Galleria Rossonera

Mister Lencioni: "Ecco cosa possono dare alla Lucchese Tarantino e Bitep"

venerdì, 8 novembre 2019, 08:17

di diego checchi

A colloquio con Manuel Lencioni ex mister del Ponte a Moriano e di tante formazioni della piana. Adesso sta seguendo gli allenamenti dei rossoneri in attesa della chiamata giusta. Che pensa del momento della Lucchese? "Penso che dopo un avvio complicato per diverse problematiche in primis l'inizio ritardato della preparazione, mister Monaco abbia trovato una quadratura importante della fase difensiva e che ancora ci sono margini di miglioramento della fase offensiva. Se proprio dobbiamo trovare una carenza penso sia lì".

Dove può arrivare questa squadra?

"Sicuramente ha tutte le potenzialità per arrivare in zona playoff nonostante che nei piani della società si fosse sempre parlato di salvezza tranquilla. Ma la piazza è giustamente esigente e sono convinto che con l'entusiasmo dei tifosi si possa aspirare a qualcosa di più".

Lei ha allenato due giocatori attualmente in rosa rossonera ovvero Tarantino e Bitep. Che cosa possono dare a questa squadra?

"Tarantino tecnicamente è uno dei giocatori piu validi in rosa. È evidente che è un ragazzo di 40 anni con uno spirito da ventenne. Lui ci tiene in maniera viscerale. Basta chiedersi chi l'avrebbe fatto di mettersi in discussione alla sua età. Questa è stata sicuramente una scelta di cuore e conoscendolo darà tutto quello che ha sia in campo che fuori. Su Bitep il discorso è diverso. È giovane, ha tanta passione e il calcio è la sua vita. Il suo passato di vita parla da solo. Ha dovuto lottare e soffrire. Da lui dobbiamo aspettarci grande entusiasmo, grande fisicità, tanta generosità".

Ha livello societario conosci gran parte della nuova dirigenza con cui hai lavorato. Cosa ne pensa?

"Conosco bene Santoro e Vichi. Ho conosciuto anche gli altri. Ritengo che fino ad adesso non hanno sbagliato niente. Sono persone che ci mettono la faccia e che hanno ambizione. Lasciamoli lavorare." Pensi che la questione stadio sia fondamentale per le società che vogliono crescere?" Penso che lo stadio sia fondamentale. Però credo che se una società vuole crescere debba anche far crescere il settore giovanile e per quello ci vogliono le strutture. Tornando alla questione stadio credo che sia una componente essenziale e che il Porta Elisa abbia bisogno di un restyling. Dovranno trovare un progetto funzionale".

Domenica arriva il Verbania.

"Penso che la partita di domenica contro il Verbania sarà piu difficile da preparare e giocare di quella di Prato. Le partite come quella di Prato si preparano da sole. Domenica dovranno far subito capire agli avversari che non ce n'è per nessuno perché andare in campo da favoriti è sempre difficile".


Altri articoli in Galleria Rossonera


giovedì, 14 maggio 2020, 16:54

Capuano: "Le disavventure hanno dimostrato che i tifosi sono il pilastro di Lucca"

L'ex difensore rossonero, ora dirigente a Pietrasanta, ripercorre le sue stagioni nella Lucchese: "Ricordi bellisismi, l’unico problema è che non c’è stata una programmazione adeguata per il futuro. Non è possibile non avere una struttura dove allenarsi, un buon settore giovanile: Lucca è una città che deve avere tutto questo”...


mercoledì, 13 maggio 2020, 08:30

Merlonghi: "Peccato per quell'infortunio..."

L'esterno per due stagioni alla Lucchese rivela che l'estate scorsa sarebbe potuto tornare in rossonero: "Sicuramente gli anni di Lucca sono stati i più belli dalla mia carriera, sia a livello personale che per la piazza.



martedì, 12 maggio 2020, 09:03

Cecchini, l'uomo del derby: "Lucca la più bella esperienza della mia carriera"

Il difensore parla dei suoi trascorsi in rossonero e ripercorre le emozioni di quel derby con il Pisa deciso da un suo gran gol: "Essendo al secondo anno a Lucca, sono riuscito ancora di più a capire il significato di quel gol. Un'emozione doppia, anzi direi tripla.


sabato, 9 maggio 2020, 16:43

Lombardo: "Io e i miei compagni dello scorso anno, diventati tutti tifosi della Lucchese"

L'esterno ripercorre la scorsa stagione, il rigore contro il Pontedera, lo spareggio di Bisceglie: "E' stato come vincere un campionato, uno scudetto, una Champions League. Penso a finir bene a Siena, se torneremo a giocare. A giugno sarà svincolato: se si apriranno situazioni con la Lucchese, le valuterò con molto...