Galleria Rossonera

Quironi: "Lucca mi ha dato tutto"

lunedì, 23 marzo 2020, 09:01

di diego checchi

Davide Quironi parla del momento che sta attraversando tutta l'Italia ma l'allenatore dei portieri della Nazionale Under 20 non può non toccare l'argomento Lucchese, visto che lui è ormai lucchese d'adozione.

Come sta vivendo questo momento?

"Per tutti gli italiani è un momento difficile, siamo in guerra e bisogna stare tutti uniti per uscirne il prima possibile. La situazione è grave e dobbiamo rispettare i decreti del governo, è fondamentale restare in casa".

Pensa che i campionati riprenderanno?

"Mi auguro che riprendano il prima possibile ma nessuno sa ancora quanto tempo ci vorrà, sarebbe bello riprendere per maggio e terminare almeno i campionati professionistici e la Serie D per poi ripartire alla grande a settembre".

A livello di Nazionali come siete organizzati?

"Facciamo delle video conferenze e ci teniamo in contatto così, guardiamo video e li analizziamo, contattando poi i  giocatori al telefono".

Cosa ci dice dell'annata della Lucchese?

"La Lucchese era in forma e aveva dimostrato di avere buone possibilità di vincere... ma comunque questo problema influenzerà tutti allo stesso modo e quando si ripartirà saranno di nuovo tutti sullo stesso livello. La Lucchese ha un grande organico e spero che potrà vincere il campionato".

Quali sono i più bei ricordi della sua carriera a Lucca?

"I ricordi sono tanti, l'anno dell'esordio in Serie B ad esempio, ma forse il più bello di tutti è quando abbiamo vinto il campionato con Favarin e io ero in panchina con lui, il pubblico mi diede tantissime soddisfazioni, organizzarono una grandissima festa in piazza. E poi Lucca mi ha dato tutto, ci ho giocato 5 anni e mi sono stabilito qui. Inoltre devo dire che anche il mio esordio in Serie A a San Siro contro il Milan lo devo a Corrado Orrico, il tecnico che mi fece esordire in B con la Lucchese".

Lei conosce bene i dirigenti di questa Lucchese, che giudizio dà sulla società?

"Sono partiti tardi e con il minimo stanno facendo il massimo. Li ho incontrati anche a Coverciano quando erano venuti a vedere i disoccupati, io penso proprio che ce la faranno a vincere. Monaco è una grandissima persona e che sia un ottimo tecnico lo sta dimostrando. Deoma alle volte ha dei modi un po' folkloristici ma conosce i giocatori e sa fare il suo lavoro. Russo è una persona serissima, un grande amico che mi aiutò, come pure Deoma, anche nell'esperienza di Castelnuovo".

Vuole spendere qualche parola per i tifosi? Anche lei ha partecipato alla raccolta fondi per l'ospedale cittadino.

"È una grande iniziativa e non avevo dubbi sul fatto che i tifosi rossoneri non si sarebbero tirati indietro, loro come tutta Lucca hanno un grande cuore e io non ho esitato a dare il mio contributo. Ai tifosi dico di aspettare, dico che chi si impegna in certe iniziative verrà ricompensato e la Lucchese darà soddisfazione ai propri tifosi, ma prima dobbiamo superare questo momento difficile".


Altri articoli in Galleria Rossonera


domenica, 29 marzo 2020, 08:48

Gino Mazzei: "I campionati? Nessuna certezza sulla loro ripresa"

Il direttore di Toscanagol.it fa il punto della situazione tra i dilettanti: "Tutto da vedere cosa si vorrà fare in Serie D, se il campionato verrà annullato o sospeso o chissà cosa, se verranno mantenute le classifiche attuali per stabilire promozioni e retrocessioni, questo è un dibattito aperto"


venerdì, 27 marzo 2020, 16:05

Capitan Nolé: "Mi alleno in casa"

Il capitano rossonero descrive come sta passando l'emergenza legata al Coronavirus: "Mi mancano il quotidiano, i compagni, gli allenamenti, lo spogliatoio. Non eravamo abituati a fare questo tipo di vita, ma ci dobbiamo adattare in questo momento di emergenza sanitaria che è più importante di tutto"



giovedì, 26 marzo 2020, 15:52

Dottor Tambellini: "Credo che dovremo attendere tutto aprile per veder diminuire i contagi"

Il medico sociale rossonero parla dell'emergenza Coronavirus: "Ritengo che non sia possibile riprendere i campionati prima di inizio giugno. Quindi gli allenamenti non dovrebbero riprendere prima del mese di maggio. Non sono ipotesi personali, bensì basta leggere tutti i dati dell’Oms"


mercoledì, 25 marzo 2020, 14:52

Russo: "Il mio augurio è di riprendere tra un mese"

Il presidente rossonero parla dell'emergenza Coronavirus: "Credo e spero che nel giro di un mese finisca questa emergenza e poi si possa organizzare il futuro delle persone tra cui anche il calcio. Se così non fosse vorrebbe dire che le persone non hanno rispettato i protocolli, ma voglio essere ottimista”