Detto tra noi


Detto tra noi

Nuovo Porta Elisa, il Comune si assuma una volta per tutte le sue responsabilità

domenica, 14 novembre 2021, 10:47

di fabrizio vincenti

E' una storia che va avanti a nostro avviso da troppo tempo. Per carità, sappiamo come vanno le cose quando di mezzo ci sono amministrazioni pubbliche, a maggior ragione quando c'è di mezzo il Comune di Lucca che si deve occupare di affari della Lucchese, basti pensare che da anni si aspetta (assessore Bove, sveglia!) l'apposizione di una targa dietro San Michele che ricordi l'atto di fondazione del club rossonero. Una decisione presa ormai più di due anni fa dall'intero consiglio comunale e che non ha fatto praticamente un passo avanti o quasi. Il tutto mentre la città viene ricoperta di lapidi più o meno improbabili da una giunta che della memoria fa un uso strumentalmente selettivo. Sulla vicenda ci torneremo. Dicevamo, siamo abituati ai ritardi, peraltro a corrente alternata di questa amministrazione comunale, che nel giro di pochi giorni, a tempo di record, è riuscita a deliberare in giunta, in consiglio comunale e poi anche con l'atto degli uffici, la messa in vendita di una porzione della Manifattura. Segno che, quando si vuole, la macchina marcia speditamente. Non è così per il Porta Elisa, per il quale l'amministrazione comunale – pur avendo fatto ricordo a due professionisti...


Detto tra noi

Tra un campionato tranquillo e un nuovo inferno le distanze non sono grandi

mercoledì, 20 ottobre 2021, 08:48

di fabrizio vincenti

Gioco, a tratti bel gioco: ecco il tratto distintivo della Lucchese dopo che dieci partite, dunque quasi un terzo di campionato, sono andate in scena. La squadra rossonera, si percepisce bene, ha i tratti delle formazioni allenate da Pagliuca e riavvolgendo il nastro delle gare, raramente la Lucchese è stata messa sotto. Giusto per qualche fase di gioco, peraltro inevitabile all'interno dei novanta minuti. Il conto, però, non torna, perché a fronte di questa grande mole di gioco i rossoneri hanno raccolto poco, davvero poco. I punti messi in carniere sono sicuramente inferiori rispetto a quanto fatto vedere. E la classifica è lì a ricordarlo: la squadra è a un passo dai play out. Serve dunque maggiore concretezza in avanti, dove per arrivare a un gol è necessario spesso costruire tre-quattro occasioni, e serve, come il pane, una maggiore solidità difensiva, troppe volte mancata. La stessa vittoria di Pontedera, sacrosanta, ha rischiato di essere spazzata via da due errori in fotocopia, ancora una volta su giocate da...


Detto tra noi

L'unico obiettivo che conta

giovedì, 30 settembre 2021, 10:21

di fabrizio vincenti

Tre sconfitte nelle prime cinque gare sono un dato che puà iniziare a far drizzare le antenne a più di un tifoso, soprattutto perché la Lucchese, in questo avvio di campionato, ha dimostrato di saper giocare a pallone, ma molto meno di avere quella concretezza che nel calcio è dote indispensabile per fare bene. Troppi errori difensivi e la sensazione che la squadra faccia un grandissimo lavoro per poi raccogliere, tutto sommato, poco. Un po' come un pugile che si muove tanto sul ring, che fa sfoggio di tecnica, che entusiasma per il coraggio e che poi prende un dritto in pieno volto alla prima occasione che lascia all'avversario e va al tappeto. E' un dato su cui, siamo convinti, Pagliuca lavorerà, come probabilmente dovrà rivedere la scelta – che ha anche dei vantaggi considerando gli impegni ravvicinati – di garantire un ricambio consistente in ogni gara. Detto questo, ci pare giusto ricordare che comunque la Lucchese ha già parecchi punti in più rispetto allo scorso campionato, quando dopo altrettante gare era sempre malinconicamente a un punto e in fondo alla classifica. Quest'anno, per quanto sia ancora difficile capire il reale valore delle avversarie essendo ancora troppo all'inizio la stagione, i rossoneri hanno collezionato già un discreto bottino di punti e resta il rammarico per almeno un paio persi per strada. Il punto centrale, comunque, resta quello...


Detto tra noi

Qualcuno salvi il soldato Pagliuca

mercoledì, 8 settembre 2021, 17:02

di fabrizio vincenti

Due su due. E con il record di non aver mai messo piede in panchina in campionato. Il record di Guido Pagliuca, squalificato per ben tre giornate pur non essendo mai stato in panchina dall'inizio del torneo, deve far riflettere. E non tanto o non solo sul fatto che il focoso (e bravo) tecnico di Cecina non è cambiato più di tanto rispetto ai tempi della sua prima esperienza in rossonero. Lui stesso, del resto, in conferenza stampa aveva chiarito che quello era il suo carattere, pur essendo naturalmente maturato rispetto a parecchi anni fa. Fa riflettere, dicevamo, sulla capacità della società di porre un argine, in qualunque modo esso sia possibile porlo. Passi la prima squalifica di Imola, dove un certo accanimento (anche sul suo vice Fracassi) è parso chiaro a tutti, ma pensare di non dare nell'occhio nella gara casalinga contro il Cesena è semplicemente folle. I loro nomi, l'hanno capito anche i sassi, sono sulla lista nera dei commissari della procura federale, gente spesso pensionata che passa le domeniche sui campi da calcio dopo aver frequentato ben altri e più impegnativi palcoscenici dai quali, talvolta, si è portata dietro una certa voglia latente di protagonismo. Ma, detto questo, è imperdonabile quanto è successo contro i...


