Privacy policy & cookies Show more

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti al loro uso. Nell'Informativa sulla Privacy puoi leggere le istruzioni per l'eventuale disabilitazione.

Detto tra noi


Detto tra noi

Ancora uno sforzo

domenica, 30 aprile 2017, 11:12

di fabrizio vincenti

E' la concretezza, in questo momento, l'arma vincente della Lucchese. Pochi fronzoli, tanta concentrazione, un atteggiamento sicuramente non spregiudicato, un po' come vuole il suo allenatore Lopez, a aver portato i rossoneri a un passo dai play off. Il traguardo, considerando l'annata e le vicissitudini, sarebbe molto prestigioso. Intendiamoci: la Lucchese di metà campionato, per quello che ha mostrato, poteva tranquillamente arrivare nelle prime sei, con quello che ne sarebbe conseguito. La conferma arriva dai gol subìti: la Lucchese è al pari della Cremonese destinata, salvo colpi di scena, al salto di categoria. Sono mancati i gol, e del resto perdere Forte, Terrani, Martinez e anche Zecchinato, non è un colpo facile da assorbire. E meno male che Fanucchi e De Feo si sono fatti carico di alimentare l'anemico attacco rossonero.  A questo punto, però, a una giornata dal termine del campionato, i numeri dicono che la Lucchese, nonostante tutto, nonostante le gravi vicissitudini dovute affrontare, è lì. Può farcela. Addirittura, forse, nemmeno come decima, ovvero nell'ultimo posto disponibile per la griglia play off. Cosa possa realmente fare dalla settimana dopo è...


Detto tra noi

Carpe diem

sabato, 15 aprile 2017, 17:00

di fabrizio vincenti

Carpe diem, dicevano i latini, cogli l'attimo. E su quello concentra l'attenzione, le forze. Un invito a vivere il presente senza perdersi troppo dietro il passato, ma anche il futuro. Spesso tutto da decifrare. Proprio quanto possono fare la Lucchese e i suoi tifosi in questo momento. Il futuro, anche dopo le parole pubbliche dell'attuale amministratore unico Carlo Bini, uno che tutto gli si può dire meno che non voglia bene alla Pantera, è ancora da decifrare. Tanti soci? Un unico compratore? Nuovi ingressi? Dal territorio? O da fuori? E' tutto avvolto, per ora, nelle nebbie. Almeno per i comuni mortali. E allora conviene, senza dimenticarsi delle prospettive societarie, statene certi, concentrarsi sui campo. Dove la Lucchese del Lopez secondo, con la vittoria contro il Siena, è a un passo dal centrare l'obiettivo play off. I rossoneri non hanno un calendario facile, a partire dalla gara di Cremona, per i lombardi costituirà un altro passo fondamentale verso la serie B dopo una rincorsa clamorosa. Ma è anche vero che il Pro Piacenza non lo ha certamente molto più facile e, forse, paga anche un certo appagamento per unasalvezza (bellissima) raggiunta. Ergo la Lucchese può davvero centrare l'obiettivo minimo stagionale, sia pure con un piazzamento, il decimo, massimo il nono, che paga dazio al parziale smantellamento della...


Detto tra noi

Play difficili, ma non impossibili

domenica, 9 aprile 2017, 14:19

di fabrizio vincenti

Con il suo pragmatismo e la saggezza conosciuti durante la sua prima esperienza in rossonero, Giovanni Lopez sta provando a condurre la Lucchese ai play off. Certo, non è un bel vedere, la squadra in queste prime tre gare ha offerto pochi scampoli di bel gioco, ma ha mostrato almeno una concretezza che sembrava smarrita nell'ultimo periodo che ha preceduto l'esonero, lo ripetiamo gestito davvero in modo pessimo, di Galderisi. Non sarà facile arrivare nelle prime dieci, complice un calendario che prevede, tra le altre, anche la trasferta a Cremona contro i grigiorossi a un passo dalla rimonta pazzesca nei confronti dell'Alessandria, che anche nelle due gare con i rossoneri aveva mostrato di avere principalmente individualità e molta buona sorte. Dicevamo non sarà facile arrivare nelle prime dieci, oltretutto il decimo posto ci lascerebbe un pizzico di groppo in gola pensando alle posizioni occupate dalla Lucchese per gran parte della stagione, ma sarebbe comunque un risultato destinato a rendere meno amara una stagione che sembrava avviarsi sotto altri auspici e che ha regalato l'ennesima delusione ai tifosi sempre più rassegnati a vivere un...


