Detto tra noi


Detto tra noi

Riparte il campionato e Gazzetta Lucchese rilancia la sua sfida alle stelle

mercoledì, 23 agosto 2017, 17:17

Riparte il campionato, sciopero permettendo. E Gazzetta Lucchese è più pronta che mai. A dieci anni dal suo esordio, quello che è un punto di riferimento per tutti i tifosi, ma anche per gli addetti ai lavori, si rinnova. Lo dobbiamo, a prezzo di grandi sacrifici, economici e non solo, ai circa 150mila utenti annuali, che producono qualcosa come 2,3 milioni di pagine lette. Numeri importanti per una testata on line che parla quasi esclusivamente di calcio rossonero, e che testimoniano un grande amore, a volte soffocato alle troppe disavventure patite negli anni dalla Lucchese, duro a morire. Qualcuno lo avrà già notato, ma da oggi è comparsa la colonna dei twit sulla home page del sito. Twitter di Gazzetta Lucchese è partito da qualche settimana, e promette di aggiornarvi con immediatezza e precisione. Dopo Facebook, sempre più seguito, ecco Twitter. Ma le novità non sono finite qui: i tecnici della Directo da sempre al nostro fianco, sono al lavoro per aggiornare il motore  su cui gira il sito e questo renderà la navigazione più veloce. Non basta: a breve sarà prodotta anche la versione di Gazzetta Lucchese per smartphone, circa un terzo dei nostri contatti arrivano da lì, era giusto offrire uno strumento che consentisse di leggere le notizie senza...


Detto tra noi

Qual è la direzione di marcia?

sabato, 5 agosto 2017, 16:40

di fabrizio vincenti

Ci dobbiamo ripetere. Ci scuserete. Ma il rispetto che abbiamo per voi e per il lavoro che facciamo ce lo impone. Siano a agosto: avete notizie di nuovi ingressi nella Lucchese? Ne avevano parlato nelle scorse settimane, e siamo al solito punto. D'accordo, ci direte: date il tempo di lavorare all'ex presidente del Senato Pera. Vero. Ma, realisticamente, qualcuno è in grado di vantare speranze che il tentativo sortisca effetti importanti? Lo stesso Pera, con grande onestà, ha dichiarato che ci proverà. La risposta della città ci pare freddina, nonostante il solleone. Come molto assente ci pare il Comune: dalla foto del gennaio scorso con i sindaci della Piana riuniti siamo ancora in attesa di un gesto concreto. Convenzione? Saltocchio? Parcheggio sotto la gradinata? Reperimento di nuovi soci? A che punto stiamo. Zero, o quasi. in pratica, salvo che per le belle operazioni di mercato di Obbedio, dentro la società non sta entrando un euro da mani diverse dalle solite. Nelle percentuali che si intuiscono. A tener banco, invece, la trattativa nelle scorse settimane con un personaggio con trascorsi definibili come quantomeno controversi. Poi, più nulla. Se non una gaffe dopo l'altra con nomine fatte e revocate nel modo peggiore fosse possibile, con un responsabile del settore giovanile, bene o male che abbia fatto, esautorato a pochi giorni dall'avvio della...


Detto tra noi

Ufficiale: per il ministero dell'Interno il problema dell'Italia sono i tifosi

lunedì, 24 luglio 2017, 12:12

di fabrizio vincenti

Non ci volevamo credere. Eppure era vero. In un ambiente di festa, peraltro in quel gioiello di paese che risponde al nome di Fiumalbo, mentre i tifosi rossoneri iniziavano a affluire al campo sportivo della località appennica per la prima amichevole stagionale della Lucchese, ha fatto la sua comparsa un mezzo Iveco antisommossa della Polizia di Stato. A bordo un gruppo di agenti del reparto mobile, vestiti di tutto punto. Come se fossero diretti all'Olimpico o a San Siro. O, almeno, a una partita di campionato della squadra di Lopez in quella Lega Pro che è sempre più la controfigura della serie C di tanti anni fa. Ma le sorprese non erano finite. Come sempre in questi casi, i Carabinieri, oltretutto competenti nelle zone montane, avevano inviato una loro pattuglia. E, naturalmente, immaginiamo per scelta della Questura di Modena, non potevano nemmeno mancare un gruppo di agenti in borghese, con tanto di telecamera e di macchina fotografica. A conti fatti per l'amichevole con La Veloce di Fiumalbo, ripetiamo: La Veloce di Fiumalbo, erano presenti una decina abbondante di rappresentanti delle forze dell'ordine. Considerando che sugli spalti c'era oltre un centinaio di persone, il rapporto era di circa un agente ogni dieci persone. Come se all'Olimpico, per una gara da 70.000 fossero presenti 7.000 agenti. Peraltro con ben altre problematiche di...


