Porta Elisa News

I rossoneri in coro: "Grazie Lucca, grazie alla tua gente..."

mercoledì, 12 giugno 2019, 11:21

Meno diffuso di Facebook, Instagram è il mezzo social più utilizzato dai giovani come i calciatori rossoneri, così molti di loro hanno utilizzato quella piattaforma per esprimere l'emozione per la salvezza raggiunta malgrado le difficoltà e raccontare il legame con città e compagni. Siamo andati a cercarli e ne abbiamo trovato qualcuno, che vi proponiamo. La commozione è davvero generale, i sentimenti autentici. 

"Ciao Lucca – scrive Mariano Bernardini – non pensavo mi fosse stato così difficile adare via da te. Ti riingrazio perché mi hai reso un giocatore migliore e più di tutto un uomo migliore. Ringrazio i miei compagni, lo staff al completo, tutti i tifosi per il grande supporto e amore verso di noi (immensi). Lucca sei stata e sarai sempre "casa" per me. Ci vediamo presto!".

Grande commozione anche da parte di Gianmarco De Feo, tornato subito a casa da Bisceglie per un lutto in famiglia: "Abbiamo avuto il sostegno di una tifoseria che porterò per sempre con me e che merita davvero altre categorie. Spero e credo di aver lasciato un'impronta di me importante che va oltre ai gol, agli assist o alle giocate: ho semplicemente dato tutto me stesso per entrare nella storia come abbiamo fatto. Con le lacrime agli occhi dico grazie a tutti e sempre forza Lucca. Gianmarco".

 "Una stagioe che rimarrà per sempre nel mio cuore! Ci siamo salvati – scrive Wladimiro Falcone – con 25 punti di penalizzazione! Siamo nella storia". "Grazie Lucca. Nonostante tutto siamo riusciti a salvarci. Grazie mille a tutti per quest'anno indimenticabile!", aggiunge Andrea Isufaj. "Ce ne andiamo da vincitori – scrive Gianni Palmese – ce ne andiamo da chi nonha mollato mai, mai nonostante tutto. Lasciamo un segno indelebile in una gloriosa storia di una squadra e una piccola meravigliosa città. Tra tante lacrime saluto Lucca, e tutte le persone che hanno fatto parte di quest'impresa che abbiamo voluto, sognato, realizzato. Grazie Lucca, grazie alla tua gente". 

"Ci hanno tolto veramente tutto ma mai la voglia di giocare e di lottare tutti insieme per questa maglia... sarebbe stato troppo facile per noi andarsene quando le cose non andavano più...cambiare maglia e pensare al nostro futuro come spesso succede a noi calciatori... ma noi volevamo entrare nel cuore della gente...nel cuore di una città che ci ha seguito fin dal primo giorno ovunque e che non meritava una fine così gloriosa. La Lucchese è ancora viva  serie C nonostante i 25 puti di penalizzazione! Non abbiamo fatto un miracolo... abbiamo semplicemente scritto la Storia! Il calcio è di chi lo ama...". 

"E' finita! Un'altra stagione si è conclusa – aggiunge Roberto Strechie – ma questa è veramente speciale e perciò rimarrà nel mio cuore per sempre! E' stato un anno difficile dove abbiamo incontrato molte difficoltà ma per fortuna ho trovato un gruppo di Uomini veri dove mi hanno insegnato a soffrire e ad andare avanti! Ci hanno dato per finiti ma NOi non abbiamo mollato! Abbiamo giocato 6 mesi senza prendere un euro, ci siamo fatti le righe del campo da soli, tutto questo per noi stessi ma soprattutto per la maglia della Lucchese! Ho imparato molto quest'anno perciò volevo ringraziarvi tutti dal primo all'ultimo".  Anche Giulio Favale si unisce al coro dei compagni: "Ancora non ci credo...salvarsi con 25 punti di penalizzazione non è da tutti, ma noi ce l'abbiano fatta. Abbiamo scritto un pezzo di storia, complimenti e grazie a tutti2.

Dalla Polonia dove è impegnato con la Under 20 azzurra parole importanti anche da parte di Matteo Gabbia che dialoga su Instragram con Mattia Lombardo: "Orgoglioso, fiero e consapevole che per sempre saremo legati da questa impresa. Ti voglio bene fratello ti voglio bene". La chiusura è per Simone Greselin, il rossonero gravemente infortunatosi a Olbia: "Non so che dire di questa stagione. Potrei veramente averne viste di tutte. Ciò di cui sono sicuro è che non dimenticherò mai l'anno passato con dei compagni meravigliosi, che sono diventati amici e fratelli nei momenti di difficoltà (forse troppi), l'affetto della gente di Lucca quelli che ci tenevano davvero e hanno fatto di tutto per permetterci di andare avanti".

 

 

 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


martedì, 18 giugno 2019, 18:21

Del Prete: "A breve arriveranno 150mila euro dalla Lega Pro"

Il commissario giudiziale Claudio Del Prete conferma: "Ho sentito in Lega Pro per svincolo delle cifre che ancora la società deve ricevere, mi hanno detto che stanno completando la rendicontazione, il resto dovrà metterlo chi si è palesato, anche sei versamenti dovrano essere effettuati da un socio"


martedì, 18 giugno 2019, 08:16

Gabbia: "Grazie a tutti, i tifosi ci hanno fatto capire cosa vuol dire amare la propria squadra"

Il rossonero affida a Instagram le sue riflessioni su una stagione che lo ha definitivamente consacrato: "Vorrei ringraziare tutte le persone che mi sono state vicine in questa stagione: i miei compagni, tutto lo staff tecnico / medico, il direttore e la segretaria della Lucchese e grazie a tutto il...



lunedì, 17 giugno 2019, 20:31

Massone: "I soldi ci sono, sono gli adempimenti a essere un ostacolo"

Oggi era il giorno per la presentazione di una serie di documenti inerenti l'impianto: "Depositato un documento sulla indisponibilità del Porta Elisa, una richiesta di deroga e confermata l'assicurazione che entro il 24 sarà presentata la documentazione sull'impianto, peraltro rischiamo solo una multa"


lunedì, 17 giugno 2019, 17:08

A Lucca Tambellini è incapace di tenere aperto il Porta Elisa: ecco cosa fanno gli altri sindaci

Tantissime le realtà coinvolte dalle nuove normative ma solo il Comune di Lucca, come dichiarato dal suo assessore allo sport Ragghianti, sembra essersi fatto trovare del tutto impreparato tanto da non aver elaborato alcun progetto o proposta oltre la migrazione in altro impianto a tempo indeterminato