Mondo Pantera

Castagnoli. "Aspettative alte dalla nuova società"

lunedì, 11 giugno 2018, 08:41

di diego checchi

Entusiasmo e professionalità. Sono queste le cose che Giulio Castagnoli ha riscontrato nella nuova società. L'opinion leader della trasmissione "Curva Ovest" di NoiTV parla a ruota libera di tutto quanto è successo in questi giorni ed è galvanizzato per i progetti dell'immediato futuro della Lucchese.

"Sono carico perché già dal primo giorno si è già visto un cambiamento in professionalità rispetto al passato. Già il fatto che ci sia stato l'interesse della stampa anche a livello nazionale, con interviste su Rai Regione, Rai Sport e notizie sul Televideo, la dice lunga sulla forza mediatica di questa società. Tutta l'Italia sa di questa cosa, non capita spesso per le società di Serie C e tutto ciò fa ben sperare, significa che hanno intenzioni serie altrimenti non avrebbero cercato questa esposizione. Poi che Grassini, la moglie e anche il figlio ci abbiano messo la faccia è significativo, non avrebbe messo in mezzo la famiglia se non avesse intenzioni serie".

Cosa pensa di Lucchesi? 

"L'ho detto tante volte, sicuramente è il migliore della Serie C e anche in Serie B ce ne sono pochi come lui, sia come conoscenza di calcio che di gestione della società. Inoltre è ben connesso con le grandi società di Serie A. Non ci dimentichiamo che ha vinto  campionati con Roma, Fiorentina ed Empoli e ha lanciato allenatori come Spalletti, Gattuso e Di Francesco, che adesso allenano tutti dei top club in sere A".

I tifosi come vedono la nuova società?

"Al di là dello scetticismo iniziale, viste le ultime esperienze, da Fouzi in poi, Bacci compreso, se la campagna acquisti sarà adeguata, i tifosi riprenderanno entusiasmo senza alcun dubbio".

A proposito di campagna acquisti, si aspetta nomi importanti?

"Lucchesi è molto esperto e sa bene cosa serve per vincere, non dimentichiamoci che col Pisa ha fatto la squadra in una settimana e poi ha vinto i play off. Ovviamente sarà un mix di gioventù ed esperienza, credo che almeno 3 o 4 saranno elementi di spicco, altrettanti saranno buoni elementi di categoria e poi giovani di prospettiva che saranno tra i migliori".

Per quanto riguarda l'allenatore, chi vorrebbe per il dopo Lopez?

"A Lopez eravamo tutti molto legati ma è sempre stato chiaro che non sarebbe stato l'allenatore per questa stagione. Ovviamente Lucchesi vorrà gente con cui ha già lavorato. Ha un carattere forte, lo ha ammesso anche lui e sarebbe rischioso lavorare con persona che non conosce bene. Chiaramente l'allenatore conta, ma in questa categoria forse conta di più la squadra per cui immagino che arriverà un allenatore bravo a fare gruppo, poi se gli metti in mano una Ferrari vincerà il campionato, se gli metti in mano una Panda arriverà tra gli ultimi. Mi aspetto comunque un tecnico esperto, Menichini potrebbe essere giusto ma anche Tesser, nonostante il costo maggiore e il fatto che non ha lavorato con Lucchesi. Al di là dei nomi che sono usciti c'è sempre la possibilità di una sorpresa, Lucchesi non si è mai fatto scappare il nome e questo è segno di grande serietà, se l'avesse fatto qualcuno l'avrebbe pubblicato".

Terrebbe qualcuno della vecchia guardia?

"Io ho sempre detto che 5 o 6 li terrei, perché penso che una squadra di vertice ha bisogno di alternative all'altezza ed è inutile cerare alternative fuori quando le hai già in casa. Gente come Nolè, Espeche o Bertoncini possono sicuramente essere alternative a gente di categoria superiore. In fondo è anche un discorso di riconoscenza per certi ragazzi che come Espeche, ad esempio, sono qui dai tempi dell'Eccellenza. Anche Arrigoni ci potrebbe stare; Fanucchi poi sarebbe un simbolo e mi piacerebbe che potesse concludere la carriera con una promozione in B con la Lucchese. Personalmente mi piacerebbe che rimanesse anche un giovane come Damiani".