Detto tra noi

Nuovi ingressi, è tempo di dare segnali chiari

mercoledì, 5 luglio 2017, 19:20

di fabrizio vincenti

Bene. Bravi. Bis. La Lucchese e i suoi dirigenti hanno, nei tempi previsti, presentato la fideiussione indispensabile per l'iscrizione al prossimo campionato. Un atto fondamentale, reso ancora più complesso dalle normative attuali che mirano a selezionare le società iscritte alla Lega Pro. Il resto della documentazione, come noto, era stato presentato nei giorni scorsi. Un successo e un merito che vanno ascritti a una compagine che in larga parte è composta prima di tutto da tifosi. E si vede. Abbiamo atteso questo fondamentale passaggio dell'iscrizione, e prim'ancora quello che ha visto la Lucchese e tutti noi sognare nei play off, prima di sottoporre alla vostra attenzione alcune questioni. Ci riferiamo, in primis, alla vicenda, un romanzo a puntate, dell'ingresso dei nuovi soci. "Dovrebbero entrare alcuni nuovi soci, alcuni di Lucca altri no. Chiaramente manca ancora la formalizzazione del nero su bianco", così parlava, il 5 febbraio scorso Marco Gonzadi. Il dirigente rossonero, peraltro in buona compagnia, non faceva che ripetere un concetto da tutti espresso: i nuovi soci sono dietro l'angolo. E se ancora non sono arrivati, è per colpa della presenza, ancora aleggiante, di...


Detto tra noi

1+1 fa 3

giovedì, 15 giugno 2017, 10:40

di fabrizio vincenti

Uno più uno, stavolta fa tre. Le conferme di Antonio Obbedio e di Giovanni Lopez sono un buon inizio in vista del prossimo campionato, che ormai, pare strano ma è così, è già alle porte. Tra poche settimane i rossoneri saranno di nuovo al lavoro, nel frattempo ci sarà da capire quale squadra darà vita la società, le cui mosse in tema di allargamento della compagine continuano a rimanere sottotraccia a distanza di numerosi mesi. Come sottotraccia, anzi impalpabile, è il contributo dato dall'amministrazione Tambellini, che mesi fa radunò anche i sindaci della Piana per l'immancabile foto di rito. Da allore nemmeno chiacchiere: zero di zero. Direi normale, visto l'interesse sempre manifestato verso la causa rossonera. Quello che appare certo, e del resto confermato dalle dichiarazioni dell'amministratore Bini, che dentro la Lucchese dovrebbero entrare alcuni imprenditori con quote di piccolo-medio calibro. L'ipotesi di un acquirente della maggioranza del pacchetto è tramontata, ammesso che abbia mai avuto concretezza e disponibilità a vendere. Si spiega solo così la scelta di definire le posizioni chiave di Obbedio e Lopez. Una nuova guida societaria non avrebbe mai consentito di piazzare due pedine fondamentali senza prima essere entrata...


Detto tra noi

Non disperdere questo entusiasmo che emoziona

lunedì, 5 giugno 2017, 09:07

di fabrizio vincenti

La testa vaga per la notte. Niente da fare: dormire dopo una serata del genere è utopia. Troppa l'emozione. Troppo l'orgoglio per un pubblico ritrovato, che ha fatto venire i brividi anche a tanti tra coloro che da Parma hanno varcato l'Appennino, basta andare sui social per averne conferma. La Lucchese c'è. E i suoi tifosi sono stati straordinari. A partire dalla curva a cui, troppe volte, superficiali di ogni risma hanno imputato colpe e peccati. Questa curva è splendida. E a Lucca da anni non si registrano incidenti significativi. Chi l'ha voluta attaccare, perché è rimasto a vedersi film di tanti anni fa, si sciacqui la bocca prima di parlare della Ovest. Quanto accaduto dopo Livorno, noi, non lo abbiamo dimenticato. A partire dalle dichiarazioni del sindaco uscente. Quello che si è visto nella prima domenica di giugno è stato semplicemente straordinario, in campo e sugli spalti. La stagione della Lucchese è sembrata una corsa sull'ottovolante di un luna park. All'arrivo siamo tutti stremati per gli spaventi e per le emozioni. Ma resta comunque una stagione indimenticabile. Per tanti e troppi motivi. La svolta di gennaio, con la maggioranza ai soci lucchesi può...