Detto tra noi

Primi segnali

lunedì, 30 agosto 2021, 15:09

di fabrizio vincenti

Per carità, Legnago e Imola sono solo due indizi, ma la sensazione che la Lucchese abbia iniziato a assimilare i dettami tecnici e non solo tecnici del suo allenatore è forte. Nelle uniche due gare ufficiali disputate sino a qui, è parsa già evidente la mano di Pagliuca e chi è abituato al suo gioco, anzi al suo bel gioco visto che la sua, quella per intenderci dell'anno di Correggio, è la più bella Lucchese degli ultimi anni,  ha potuto già notare quanto sia in continuità, sia pure con alcuni inevitabili correzioni, visto che stiamo parlando ormai di parecchi anni fa. Al netto dello scivolone che ha portato alla sconfitta a tavolino in Coppa Italia – grave e imbarazzate, ma bene ricordarsi che ne sono successi anche di più clamorosi in categorie superiori negli ultimi anni – la Lucchese ha dimostrato di avere già un'anima, oltre che un gioco. Raddoppi. Palle spazzate senza tanti fronzoli in tribuna. Cattiveria agonistica. Buone trame in avanti e solidità dietro. C'è da essere soddisfatti per l'inizio dopo una stagione che è ormai alle spalle ma che resta indimenticabile per la sua pochezza. Si tratterà di continuare su questa strada, magari confidando anche negli...


Detto tra noi

Lo stadio non è un teatro (di imbavagliati)

sabato, 21 agosto 2021, 16:52

di fabrizio vincenti

Non può e non deve sorprendere la scelta della Curva Ovest di non tornare allo stadio. I tifosi rossoneri, peraltro in questo in buona compagnia visto che una parte consistente delle curve si è schierata sulle solite posizioni, hanno detto a chiare note che a fare le statuine, statuine che nemmeno a teatro sono così immobili, non ci stanno. I provvedimenti del governo Monti, pardon Conte, pardon Draghi sono inaccettabili da molti punti di vista, ma da uno in particolare. Ovvero dal carico di ipocrisia che li accompagna. Altrove, dopo aver condotto campagne vaccinali sicuramente più sobrie di quella italiana, che ricordiamo è nata addirittura sotto il segno, poi stroncato, dei padiglioni a primula da centinaia di migliaia di euro, hanno deciso di riaprire gli stadi facendo assaporare una situazione di sufficiente normalità e con poche regole. In Italia, no. Al contrario, a fronte di una capienza decisamente ridotta–  con conseguenze nefaste prima di tutto per gli sport minori, basti pensare alla drammatica protesta che arriva dal mondo pallavolistico, ma identiche preoccupazioni avvolgono tutti gli sport, prima di tutto i più poveri – hanno deciso, con fare burocrratico, e del resto altri tasti non riescono a battere nella sacra necessità di pararsi sempre e comunque il...


Detto tra noi

Che sia solo un punto di partenza

sabato, 7 agosto 2021, 18:34

di fabrizio vincenti

Finalmente la Figc ha ufficializzato il ripescaggio della Lucchese, al termine di settimane passate tra un mare di carte bollate, fideiussioni, ricorsi e gradi di giudizio che in un Paese come l'Italia paiono non conoscere fine. In realtà, rimane aperta la questione di chi sarà la quinta ripescata tra Fano e Pistoiese, proprio perché ci sono ancora ricorsi in ballo. Chiaro che la regolarità del torneo non puà non risentirne, basti pensare che mentre ci sono formazioni giunte a 20-25 giorni di preparazione, la Lucchese (e le altre ripescate) attendono ancora i moduli per tesserare i giocatori in un campionato professionistico, gli allenamenti sono stati svolti in semiclandestinità, le amichevoli per rodare lo stato di forma (mentre le altre formazioni si sono già esibite più volte) sono ancora da venire. Detto questo per amore di verità, non possiamo non manifestare soddisfazione per l'unica strada che la società poteva prendere, a meno che non volesse davvero arrivare a picchi di impopolarità vicini a quelli dei periodi più bui e complicati. Inutile nasconderlo: certi atteggiamenti, uniti a un risultato sportivo semplicemente disastroso e a una comunicazione a tratti imbarazzante hanno minato il rapporto con la stragrande maggioranza dei tifosi. Basta dare un'occhiata ai commenti su...



Ultime notizie brevi


mercoledì, 1 dicembre 2021, 09:00

Qui Carrara, Mazzarani: "Lucchese, squadra bella tosta"

Il centrocampista della Carrarese Andrea Mazzarani ha rilasciato al sito ufficiale degli apuani una lunga intervista in cui parla anche della prossima gara con i rossoneri: "Un derby importante che significa molto per la classifica, dato che siamo in tanti a poter ambire a certe posizioni.


martedì, 30 novembre 2021, 15:24

Eklu verso una maglia da titolare

Allenamento mattutino a Porcari per la formazione rossonera. Mister Pagliuca sta già preparando la sfida contro la Carrarese e il gruppo sta piuttosto bene. È impossibile parlare adesso di formazione perché è ancora presto ma potrebbe esserci l’utilizzo di Shaka dall’inizio al posto di uno fra Frigerio e Visconti.



martedì, 30 novembre 2021, 15:16

Lucchese-Carrarese, diretta anche su Sky

Lucchese-Carrarese, in programma sabato prossimo alle 17,30, sarà trasmessa in diretta oltre che dalla piattaforma Eleven anche da Sky Sport 252 (Satellitare).


martedì, 30 novembre 2021, 12:32

Lucchese-Carrarese, arbitra Calzavara di Varese

Lucchese-Carrarese, in programma sabato prossimo, sarà diretta da Andrea Calzavara della sezione AIA di Varese. Calzavara sarà coadiuvato da Francesco Picciché di Trapani e da Mario Chichi di Palermo.