Detto tra noi

L'unico obiettivo che conta

domenica, 26 settembre 2021, 10:21

di fabrizio vincenti

Tre sconfitte nelle prime cinque gare sono un dato che puà iniziare a far drizzare le antenne a più di un tifoso, soprattutto perché la Lucchese, in questo avvio di campionato, ha dimostrato di saper giocare a pallone, ma molto meno di avere quella concretezza che nel calcio è dote indispensabile per fare bene. Troppi errori difensivi e la sensazione che la squadra faccia un grandissimo lavoro per poi raccogliere, tutto sommato, poco. Un po' come un pugile che si muove tanto sul ring, che fa sfoggio di tecnica, che entusiasma per il coraggio e che poi prende un dritto in pieno volto alla prima occasione che lascia all'avversario e va al tappeto. E' un dato su cui, siamo convinti, Pagliuca lavorerà, come probabilmente dovrà rivedere la scelta – che ha anche dei vantaggi considerando gli impegni ravvicinati – di garantire un ricambio consistente in ogni gara. 

Detto questo, ci pare giusto ricordare che comunque la Lucchese ha già parecchi punti in più rispetto allo scorso campionato, quando dopo altrettante gare era sempre malinconicamente a un punto e in fondo alla classifica. Quest'anno, per quanto sia ancora difficile capire il reale valore delle avversarie essendo ancora troppo all'inizio la stagione, i rossoneri hanno collezionato già un discreto bottino di punti e resta il rammarico per almeno un paio persi per strada. Il punto centrale, comunque, resta quello dell'obiettivo finale: che si chiama salvezza a tutti i costi. Se si guarda a quello, tutto appare più chiaro e almeno per il momento la Lucchese ha dimostrato di sapersela giocare a differenza dello scorso torneo. 

Per il momento, i rossoneri sembrano un'incompiuta per le ragione esposte, e va aggiunto che sono una delle formazioni più giovani del torneo. Servirà tempo, importante è restare sulla linea di galleggiamento, non imbarcare troppe sconfitte, far muovere la classifica. E' vero: la squadra manca di un attaccante centrale che realizzi, ma diamo tempo ai due giovani senza dimenticarsi che Semprini ha già violato più volte la rete. Piuttosto, come detto, preoccupano le amnesie difensive alle quali dovrà esser posto rimedio per evitare di trovarsi con rimpianti a fine partita. 

 

 



Altri articoli in Detto tra noi


mercoledì, 8 settembre 2021, 17:02

Qualcuno salvi il soldato Pagliuca

Due su due. E con il record di non aver mai messo piede in panchina in campionato. Il record di Guido Pagliuca, squalificato per ben tre giornate pur non essendo mai stato in panchina dall'inizio del torneo, deve far riflettere.


lunedì, 30 agosto 2021, 15:09

Primi segnali

Per carità, Legnago e Imola sono solo due indizi, ma la sensazione che la Lucchese abbia iniziato a assimilare i dettami tecnici e non solo tecnici del suo allenatore è forte. Nelle uniche due gare ufficiali disputate sino a qui, è parsa già evidente la mano di Pagliuca e chi...



sabato, 21 agosto 2021, 16:52

Lo stadio non è un teatro (di imbavagliati)

Non può e non deve sorprendere la scelta della Curva Ovest di non tornare allo stadio. I tifosi rossoneri, peraltro in questo in buona compagnia visto che una parte consistente delle curve si è schierata sulle solite posizioni, hanno detto a chiare note che a fare le statuine, statuine che...


sabato, 7 agosto 2021, 18:34

Che sia solo un punto di partenza

Finalmente la Figc ha ufficializzato il ripescaggio della Lucchese, al termine di settimane passate tra un mare di carte bollate, fideiussioni, ricorsi e gradi di giudizio che in un Paese come l'Italia paiono non conoscere fine.