Detto tra noi

900 tifosi in sala stampa

giovedì, 1 giugno 2017, 02:15

di fabrizio vincenti

E' vero, commentavamo con un amico fidato di Gazzetta Lucchese: più si invecchia e più ci si commuove facilmente. Ma è anche vero che certi spettacoli ci hanno sempre fatto venire i brividi e, a costo di sembrare blasfemi per i puristi delle tattiche, ci hanno spesso lasciato emozioni più grandi degli stessi risultati del campo. Vedere 900 tifosi rossoneri in trasferta che non stanno zitti per un istante, che, più dei giocatori in campo, non risentono nemmeno per un attimo dell'atmosfera calda di uno stadio abituato alla serie A, è l'immagine più bella che ci portiamo via dalla serata di Parma. Chi era in curva è stato fantastico. Uno a uno. E tutti insieme. Erano anni che non sentivamo un incitamento così forte, così massiccio, così convinto per i rossoneri. Ancora una volta la tifoseria si è ritrovata e ha respirato, finalmente, aria di alta quota, dopo la fogna inalata nei polmoni per anni. Inutile fare la conta delle trasferte su campi talvolta infami. Inutile ricordare alcuni episodi vergognosi capitati anche durante gli incontri con formazioni dllettantische lucchesi, in un caso definitivamente uscita di scena, dove l'acredine per la squadra rossonera e i suoi tifosi era palpabile. Spettacoli talvolta umilianti. Sempre indecenti. I tifosi rossoneri hanno dovuto subire anche  tutto questo. Naturalmente tra l'indifferenza quando non il compiacimento ironico del resto della città. Hanno ingollato. Hanno sofferto. Hanno imprecato. Hanno gioito molto...


Detto tra noi

Sofferenza e gioia

giovedì, 25 maggio 2017, 10:13

di fabrizio vincenti

Sofferenza. Sofferenza e gioia. Lo stadio Azzurri d'Italia, dove la Lucchese mancava ormai da tanto, ha regalato emozioni forti. Chi non era presente forse non ha avuto modo di capire del tutto, nonostante la diretta streaming, cosa abbia patito la Lucchese. E' stata una sofferenza praticamente ininterrotta dal primo a (quasi) il novantesimo. L'Albinoleffe si è rivelata, ancora una volta, una gran bella squadra e i rossoneri, davvero al lumicino con le forze, hanno buttato il cuore oltre l'ostacolo. Sono stati straordinari per la capacità di resistere alla fatica, alla paura di non farcela, alla maggiore brillantezza degli avversari. Non hanno ceduto di un millimetro, e come un pugile che sa che deve fare il match in difesa, bastandogli la parità, hanno incassato. Ma mai sono crollati. Splendidi. E veder consumarsi l'ennesima impresa in uno stadio abituato a altri scenari ha regalato un qualcosa di ancora più magico a una serata che in piccolissima parte è una rivincita verso un crudele spareggio nel 1952, quando da queste parti la Lucchese perse la serie A per non trovarla più. Ma accanto alla sofferenza, la gioia. Dei giocatori, dei dirigenti. Soprattutto dei tifosi. Ci hanno ancora una volta emozionato. E lo sguardo, dalla tribuna, mentre i minuti scorrevano e il timore di un gol che spezzasse l'incanto rimaneva compagno fedele di...


