Galleria Rossonera

Capitan Nolé: "Vedo analogie tra questo gruppo e quello del trionfo di Correggio"

venerdì, 10 gennaio 2020, 08:15

di diego checchi

Matteo Nolè ci racconta qual è il momento rossonero e che cosa si aspetta da questo girone di ritorno. E al capitano della squadra rossonera non potevamo non chiedere quali fossero le analogie con la squadra che ha vinto l'ultimo campionato di Serie D, quello per intenderci concluso con la partita straordinaria di Correggio.

Se l'aspettava di essere a lottare per il primato già a questo punto della stagione? 

"Dopo la partenza a ritmi bassi e dopo questo periodo positivo posso dire che mi aspettavo una stagione difficile, ed effettivamente lo è. Credevo e credo nelle qualità di questa squadra, ma essere li a giocarsela è una sorpresa anche per me".

Quali sono i motivi di questa vostra escalation? 

"Si sta creando un grande gruppo. Siamo una squadra compatta che subisce poco ed in un campionato così equilibrato non è cosa da niente".

Per vincere questo campionato, secondo lei, conteranno più che mai gli scontri diretti? 

"Assolutamente sì. Contano, ma in un campionato livellato qualsiasi squadra ti può mettere in difficoltà e non puoi permetterti di perdere punti per non essere poi di ritardo quando devi giocarti tutto negli scontri diretti. Ogni partita di questo campionato è una battaglia ed ogni partita va affrontata al massimo delle possibilità cercando di dare continuità alla classifica".

Come sta andando di Nolè e cosa si aspetta da questo girone di ritorno?

 "Mi sono sempre messo e mi metterò sempre a disposizione della squadra e del mister. Ho avuto un piccolo problemino muscolare che mi ha tenuto fuori. In queste ultime partite sto giocando con più continuità. Quest'anno non vorrei dirlo ma vorrei fare qualcosa di importante perchè per me e per la squadra sarebbe realizzare un sogno. Quindi per questo girone di ritorno mi aspetto grandi cose." 

Quali sono le analogie fra la squadra che ha vinto l'ultimo campionato di Serie D, di cui lei faceva parte?

"Sono due squadre molto simili. Il nostro è un gruppo coeso dove ci aiutaiamo ogni giorno e questa è l'analogia principale, oltre che a quella legata ai tifosi che sono sempre presenti e ci sostengono. Cosa per noi fondamentale." 

Che cosa pensa del Borgosesia, prossima avversaria della Lucchese? 

"E' una squadra che all'andata mi ha colpito positivamente. Dovremmo affrontare la partita concentrati per portare  casa il massimo della posta: secondo me ha meno punti di quelli che meriterebbe la sua classifica".

 


Altri articoli in Galleria Rossonera


mercoledì, 22 gennaio 2020, 12:14

Deoma: "Abbiamo opzionato due giocatori importanti per il futuro"

Il diesse rossonero a 360° sul momento della Lucchese e sul futuro: "Non ci accontentiamo di fare un campionato da comparsa, questi risultati arrivano attraverso il duro lavoro. La squadra è stata rafforzata dalla gente, dallo zoccolo duro dei tifosi che vengono. Dobbiamo migliorare nell'ultimo passaggio"


giovedì, 16 gennaio 2020, 15:19

"Il vero Iadaresta si deve ancora vedere": parola di bomber

L'attaccante da poco arrivato in rossonero fa un primo bilancio: "Per il momento dobbiamo sia io che la squadra capirci su come amalgamarci alla perfezione. Domenica? Se la Lucchese gioca da Lucchese, non ce n'è per nessuno"



venerdì, 3 gennaio 2020, 15:15

L'ex Bragadin: "Spero in un passo falso della Lucchese"

L'attaccante dei tempi di Galderisi e Lopez, ora a Chieri, domenica sarà ai box per un infortunio: "Non dimenticherò mai la gara contro L’Aquila che sancì la salvezza della Lucchese in Lega Pro e dove ho segnato il mio primo gol nei professionisti”


giovedì, 2 gennaio 2020, 15:18

Cruciani: "La via per la vittoria è ancora lunga"

Il centrocampista parla delle prospettive alla ripresa del campionato: "Il girone di ritorno è un campionato a parte. Verso marzo si comincerà a capire quelle due o tre squadre che disputeranno il rush finale per la vittoria. Noi siamo un grande gruppo"