Porta Elisa News

Del Prete: "A breve arriveranno 150mila euro dalla Lega Pro"

martedì, 18 giugno 2019, 18:21

di fabrizio vincenti

Qualcosa si muove. Lo conferma lo stesso commissario giudiziale Claudio Del Prete che ha avuto contatti con la Lega Pro. Del denaro potrebbe essere sbloccato a breve, circa150mila euro, ovvero i contributi che la Lucchese ha ancora da avere per la scorsa stagione.

"Ho sentito in Lega Pro per svincolo delle cifre che ancora la società deve ricevere, mi hanno detto che stanno completando la rendicontazione e si dovrebbe trattare di circa 150mila euro".

Non verranno trattenute a compensazione del credito che la Lega vanta per la vicenda del mancato pagamento della multa per la fideiussione non valida?

"No, con la procedura del concordato preventivo non è più possibile la compensazione tra vecchi debiti e nuovi crediti: finiranno su un conto vincolato che è stato aperto con la procedura stessa e saranno a disposizione per la procedura del concordato e dell'iscrizione. Chiaro che non basteranno e dunque la differenza è a carico di questo signore che si è palesato".

Qual è la situazione per i versamenti: chi può farli veramente?

"La Lega prevede tre modalità: aumento di capitale, anticipo in vista di un aumento di capitale e prestito sempre comunque da parte dei vecchi soci. A meno che Ferrando non rilevi la Lucchese prima delle scadenze, non può versare denaro nelle casse, in quel caso sul conto corrente dedicato della società. Devono  farlo i vecchi soci, poi ovviamente trovando un accordo. Se paga Ferrando, serve un doppio passaggio: da lui a un socio e da questi al conto della Lucchese. Tenga conto che per la Lega la Lucchese non è nei parametri previsti e serve la ricapitalizzazione".

A che punto siete con la ricostruzione della contabilità?

"Se ne stanno occupanto lo studio Benigni e Ceniccola, le fatture a credito mancanti sono state emesse, anche troppe visto che alcune la Lega Pro le ha rifiutate".

Ha potuto vedere la sequenza dei pagamenti e la loro legittimità?

"Certo, ma non sono competente a entrare nel merito, la questione assumerebbe eventualmente un altro rilievo in caso di fallimento".

Le risulta che la Lucchese abbia cambiato l'indirizzo di posta elettronica certificata?

Sì, mi è stato comunicato, immagino sia perché il vecchio indirizzo era in mano a altri". 

Chi gestisce il conto corrente societario?

"Su di esso non c'è nulla, la gestione è in mano all'amministratore o a chi per lui".

Chi ha versato i 5000 euro della procedura concorsuale la scorsa settimana?

"Sono stati bonificati dall'avvocato Massone". 

La questione del Porta Elisa inagibile che peso può avere sulla procedura?

"Non è di certo una bella situazione, ma non è determinante né per l'iscrizione né per il concordato. Ovvio serve trovare un impianto alternativo con il via libera dei proprietari dello stesso e ovvio che si possono ventilare minori incassi sia al botteghino che per la pubblicità dentro lo stadio". 

 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 20 luglio 2019, 16:58

Corda: "Letto il bando, non ci sono problematiche particolari"

L'ex direttore tecnico del Como conferma l'intenzione di depositare la documentazione per la manifestazione di interesse: "Non avremo nessun problema a portare i 350mila euro e stiamo lavorando per produrre tutta la documentazione che serve. Lucca resta il nostro obiettivo primario"


sabato, 20 luglio 2019, 14:31

Acquedotto: il Comune dorme, parte la riqualifica di CasaPound

CasaPound è intervenuta con un'azione di riqualifica agli impianti sportivi dell'Acquedotto, un tempo casa della Lucchese: "Da troppo tempo la zona è stata lasciata a se stessa dal Comune". Raccolti sacconi di immondizia, tagliata l'erba della zona esterna al campo da gioco e messo un fissativo all'eternit presente



venerdì, 19 luglio 2019, 19:58

Porta Elisa, il Comune vuole portare sotto 4000 la capienza

Per il Comune di Lucca, dormiente da anni sul Porta Elisa e in generale sugli impianti sportivi, la capienza dello stadio va portata sotto le 4000 persone. Di più: a chi avrà l'onere di far ripartire il calcio a Lucca, l'amministrazione Tambellini chiede di giocare fuori casa le prime partite...


venerdì, 19 luglio 2019, 17:28

Futuro rossonero: due o più cordate in pista?

Al momento paiono essere due le cordate interessate, ma si rincorre la voce di una possibile terza che avrebbe il rifacimento dello stadio come obiettivo primario. Santoro: "Al 98 per cento saremo presenti alla manifestazione di interesse, ma per ora niente nomi"