Porta Elisa News

Deoma preferisce non parlare

venerdì, 12 luglio 2019, 08:52

di diego checchi

“Non dire gatto finché non ce l’hai nel sacco’, come usava dire Giovanni Trapattoni ai tempi della Juventus. Abbiamo provato ad interpellare Daniele Deoma, ma ha preferito non parlare facendo capire che quando sarà il momento gli interlocutori non avranno problemi ad esporre il progetto. Per lui si parla di un possibile incarico da direttore sportivo. È un momento di attesa. E tra i componenti la cordata si vuole capire se il sindaco darà loro il mandato per occuparsi della nuova Lucchese, naturalmente dopo la manifestazione di interesse.

Le cose certe sono le loro idee chiare e il loro progetto a lungo respiro. In fin dei conti, questi signori vivono a Lucca, hanno legato una buona fetta della loro carriera alla Lucchese. Capiamo anche l’impazienza dei tifosi e la voglia di sapere, ma da questa parte tutto top secret. Anche perché, fino ad ora, persiste soltanto l’idea di compiere un’operazione di salvataggio, niente di più. Oggi dovrebbe arrivare al sindaco l’autorizzazione della Figc per poi stilare un bando e decidere a chi affidare la società rappresentativa della città. Tra qualche giorno ne sapremo di più, ma intanto le bocche sono cucite. E si preferisce non parlare prima di aver compiuto il passo decisivo.



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 20 luglio 2019, 16:58

Corda: "Letto il bando, non ci sono problematiche particolari"

L'ex direttore tecnico del Como conferma l'intenzione di depositare la documentazione per la manifestazione di interesse: "Non avremo nessun problema a portare i 350mila euro e stiamo lavorando per produrre tutta la documentazione che serve. Lucca resta il nostro obiettivo primario"


sabato, 20 luglio 2019, 14:31

Acquedotto: il Comune dorme, parte la riqualifica di CasaPound

CasaPound è intervenuta con un'azione di riqualifica agli impianti sportivi dell'Acquedotto, un tempo casa della Lucchese: "Da troppo tempo la zona è stata lasciata a se stessa dal Comune". Raccolti sacconi di immondizia, tagliata l'erba della zona esterna al campo da gioco e messo un fissativo all'eternit presente



venerdì, 19 luglio 2019, 19:58

Porta Elisa, il Comune vuole portare sotto 4000 la capienza

Per il Comune di Lucca, dormiente da anni sul Porta Elisa e in generale sugli impianti sportivi, la capienza dello stadio va portata sotto le 4000 persone. Di più: a chi avrà l'onere di far ripartire il calcio a Lucca, l'amministrazione Tambellini chiede di giocare fuori casa le prime partite...


venerdì, 19 luglio 2019, 17:28

Futuro rossonero: due o più cordate in pista?

Al momento paiono essere due le cordate interessate, ma si rincorre la voce di una possibile terza che avrebbe il rifacimento dello stadio come obiettivo primario. Santoro: "Al 98 per cento saremo presenti alla manifestazione di interesse, ma per ora niente nomi"