Galleria Rossonera

Cecchini, l'uomo del derby: "Lucca la più bella esperienza della mia carriera"

martedì, 12 maggio 2020, 09:03

di diego checchi

Luca Cecchini parla a Gazzetta Lucchese, racconta i suoi due anni a Lucca e spiega come sta proseguendo la sua avventura da calciatore: "Dopo Lucca sono andato a Sanbenedetto con un contratto di un anno. L'anno seguente, cioè quest'anno, sono arrivato al San Luigi vicino a Trieste, squadra che milita nel girone C di Serie D, avvicinandomi così a casa. Una scelta di vita visto che sono proprio di Trieste. Per il futuro prossimo non escludo niente. Se ci dovessse essere qualche occasione interessante, la valuterò senza dire di no a prescindere e confrontandomi comunque con mia moglie".

Che ricordi ha di Lucca?

"Ho un ricordo bellissimo. Probabilmente sono stati gli anni più belli nella mia breve carriera. La considero l'esperienza più bella. Ho molta nostalgia della città così come ce l'ha anche mia moglie." 

Qual è il suo ricordo del gol di Arezzo nella partita secca di playoff?

"E' stato un gol per me storico nella prima partita di playoff. Ma quei playoff sono stati memorabili. Ricordo ancora lo stadio pieno della sfida contro il Parma".

L'anno successivo ha segnato anche un gol nel derby della gara di ritorno a Pisa in un momento sicuramente non facile per la squadra e la società rossonera...

"Il gol al Pisa è stata un emozione fortissima. Essendo poi il secondo anno a Lucca sono riuscito ancora di più a capire il significato di quel gol. Un'emozione doppia, anzi direi tripla. Il periodo pre derby era stato piuttosto negativo e credo che il turno precedente aveva sancito il nostro ingresso nei playout. Quella partita fu un nuovo slancio per la squadra. Fu comunque un annata tribolata. La sensazione era che un fallimento fosse una cosa inevitabile come una bomba che potesse scoppiare da un momento all'altro. Qualcosa che prima o poi sarebbe successo. Sono contento che quest'anno la società rossonera sia ripartita alla grande".

Che rapporto ha avuto con mister Lopez?

"Mister Lopez come altri allenatori che ho avuto mi ha dato qualcosa di personale. Mi ha stimolato soprattutto dal punto di vista emozionale. Mi ha spronato e mi ha lasciato più libero soprattutto nell'attaccare." 

Ha avuto dei rimpianti nel corso della sua carriera?

"Rammarico ne ho dal punto di vista dell'infortuni che ho avuto nel tempo. Raramente posso dire di aver potuto concludere una stagione senza problemi. Per un giocatore che vuole crescere la continuità è fondamentale. Questo è sicuramente il rammarico più grosso".

Come sta passando questo periodo di clausura causa Covid?

"Chiuso in casa. Adesso mi sto muovendo fuori per allenarmi da solo. Sto passando il tempo dedicandomi allo studio. Mi sono iscritto ad Economia Aziendale e cercherò di laurearmi. Per il momento seguo il percorso di studi poi vedrò se ci saranno delle opportunità di lavoro. Per il momento vivo alla giornata. Voglio comunque continuare a giocare a calcio".

Che messaggio vuole mandare ai tifosi rossoneri?

"Saluto tutti e li voglio ringraziare per l'affetto che ho ricevuto da tutti loro. Speriamo sia un arrivederci più che un saluto vero e proprio perchè ci terrei tanto a tornare di nuovo a vestire quella maglia."  


Altri articoli in Galleria Rossonera


mercoledì, 8 luglio 2020, 17:13

Catastini: "Ecco tutti i primi passaggi amministrativi"

La nuova segretaria generale rossonera parla delle tempistiche federali: "La prima scadenza è il 20 luglio entro per i contratti ai giocatori confermati. Per i nuovi acquisti, possibile depositare un pre-contratto fino al 31 agosto da trasformare in contratto dal primo settembre al cinque ottobre"


venerdì, 26 giugno 2020, 13:19

L'ex Masini: "Quanti ricordi in rossonero..."

L'ex attaccante fa i complimenti per la promozione della Lucchese e ritorna alle sue stagioni con la maglia rossonera: "Con Viscidi in panchina, Deoma mi dava tanti consigli utili. Carruezzo per me era come un maestro. Non potrò mai dimenticare Bruno Russo: mi hanno veramente aiutato a diventare calciatore"



lunedì, 15 giugno 2020, 12:57

Pardini e Bartolomei, due giovani cuori rossoneri

Doppia intervista a due dei giovani che si sono messi in mostra nella stagione da poco terminata e che con orgoglio rivendicano la loro Lucchesità : "Emozioni bellissime, speriamo di rimanere nella squadra rossonera a lungo"


venerdì, 5 giugno 2020, 12:30

Vignali: "Ci meritiamo la promozione"

Il giocatore rossonero fa un bilancio del suo anno nella Lucchese: "“Attendiamo l’ufficialità di lunedì e poi speriamo di festeggiare il prima possibile. Abbiamo fatto una grande rincorsa e alla fine siamo riusciti a vincerlo. Le mie migliori gare, contro Caronnese e Seravezza"