Detto tra noi

L'unico obiettivo che conta

giovedì, 30 settembre 2021, 10:21

di fabrizio vincenti

Tre sconfitte nelle prime cinque gare sono un dato che puà iniziare a far drizzare le antenne a più di un tifoso, soprattutto perché la Lucchese, in questo avvio di campionato, ha dimostrato di saper giocare a pallone, ma molto meno di avere quella concretezza che nel calcio è dote indispensabile per fare bene. Troppi errori difensivi e la sensazione che la squadra faccia un grandissimo lavoro per poi raccogliere, tutto sommato, poco. Un po' come un pugile che si muove tanto sul ring, che fa sfoggio di tecnica, che entusiasma per il coraggio e che poi prende un dritto in pieno volto alla prima occasione che lascia all'avversario e va al tappeto. E' un dato su cui, siamo convinti, Pagliuca lavorerà, come probabilmente dovrà rivedere la scelta – che ha anche dei vantaggi considerando gli impegni ravvicinati – di garantire un ricambio consistente in ogni gara. 

Detto questo, ci pare giusto ricordare che comunque la Lucchese ha già parecchi punti in più rispetto allo scorso campionato, quando dopo altrettante gare era sempre malinconicamente a un punto e in fondo alla classifica. Quest'anno, per quanto sia ancora difficile capire il reale valore delle avversarie essendo ancora troppo all'inizio la stagione, i rossoneri hanno collezionato già un discreto bottino di punti e resta il rammarico per almeno un paio persi per strada. Il punto centrale, comunque, resta quello dell'obiettivo finale: che si chiama salvezza a tutti i costi. Se si guarda a quello, tutto appare più chiaro e almeno per il momento la Lucchese ha dimostrato di sapersela giocare a differenza dello scorso torneo. 

Per il momento, i rossoneri sembrano un'incompiuta per le ragione esposte, e va aggiunto che sono una delle formazioni più giovani del torneo. Servirà tempo, importante è restare sulla linea di galleggiamento, non imbarcare troppe sconfitte, far muovere la classifica. E' vero: la squadra manca di un attaccante centrale che realizzi, ma diamo tempo ai due giovani senza dimenticarsi che Semprini ha già violato più volte la rete. Piuttosto, come detto, preoccupano le amnesie difensive alle quali dovrà esser posto rimedio per evitare di trovarsi con rimpianti a fine partita. 

 

 



Altri articoli in Detto tra noi


giovedì, 20 gennaio 2022, 08:40

Eklu? Forse la Lucchese doveva mandarlo a giocare in Primavera

La vicenda del trasferimento di Eklu Shaka sta tenendo banco tra i tifosi e gli addetti ai lavori: il centrocampista ghanese, per mesi perno della squadra di Pagliuca, non ci ha pensato due volte a accettare le offerte che arrivavano dall'Alto Adige, evidentemente più allettanti di quelle della Lucchese, nonostante...


mercoledì, 12 gennaio 2022, 15:28

Anche i tifosi stritolati tra la pandemia reale e quella costruita

Campionati fermi, la massima serie ridotta a 5000 spettatori per gara: il Covid, solo in Italia, sembra essere il flagello del millennio. Il tutto, naturalmente, a targhe alterne, visto che basta andare nei grandi centri commerciali per capire sino a che punto l'ipocrisia di questo governo prenda forma, per non...



domenica, 19 dicembre 2021, 21:14

Il bicchiere è abbondantemente più che mezzo pieno

Il girone di andata è finito in archivio con il pari di Pistoia, l'ennesimo 0-0 di una Lucchese che da qualche domenica, più del solito, soffre in fase realizzativa. Non a caso, quello rossonero è il terzo peggiore attacco, segno che qualcosa, o nei movimenti o negli interpreti, non va.


martedì, 23 novembre 2021, 10:47

Nuovo Porta Elisa, il Comune si assuma una volta per tutte le sue responsabilità

E' una storia che va avanti a nostro avviso da troppo tempo. Per carità, sappiamo come vanno le cose quando di mezzo ci sono amministrazioni pubbliche, a maggior ragione quando c'è di mezzo il Comune di Lucca che si deve occupare di affari della Lucchese, basti pensare che da anni...