Porta Elisa News

Piero Belardelli, una vita passata a cercar società di calcio, vorrebbe la Lucchese

venerdì, 14 luglio 2017, 19:28

di fabrizio vincenti

Voci di trattative, anche per il passaggio della maggioranza della società rossonera, che si incrociavano da giorni. E che puntualmente trovano conferma. Da almeno due-tre settimane Pietro Belardelli, imprenditore romano, starebbe provando a comprare il pacchetto di maggioranza della Lucchese. Belardelli, i cui precedenti nel calcio sono a dir poco movimentati, vanta esperienze nel Lugano, in Svizzera, Castel di Sangro e Lecco.

Tutte esperienze chiuse con problemi. A Lecco, nel 2002, addirittura, deve abbandonare la sede da una uscita secondaria, protetto dagli agenti della Digos e con un centinaio di tifosi inferociti che lo attendono fuori. il Lecco viene poi cancellato dal calcio professionistico. Di lui parla e in termini non certo lusinghieri anche la Gazzetta dello Sport, proprio in un articolo del 2002, dal titolo "Belardelli un uomo in fuga dal calcio". Negli anni successivi tenta l'acquisto di Foggia, Viterbese e L'Aquila. Il suo nome è legato anche a attività imprenditoriali (ma anche calcistiche) in Moldavia e Bulgaria. Un profilo, insomma, molto discusso, che ha attraversato anche alcune bufere giudiziarie uscendone però indenne. Di recente avrebbe provato a acquistare il Santarcangelo. 

La trattativa, però, dopo esser andata addirittura vicina alla stesura di un preliminare, sterebbe andando avanti tra stop e ripartenze, e con la chiara ostilità di "Lucchese Partecipazioni" e di "Lucca United", che, non convinte dalla figura dell'imprenditore romano, hanno più volte negato il consenso all'operazione chiarendo che si sarebbero avvalse della clausola di gradimento per bloccare l'eventuale ingresso. Un ingresso che peraltro segnerebbe un ricambio completo nei quadri anche tecnici: la nuova proprietà sarebbe intenzionata a portare suoi giocatori, un suo tecnico e un suodirettore sportivo. 

La trattativa, secondo molti, non sarebbe ancora tramontata, nonostante "Lucchese Partecipazioni", al cui interno, visura camerale alla mano, sono Carlo Bini, una società riconducibile a Gianfranco Zappelli, Gianni Nannini, Marco Gonzadi, Gianluca Campani e Carmelo Sgrò, e Lucca United si siano dichiarate totalmente contrarie, come anche Moreno Micheloni. Il tutto mentre si continua a vociferare di possibili ingressi di imprenditori lucchesi, in un progetto che è invece in continuità con l'attuale compagine. 


I  Gelati di Piero


#viasangiorgio21



Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 18 novembre 2017, 17:23

Lopez contento: "Fuori casa dobbiamo giocare anche così"

Il tecnico soddisfatto della prestazione: "Sono contentissimo, abbiamo saputo sfruttare gli errori, ma al di là del gol che ci hanno concesso, devo dire brava alla nostra difesa che ha saputo lottare contro giganti. i tifosi sono stati fantastici"


sabato, 18 novembre 2017, 17:23

Cardore: "Il mio esordio dall'inizio? Lo sognavo la notte..."

il centrocampista  ex Viterbese ha esordito dal primo minuto con la maglia rossonera, su di lui il fallo del rigore trasformato da Fanucchi: "L'avversario è entrato sulle gambe. Partita combattuta dall'inizio alla fine, l'Arzachena ci ha messo in difficoltà"



sabato, 18 novembre 2017, 17:22

Fanucchi dà, ancora una volta, spettacolo

Il trequartista rossonero, che contro la Giana non ci sarà per squalifica, mette la sua firma anche contro l'Arzachena: due gol e la sensazione di essere un marziano rispetto agli avversari. Bene tutta la difesa e buon esordio dal primo minuto di Cardore


sabato, 18 novembre 2017, 17:22

Mister Giorico non ci sta: "Se qualcuno meritava la vittoria, eravamo noi"

Il tecnico dei sardi recrimina sul rigore per i rossoneri e sulla conduzione della gara da parte dell'arbitro: "Molto deluso del risultato. Abbiamo pagato un errore, non posso rimproverare niente ai miei ragazzi. E’ dura da digerire una sconfitta come questa. Rigore generoso, spero di non trovare altri arbitri così"


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px