba della zona esterna al campo da gioco e messo un fissativo all'eternit presente



venerdì, 19 luglio 2019, 19:58

Porta Elisa, il Comune vuole portare sotto 4000 la capienza

Per il Comune di Lucca, dormiente da anni sul Porta Elisa e in generale sugli impianti sportivi, la capienza dello stadio va portata sotto le 4000 persone. Di più: a chi avrà l'onere di far ripartire il calcio a Lucca, l'amministrazione Tambellini chiede di giocare fuori casa le prime partite...


venerdì, 19 luglio 2019, 17:28

Futuro rossonero: due o più cordate in pista?

Al momento paiono essere due le cordate interessate, ma si rincorre la voce di una possibile terza che avrebbe il rifacimento dello stadio come obiettivo primario. Santoro: "Al 98 per cento saremo presenti alla manifestazione di interesse, ma per ora niente nomi"