Mondo Pantera

Mille tifosi alla presentazione della Lucchese

mercoledì, 23 agosto 2017, 21:02

Nuovo anno che parte. La Lucchese ha fatto il suo esordio con la presentazione della squadra davanti al proprio pubblico. Almeno un migliaio di persone si sono affollate sui gradini del Porta Elisa per quello che è ormai un appuntamento fisso a fine agosto. La serata, presentata da Giuseppe Bini e Laura Toccafondi. Tanti ospiti, a partire dall'arcivescovo Castellani, fischi e insulti a oltranza per il sindaco Tambellini, di sicuro non ben voluto dalle parti del Porta Elisa. Presente anche l'ex presidente del Senato Marcello Pera.

Preceduti dalla presentazione di tutto il settore giovanile rossonero e della squadra femminile della Libertas, poco dopo le 21 sono entrati in campo gli uomini di mister Lopez. A parlare, prima di tutti, è stato l'amministratore unico Carlo Bini: "Senza stampa, società e pubblico non si può fare nulla: stateci vicino, Lucca deve aiutarci. Siamo e rimaniamo lucchesi in tutto, siamo gli eredi di quella Repubblica di Lucca". Premi per la Gesam Gas e Luce campione d'Italia di basket femminile, a ricevere il riconoscimento lil capitano Martina Crippa e altreo giocatrici, ma anche per un altro orgoglio sportivo di Lucca, Andrea Lanfi, atleta della Virtus che ha perso le gambe ma non una voglia di vivere e lottare che è di esempio. Per tutti i giocatori ha parlato il capitano Matteo Nolé: "Non abbiamo obiettivi particolari ma penseremo partita per partita: noi siamo carichi".

"Dobbiamo ripartire dai play off e da quel tifo incessante – ha aggiunto Moreno Micheloni, slo della Lucchese – quest'anno ci saranno tamburi e megafoni, e in futuro toglieranno una tessera del tifoso che è stata solo un problema, vogliamo ripartire da quelle giornate dove si sono riviste tante famiglie allo stadio". "Grande soddisfazione vedere questo pubblico, dopo le tante vicissitudini – ha spiegato il direttore Antonio Obbedio – vedo tanto entusiasmo". Per ultime le parole del tecnico Giovanni Lopez: "Lavoriamo per creare entusiasmo e ci alleniamo duramente proprio per questo, nella prima squadra ci sono persone che sono di esempio per i giovani della Lucchese". Poi, immancabile, la foto di rito sotto i tifosi, mentre i ragazzi del settore giovanile disegnavano il numero magico: 1905i. Si può partire. Forza Pantera.


Altri articoli in Mondo Pantera


mercoledì, 18 luglio 2018, 20:23

L'assessore Ragghianti replica all'Acf Lucchese: "Dispiace..."

L'assessore allo sport Stefano Ragghianti prova a rispondere alle dure critiche di immobilismo mosse dalll'Acf Lucchese che ha dovuto chiudere i battenti in questi giorni: "L'amministrazione è impegnata, per quanto è in suo potere, nel sostegno e nella promozione del settore sportivo"


martedì, 17 luglio 2018, 12:12

L'Acf Lucchese non si iscrive al campionato di serie B e svincola le giocatrici

Dopo avere esplorato ogni possibilità, compresa quella di giocare in un’altra sede, l’Acf Lucchese Femminile ha dovuto arrendersi all’ amara realtà. Chiocchetti: "Una sconfitta per la città di Lucca, amministrata da chi cerca lo sport solo in campagna elettorale o a parole"



domenica, 15 luglio 2018, 22:56

Vecchia Ovest: "C'è chi strumentalizza la vicenda societaria per colpire i tifosi"

Uno dei gruppi della Curva Ovest prende posizione sul presunto clima pesante denuniciato da alcuni organi di informazione: "C'è chi tende a scaricare colpe, timori e malelingue sulla tifoseria rossonera, che invece è l'unica a sorbirsi le malefatte, le malagestioni e le promesse mancate"


martedì, 10 luglio 2018, 09:39

Vecchia Ovest: "Tutti responsabili, ma dateci un campo, una categoria e una squadra e noi tiferemo"

Anche il gruppo della Vecchia Ovest prende posizione sulla crisi della Lucchese: "No a soluzioni con avventurieri, ma la situazione è figlia delle mancate risposte della politica, di una gestione che ha creato milioni di debiti e dell'indifferenza dell'imprenditoria cittadina"