Porta Elisa News

Massone: "Sono preoccupato"

giovedì, 20 giugno 2019, 07:48

Tre nodi che potrebbero portare a schiantare ogni tentativo, a prescindere dal pagamento di quanto dovuto, oltre 600mila euro, per gli stipendi arretrati dovuti ai dipendenti, un passaggio obbligato da consumarsi entro il 24 giugno prossimo. A pesare sono il rapporto con l'Agenzia delle Entrare, la vicenda stadio e le modalità del pagamento, come conferma l'avvocato Angelo Massone che ha presentato domanda di concordato per la Lucchese.

"Sono preoccupato e non per quanto da pagare ai tesserati, ho già detto, e ripeto, che Ferrando onorerà gli impegni, il denaro c'è. A preoccuparmi sono altri aspetti".

Ovvero?

"Intanto il debito con l'Agenzia delle Entrate: ci sono poste debitorie non in cartella, quelle aperte abbiano provveduto a chiedere la rottamazione, che devono essere pagate tutte. Ballano 400mila euro, stiamo cercando una soluzione che speriamo arrivi oggi".

Per la fideissione a che punto siete?

"Non è un problema, ci siamo già mossi".

E allora quali sono gli altri?

"La vicenda stadio. Abbiamo ristretto il campo dei possibili impianti alternativi, ma serve che il Comune si attivi: è chiaro che chiedere a una città l'impianto attraverso l'amministrazione comunale non è la solita cosa che chiederla noi. Ci è stato detto che si sono attivati, i tempi sono stretti e comunque c'è da capire se si tratterà di rimanere fuori dal Porta Elisa per qualche mese o per quanto".

E contate di avere una risposta precisa, la vicenda in Comune è all'anno zero?

"Risposte precise, no, ma una volontà politica sì: va capito cosa vuol fare l'amminiatrazione comunale e lo deve dire alla città non tanto a noi".

Per la vicenda dei versamenti per ricapitalizzare la Lucchese che devono essere fatti da soci, come pensate di risolvere?

"In linea teorica se tutto va a posto, Ferrando potrebbe acquisire prima di lunedì la società e dunque versare direttamente. Chiaro che lo farà solo quando la Covisoc avrà sciolto gli altri nodi. Quanto a un versamento tramite soci vecchi, escludo Castelli per motivi di opportunità, non reterebbero che Moriconi, anzi Città Digitali, e Micheloni, ma non ne ho ancora parlato". 

 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 20 luglio 2019, 16:58

Corda: "Letto il bando, non ci sono problematiche particolari"

L'ex direttore tecnico del Como conferma l'intenzione di depositare la documentazione per la manifestazione di interesse: "Non avremo nessun problema a portare i 350mila euro e stiamo lavorando per produrre tutta la documentazione che serve. Lucca resta il nostro obiettivo primario"


sabato, 20 luglio 2019, 14:31

Acquedotto: il Comune dorme, parte la riqualifica di CasaPound

CasaPound è intervenuta con un'azione di riqualifica agli impianti sportivi dell'Acquedotto, un tempo casa della Lucchese: "Da troppo tempo la zona è stata lasciata a se stessa dal Comune". Raccolti sacconi di immondizia, tagliata l'erba della zona esterna al campo da gioco e messo un fissativo all'eternit presente



venerdì, 19 luglio 2019, 19:58

Porta Elisa, il Comune vuole portare sotto 4000 la capienza

Per il Comune di Lucca, dormiente da anni sul Porta Elisa e in generale sugli impianti sportivi, la capienza dello stadio va portata sotto le 4000 persone. Di più: a chi avrà l'onere di far ripartire il calcio a Lucca, l'amministrazione Tambellini chiede di giocare fuori casa le prime partite...


venerdì, 19 luglio 2019, 17:28

Futuro rossonero: due o più cordate in pista?

Al momento paiono essere due le cordate interessate, ma si rincorre la voce di una possibile terza che avrebbe il rifacimento dello stadio come obiettivo primario. Santoro: "Al 98 per cento saremo presenti alla manifestazione di interesse, ma per ora niente nomi"