Detto tra noi

Una vicenda gestita malissimo

mercoledì, 29 marzo 2017, 21:35

di fabrizio vincenti

Ci spiace. E tanto. Ci spiace dover ripetere esattamente i concetti espressi circa un anno fa. Ovvero quando fu esonerato l'allora tecnico rossonero Giovanni Lopez. In quella circostanza, come al momento della mancata conferma di Galderisi l'anno prima, non potemmo che sottolineare che chi paga, decide. E che dunque, pur non condividendo la scelta della società guidata da Bacci, riconoscevamo che era persino scontato che a decidere fosse la guida societaria. Praticamente a distanza di un anno, ci risiamo. Belli pari. La proprietà è cambiata. Ora sono tutti lucchesi e questo è un motivo di vanto per tutti. A iniziare dagli stessi soci. Ma la scelta di licenziare Galderisi su due piedi ci lascia senza parole. Se non, appunto, ribadendo che chi paga, pretende. E decide. Le spiegazioni abbozzate dal diesse Obbedio, a cui peraltro non sarebbe toccato dover motivare una scelta, come da lui stesso sottolineato, dei soci all'unanimità, non dicono nulla. Se non che il dissidio tra l'ex tecnico della Lucchese e gli attuali proprietari, era a 360°. Ovvero? Portate pazienza, ma noi non capiamo. Se c'erano gravi motivi, in qualche modo sarebbe servito fare chiarezza. Se, come probabile, si tratta solo di una diversità di vedute, qualche risultato negativo di troppo e, aggiungiamo, uno scarso feeling che va avanti sin dai tempi di Bacci, anche per certe visioni...


Detto tra noi

Non ci siamo proprio

domenica, 26 marzo 2017, 11:31

di fabrizio vincenti

A memoria francamente non ricordavamo un caso simile. Di silenzi stampa e poca voglia di parlare,  la mente è piena di ricordi. Come pure di decisioni repentine di non far parlare nessuno, anche in epoca Bacci, sull'onda della stizza di una partita persa, magari malamente. Ma quanto visto a Viterbo supera di gran lunga i precedenti. La scelta della società, a quanto appreso dopo consultazione tra i numerosi soci, di non permettere di parlare in sala stampa a mister Galderisi è una novità assoluta. Una vicenda spiacevole, che non depone a favore di nessuno. Tantomeno della nuova compagine. Ricostriamo l'ennesima settimana difficile in casa rossonera, dove ormai si va a vista e dove la squadra pare aver mollato. Venerdì scorso il tecnico, nella consueta conferenza stampa pre gara, si era lasciato andare a uno sfogo dettato dall'amarezza. "Mi piacerebbe andare in Serie B, sono venuto qui per questo e per tre volte mi hanno smantellato tutto. Ma cerchiamo di essere concreti e guardare al nostro obiettivo che è la salvezza": ecco un passaggio chiave delle sue parole. Parole difficilmente contestabili, ma che hanno evidentemente irritato i diriigenti. Motivi di opportunità avrebbero consigliato di non pronunciarle se non altro per non demotivare una squadra che pare ormai aver staccato la spina. Ma, ripetiamo, corrispondono al vero. I dati parlano comunque chiaro: da gennaio a ora la Lucchese ha...


Detto tra noi

La Lucchese è il dottor Jekyll o mister Hyde?

lunedì, 13 marzo 2017, 10:34

di fabrizio vincenti

E' difficile, davvero difficile, raccapezzarci nella situazione dello spogliatoio rossonero. Ci vorrebbe uno psicologo. Perché rivedere le ultime prestazioni alla luce di quanto fatto solo un mese fa contro Arezzo e Livorno, ma anche contro l'Alessandria, è roba da psicoanalisi. La Lucchese ha tenuto in scacco e giocato alla pari, se non di più, con le migliori formazioni del torneo, naturalmente palesando gli evidenti limiti in fase realizzativa (qualcuno aveva dei dubbi o pensava che al mercato di gennaio la Lucchese si fosse rinforzata e non piuttosto abbia fatto cassa per sopravvivere e limitare, tecnicamente parlando, i danni?).  Ma quello che è inaccettabile e che chiama in causa tecnico e giocatori e la mancanza di rabbia, di furore, di concentrazione che si sono palesate nelle ultime gare. A Tivoli, contro la Lupa Roma, si è provato a far finta che il problema fosse l'uomo in meno, come se davanti si avesse trovato il Real Madrid e non una squadra che galleggia sui bassifondi. Se ogni partita giocata in dieci dovesse finire così, converrebbe andare negli spogliatoi anzitempo. Prima ancora c'era stata la gara contro il Pontedera, contrassegnata da zero, ripetiamo zero, tiri verso la porta avversaria. Roba da...