Un'altra cosa importante è la volontà di fare il ritiro vicino per permettere ai tifosi di seguirlo...

"Questo è molto importante, si va nelle ferie, ci sono i fine settimana per cui più la squadra è vicina alla città e più ci sarà contatto con i tifosi. Non ho mai capito chi va a fare il ritiro a centinaia di chiilometri, soprattutto in Serie C non ha senso, addirittura credo che possa essere dannoso. Abbiamo la Garfagnana qui vicino dove c'è l'aria buona".

La sentiamo molto fiducioso, da quanto tempo non lo era?

"Mah, io sono un tifoso e i tifosi sono sempre speranzosi, si tappano occhi, orecchie e naso per la Lucchese. Chiaramente non sarà facile, non scordiamoci che ci sono più di un milione e mezzo di euro di debiti, ma quando si sente parlare di Serie B un tifoso gongola...  comunque la nuova proprietà ci ha messo la faccia da subito nonostante la trattativa lunga ed ha coinvolto personaggi di rilievo nazionale come Lucchesi e Vespa per cui non penso che vogliano fare figuracce e io ho fiducia come non ne avevo da tanti anni, non vedo l'ora di cominciare".

Quanto hanno pesato i tifosi in questa vicenda?

"Purtroppo questa situazione ha spaccato in due la tifoseria. In tutta questa storia ci sono sempre state due verità, con qualcuno che pensava male di Grassini e Lucchesi e gli altri che erano contro Moriconi e la vecchia società. Negli ultimi giorni si sono ricompattati, soprattutto perché il passaggio in fondo è stato abbastanza indolore, Grassini e Moriconi si sono venuti incontro e addirittura Grassini ha fatto una bella cosa a ringraziare pubblicamente Moriconi chiedendo che gli fosse tributato un applauso, in fondo senza le sue iniezioni di capitale non saremmo a questo punto".

Vuole mandare un messaggio ai tifosi?

"Ognuno usa il suo di cervello, io mi son già preso delle belle ciaffate da Fouzi, Giuliani e Valentini e Bacci spero non arrivino per la quarta volta. Detto questo, però, penso che ci divertiremo, le aspettative sono alte ma c'è fiducia".


Altri articoli in Mondo Pantera


martedì, 16 ottobre 2018, 12:50

Lucchese-Arzachena, biglietti in vendita

Attiva la prevendita dei biglietti per assistere alla partita Lucchese-Arzachena, in programma giovedì 18 ottobre alle ore 20,30 al Porta Elisa: ecco dove acquistarli. Biglietterie dello stadio aperte oggi e domani dalle 17 alle 19


giovedì, 11 ottobre 2018, 15:16

Gozzano-Lucchese, biglietti in vendita

Attiva la prevendita per i biglietti per la trasferta a Vercelli di lunedì prossimo contro il Gozzano: ecco dove acquistare i tagliandi validi per la sesta gara di campionato dei rossoneri



mercoledì, 10 ottobre 2018, 09:35

Gazzettino d'argento: dietro Strechie, c'è Bortolussi

Roberto Strechie, pur non giocando, resta in testa alla classifica del Gazzettino d'argento, il trofeo di rendimento stilato sulla base dei voti attribuiti dai vari quotidiani che Gazzetta Lucchese mette in palio ogni anno, grazie alle modeste prestazioni dei compagni. Pioggi di insufficienze


martedì, 9 ottobre 2018, 14:48

Porta Elisa, in picchiata le presenze

Il massimo, si fa per dire, degli spettatori è stato registrato con l'Arezzo (1648), il minimo con la Carrarese (1000). Pochi di più (1050) domenica scorsa con il Cuneo. Cifre decisamente lontane dallo scorso anno quando il Porta Elisa viaggiava con circa 900 spettatori in più a partita