Porta Elisa News

Emergenza difesa

giovedì, 11 ottobre 2018, 18:37

di diego checchi

È ancora presto per poter parlare di formazione anti-Gozzano, ma quello che è certo è che non ci sarà Gabbia e che Jovanovic sta lavorando ancora a parte. Di conseguenza, il dilemma maggiore è quello su come schierare la squadra in difesa. La Lucchese giocherà a tre o quattro? e con quali interpreti? Se dovesse giocare a tre, è probabile che per la prima volta venga proposto Palmese, con De Vito e Martinelli accanto a lui. Se invece il tecnico opterà per la retroguardia a quattro, De Vito e Martinelli sarebbero i candidati numero uno per comporre la coppia centrale, con Lombardo o Palumbo a destra e Favale a sinistra.

Non è escluso che Favarin possa fare un pensiero a Madrigali. Il giocatore ex Cosenza e Pontedera, nelle ultime partite, non è stato nemmeno convocato per scelta tecnica ma a Vercelli potrebbe esserci spazio per lui almeno in panchina, perché si sta allenando con grande impegno e determinazione. Tutto da scoprire anche il centrocampo e l'attacco, visto che le opportunità sono tante e ci potrebbe anche stare l'utilizzo di Strechie dal primo minuto dopo tre partite in cui il ragazzo ex Venezia ha veramente giocato poco.

Certamente Favarin dovrà scegliere pensando che dopo tre giorni ci sarà un'altra sfida importante come quella contro l'Arzachena. La squadra oggi si è allenata con una doppia seduta e nel pomeriggio i ragazzi si sono spostati al centro  "Sandro Vignini" per un allenamento a base di partitelle a pressione.



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


giovedì, 20 giugno 2019, 19:05

Massone: "Domani giorno decisivo"

Il legale che ha presentato la richiesta di concordato fa il punto: "Entro venerdì abbiamo bisogno di avere risposte per lo stadio alternativo e per la retealizzazione con l'Agenzia delle Entrate: dopo sarebbe troppo tardi. Ferrando rileverebbe le quote appena avute garanzie su questi due aspetti"


giovedì, 20 giugno 2019, 16:38

Tambellini e il modello dilettantistico per il calcio a Lucca

Nell’idea di città portata avanti dall’amministrazione Tambellini pare non vi sia alcuno spazio pensato per le aziende dello sport professionistico, e quindi anche per il suo indotto e l’eventuale occupazione che ne potrebbe conseguire, né che siano intraprese affittando strutture comunali, né investendo i propri capitali



giovedì, 20 giugno 2019, 12:31

Chiari (Fratelli d'Italia): "A Lucca ci si preoccupa di rifare lo stadio ex novo e non si pensa a quante altre strutture non sono agibili in città"

Il segretario provinciale di Fratelli d'Italia all'attacco: "Se lo stadio non è agibile, allora non lo sono nemmeno molte altre strutture pubbliche. Chi se ne assume la responsabilità? Tambellini ha avuto sette anni per investire sul Porta Elisa"


giovedì, 20 giugno 2019, 07:48

Massone: "Sono preoccupato"

Il legale che ha presentato domanda di concordato si dice preoccupato su tre fronti: "Il debito con l'Agenzia delle Entrate, lo stadio con il Comune che deve dare una risposta sui tempi e collaborare per trovare un impianto alternativo e la questione di chi deve versare per la ricapitalizzazione, i...