Porta Elisa News

Morrone smentisce: "Non faccio da tramite a nessun gruppo"

mercoledì, 10 ottobre 2018, 19:03

di diego checchi

Abbiamo contattato telefonicamente Alfonso Morrone, l'ex direttore sportivo del Pro Piacenza, che è anche il presidente dell'Associazione Direttori Sportivi Italiani e stuzzicato sulla possibilità che facesse da intermediario fra la società rossonera ed un gruppo di imprenditori del Nord Italia.

"Non so chi vi dia certe informazioni ma smentisco categoricamente che io possa fare da tramite ad un gruppo del nord Italia o che sia interessato all'acquisizione della Lucchese. Ho letto oggi per la prima volta il vostro giornale online e vorrei fare alcune precisazioni. Intanto non sono napoletano ma romano, al di là di questo ho un contratto con il Pro Piacenza per due stagioni e fino a fine agosto sono stato in quella società che attualmente è prima in classifica. Vorrà dire che ci ho messo anche qualcosa di mio. Avete anche scritto in un pezzo che parla del sottoscritto che ho avuto esperienze importanti solo nei dilettanti ma non è così perchè sono stato nei professionisti".

Domenica scorsa era al Porta Elisa a vedere Lucchese-Cuneo, vero? 

"Certamente sì. Questo fa parte del mio lavoro ma ciò non vuol dire che se domenica prossima sono a Caserta a vedere la partita della squadra di casa poi di conseguenza sia interessato ad acquisire o far acquisire la società campana".

Questa mattina non era in Comune a Lucca a parlare con il sindaco Tambellini? 

"Lo escludo categoricamente. Io adesso sono a Roma."



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


giovedì, 20 giugno 2019, 19:05

Massone: "Domani giorno decisivo"

Il legale che ha presentato la richiesta di concordato fa il punto: "Entro venerdì abbiamo bisogno di avere risposte per lo stadio alternativo e per la retealizzazione con l'Agenzia delle Entrate: dopo sarebbe troppo tardi. Ferrando rileverebbe le quote appena avute garanzie su questi due aspetti"


giovedì, 20 giugno 2019, 16:38

Tambellini e il modello dilettantistico per il calcio a Lucca

Nell’idea di città portata avanti dall’amministrazione Tambellini pare non vi sia alcuno spazio pensato per le aziende dello sport professionistico, e quindi anche per il suo indotto e l’eventuale occupazione che ne potrebbe conseguire, né che siano intraprese affittando strutture comunali, né investendo i propri capitali



giovedì, 20 giugno 2019, 12:31

Chiari (Fratelli d'Italia): "A Lucca ci si preoccupa di rifare lo stadio ex novo e non si pensa a quante altre strutture non sono agibili in città"

Il segretario provinciale di Fratelli d'Italia all'attacco: "Se lo stadio non è agibile, allora non lo sono nemmeno molte altre strutture pubbliche. Chi se ne assume la responsabilità? Tambellini ha avuto sette anni per investire sul Porta Elisa"


giovedì, 20 giugno 2019, 07:48

Massone: "Sono preoccupato"

Il legale che ha presentato domanda di concordato si dice preoccupato su tre fronti: "Il debito con l'Agenzia delle Entrate, lo stadio con il Comune che deve dare una risposta sui tempi e collaborare per trovare un impianto alternativo e la questione di chi deve versare per la ricapitalizzazione, i...