Detto tra noi

Si è finalmente voltata pagina, ma il domani è già adesso

lunedì, 6 marzo 2017, 19:26

di fabrizio vincenti

Si è voltata pagina. Finalmente. L'epoca di Andrea Bacci, della Coam, dell'asse Rignano-Lucca, via Scandicci, è alle spalle. Gli ultimi giorni non sono stati privi di tensione e lo stesso epilogo, con la rimozione dell'imprenditore fiorentino dall'incarico di amminitratore, comprova che la vicenda non si è chiusa tranquillamente. Anzi. Probabile vi siano strascichi. E pensare che Bacci, a gennaio, nell'ultima sua conferenza stampa fiume dalla sala stampa del Porta Elisa aveva assicurato di volersi fare da parte senza problemi.  "Lascio – dichiarò – perché il passaggio sia sereno e tranquillo e con l'augurio che qualsiasi componente ci sia riesca a fare molto meglio di quanto fatto sino a oggi. Chi ha espresso la volontà di coprire ora dovrà coprire e a quel punto convocherò l'assemblea, io non sarò un problema per il buon lavoro che vorranno fare e anzi se potrò dare una mano lo farò: non ho niente contro di loro. E comunque con me la Lucchese non falliva, sarebbe stata messa in liquidazione e poi sarebbe stata messa in un campionato di Eccellenza". Lasciando stare la boutade dell'Eccellenza, decisamente offensiva per chi ama la Lucchese e che è lo specchio della...


Detto tra noi

Non cambia niente

lunedì, 20 febbraio 2017, 14:20

di fabrizio vincenti

"Nonostante la sconfitta forza Pantera": ecco il primo messaggio di giornata che abbiamo trovato nel profilo Facebook di Gazzetta Lucchese. Era lasciato scritto da un tifoso della Lucchese che ci segue da sempre. E che ringraziamo come tutti coloro che quotidianamente ci leggono. A volte, presi delle dinamiche del lavoro, dai suoi tempi, a volte molto stretti, ci dimentichiamo di dirvi quanto siete importanti per noi. E di quanto ci seguiate con affetto, che prende a volte la forma di un suggerimento, altre di una precisazione o di un rimprovero, fosse anche solo per un refuso. Ma sempre con la sensazione di scrivere a qualcuno di famiglia. Bellissimo. Per chi fa questo mestiere è benzina nel motore. Continuate e non potremo che dirvi grazie. Dicevamo di questo primo messaggio della giornata: cos'altro aggiungere alle parole di queste tifoso? Solo che non è cambiato nulla. La sconfitta contro il Pontedera, chi non crede alle bestie nere, bene si interroghi, almeno nel calcio, è di quelle da archiviare immediatamente. Troppo brutta la Lucchese per essere vera. Il tecnico, stavolta, a nostro avviso, non l'ha imbroccata con la formazione di partenza, ma fa parte del gioco. Gli infallibili possono accomodarsi...


Detto tra noi

Lucca United, una scommessa che va solo incoraggiata

mercoledì, 8 febbraio 2017, 08:45

Un atto di amore. Indiscutibilmente. Lucca United, la cooperativa dei tifosi rossoneri, non ha bisogno di cantori entusiastici, sempre dannosi, che narrino le sue gesta. Tutt'altro. Oltretutto ha saputo dimostrare di difendersi da sè. E con essa, qualche volta, siamo stati in disaccordo. Come si può e si deve essere tra persone che si dicono anche cosa non va, sempre con un fine costruttivo. Ma quanto fatto lunedì sera, con la decisione, per alcuni apparsa al limite dellla follia, di alzare la sua quota dentro la Lucchese sino al 10 per cento, ci appare qualcosa di gigantesco. D'accordo: c'è chi sostiene che i tifosi devono fare i tifosi, ed è chiaro che chi si assume l'obbligo di codirigere la "baracca" rossonera deve determinare le sue azioni per garantire un futuro alla società in un contesto di costi economicamente sostenibili. Ma ci l'ha detto che i tifosi non siano in grado di fare tutto questo? Oppure si pensa che i tifosi siano per definizione idioti da mungere? O, peggio, che non si possa essere tifosi e contemporaneamente avere altre sensibilità? Facciamo chiarezza: ci sostiene questo pensa che i tifosi siano dei bambini mai cresciuti, gente incapace di fare altro che urlare e reclamare giocatori più forti. O che essere tifosi, automaticamente, inibisca qualunque altra sensibilità. Non lo pensiamo minimamente. E del resto a chi ci dice che facciamo il nostro mestiere mantendendo comunque l'anima da...