Detto tra noi

Una settimana fantastica

domenica, 14 maggio 2017, 10:23

di fabrizio vincenti

Una settimana fantastica, sportivamente parlando. Prima il successo di quel modello di passione, professionalità e programmazione che sono Le Mura Basket, un esempio per la città e anche per il calcio, dove le tre P di cui sopra faticano a accoppiarsi ormai da decenni. Poi l'impresa degli uomini di Lopez a Arezzo. Di quelle che mancavano davvero da tempo nel mondo rossonero, purtroppo alle prese da tanto, troppo, tempo a un'alternanza di delusioni e depressioni. Vedere quegli oltre cinquecento tifosi al seguito della Pantera che non si sono zittiti un attimo, di fronte oltretutto a una delle migliori curve del girone, ci stringeva il cuore. Possibile, ci chiedevamo, che una soddisfazione per questo popolo debba non arrivare mai? Possibile che tutto debba essere già scritto e l'urlo in gola ricacciato? Al gol di Moscardelli, per la cronaca la prima occasione concessa e dunque ancor più doloroso, abbiamo temuto il solito copione: grazie a tutti, bella stagione, la Lucchese si è salvata come società, quasi quasi inutile andare persino a Arezzo. Quasi che la gara non contasse, quasi che fosse già tutto scritto, quasi che le emozioni non debbano e non possano sgorgare anche in questa città...


Detto tra noi

Bentornati play off

domenica, 7 maggio 2017, 07:04

di fabrizio vincenti

D'accordo, era un calcio decisamente diverso, e quei play off la Lucchese li conquistò con un sesto posto, ma resta il fatto che i rossoneri e chi vuol loro bene non respiravano aria di spareggi promozione dalla stagione 2003-2004. Una vita fa. Allora fu il Lumezzane a eliminare subito la squadra di mister Viscidi, uno che ha lasciato un segno di serietà e signoriltà incancellabile, al termine di un doppio confronto rocambolesco e segnato dalla sconfitta casalinga nella gara di andata. Dopo 13 anni, ci risiamo. Il meccanismo è decisamente più complesso, e vedrà un solo posto per tre gironi, una pletora di squadre che andranno a affrontarsi dal prossimo fine settimana e che daranno vita a un vero e proprio minitorneo lungo e faticoso. La Lucchese, pare evidente, non è attrezzata per arrivare sino in fondo, ma il bello del calcio è proprio questo: mai dare nulla per scontato. Intanto, mentre attendiamo fiduciosi che la società dia finalmente un segnale concreto circa la direzione di marcia che intende intraprendere per il futuro, per ora siamo alla chiacchiere giornalistiche che non escludono nessun scenario circa gli assetti futuri, godiamo questi play off senza assilli. Gustandoceli, come si può fare con un cibo di cui abbiamo perso il gusto da troppo tempo. La Lucchese di Lopez, con la sua concretezza, ha regalato il traguardo, raggiunto anche grazie a chi...


Pagina: 1 2 » di 2 totali

planet win 365 lucca


#viasangiorgio21


calendario rossonero 2017



Ultime notizie brevi


giovedì, 24 agosto 2017, 08:40

Qui Acquedotto, la gabbia di Orrico rimessa a nuovo

La gabbia di Orrico è appena stata rimessa a nuovo, il manto erboso è stato rifatto ed è stata installata anche una rete di copertura. Il lavoro è stato realizzato da Mauro Matteelli, Renato Bertilacchi, Luciano Petroni e Roberto Guidi.


mercoledì, 23 agosto 2017, 18:27

Settore giovanile, ecco le avversarie della Lucchese per gli Under 15 e 17

Il Settore giovanile scolastico della Figc ha reso noti i gironi della squadre Under 15 e Under 17 per il campionato 2017-2018 per quanto riguarda le formazioni che militano in serie C. La Lucchese è stata inserita nel girone B che vede: Alessandria, Arzachena, Carrarese, Pontedera, Cuneo, Gavorrano, Livorno, Modena, Olbia, Piacenza, Pisa, Pistoiese, Prato, Pro Piacenza e Reggiana.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px



martedì, 22 agosto 2017, 14:58

Gravina avvisa: "Per chi sciopera, pioggia di 0-3 a tavolino"

In una lunga intervista a PadovaSport.tv il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina apre verso alcune richieste dell'Aic ma chiude all'ipotesi di aumentare il numero di over. "Su questo siamo irremovibili. Oltretutto che credibilità avremmo a cambiare le regole in corso? Ci sono società che si sono già organizzate per...


martedì, 22 agosto 2017, 14:54

Siena-Lucchese: arbiterà Vincenzo Fiorini di Frosinone

Vincenzo Fiorini, della sezione AIA di Frosinone, sarà il primo arbitro sul cammino dei rossoneri in campionato. Il fischietto laziale è stato infatti designato per la gara di esordio a Siena in programma, sciopero permettendo, domenica prossima alle ore 20.30.