Detto tra noi

La traversata nel deserto è cominciata

domenica, 29 gennaio 2017, 10:39

di fabrizio vincenti

Il bello arriva ora. E comunque vada, sarà un successo, perché alternative non ve ne erano. L'era Bacci, chiamiamola così, è finita e non aveva, visto i gravi problemi che avvolgono l'imprenditore fiorentino e il suo mondo, nessuna possibilità di proseguire. Dunque quel capitolo è all'epilogo, chi è stato un po' più attento lo aveva capito da mesi e mesi, altri, in buonafede o per interesse, se ne sono accorti solo ora. Noi, ora, non parteciperemo al massacro mediatico di Bacci. Gli abbiamo fatto una guerra dura, a tratti durissima. Ma guardandolo in faccia e lealmente. L'uomo ha tantissime colpe e anche qualche merito, ma comunque sia è il passato. E su chi è a terra non ci accaniremo mai. E' uno sport troppo diffuso in Italia. Come del resto sorvoliamo su chi, sino a poco tempo fa, come un qualsiasi cortigiano o un qualsiasi marchettaro, pensava fosse la salvezza, l'uomo del destino, l'unico futuro possibile, proprio come in passato era successo a altri personaggi che hanno fatto sanguinare la Pantera. E sorvoliamo anche sui peana riservati, sino a pochi mesi fa, a personaggi dello spessore di Fabio Bettucci, come se fossero illuminati amministratori. E, scusateci, passiamo anche sopra i fischi che una parte dello stadio ha più volte riservato alla curva che provava a contestare la gestione Bacci e i suoi diktat. Sono episodi di pochi mesi fa, non di...


Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 » di 12 totali

planet win 365 lucca


#viasangiorgio21


calendario rossonero 2017



Ultime notizie brevi


domenica, 30 aprile 2017, 19:46

Mister Albè, (Giana Erminio): "Contro la Lucchese dobbiamo fare almeno un punto"

Terza sconfitta consecutiva per la Giana Erminio, prossimo avversario dei rossoneri, un calo evidente che lo stesso tecnico del lombardi Albè ammette: "A rischio i play off in casa? C'è anche questo pericolo, visto che abbiamo a due punti il Piacenza, noi giochiamo in casa contro la Lucchese e dobbiamo...


sabato, 29 aprile 2017, 20:05

Sprint finale per Cremonese e Alessandria, ma la classifica premia i lombardi

Sono appaiate al primo posto in classifica, ma in casa Alessandria si possono davvero ancora una volta mordere le mani; mentre la Cremonese ha perso a Livorno, i grigi non sono andati oltre un pari fuori casa con la Lupa Roma.


sabato, 29 aprile 2017, 18:21

Penultima di ritorno, i risultati di tutte le gare: Cremonese e Alessandria a pari punti

Si sono concluse tutte le gare valide per la penultima giornata di ritorno. Ecco i risultati tra cui spicca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 28 aprile 2017, 19:54

Lucchese-Carrarese, Lopez convoca 22 rossoneri: ci sono anche Cecchini e Merlonghi

Sono 22 i giocatori che mister Lopez ha convocato per il derby contro la Carrarese in scena al Porta Elisa: Di Masi, Nobile, Ronchi, Brusacà, Capuano, Cecchini, De Martino, Dermaku, Espeche, Maini, Tavanti, Bruccini, Cannoni, Gargiulo, Mingazzini, Nolè, Bragadin, D’Auria, De Feo, Fanucchi, Merlonghi, Raffini.


venerdì, 28 aprile 2017, 15:56

Mercato che verrà: la Lucchese sulle tracce di Sciamanna?

Secondo www.tuttomercatoweb.com anche la Lucchese sarebbe sulle tracce di Jacopo Sciamanna, esterno offensivo classe 1990 della Correggese. A contendersi il giocatore, 22 gol ein 30 presenze, secondo il noto portale, sarebbero Lucchese, Siena, Modena, Piacenza e Reggina.


venerdì, 28 aprile 2017, 14:49

Rappresentativa Under 17 di Lega Pro, ancora una convocazione per il rossonero Della Morte

C'è anche il rossonero Simone Della Morte tra i convocati per il raduon della Rappresentativa Under 17 Lega Pro è in programma nei giorni 2-3 maggio a Cesena. Lo stage si chiuderà con l’amichevole con gli Allievi Under 17 del Cesena.