Galleria Rossonera

Dalla Bernardina: "Il Como? Forte, ma non possiamo mollare di un centimetro"

giovedì, 11 febbraio 2021, 08:45

di diego checchi

Gabriele Dalla Bernardina si racconta, spiega i motivi per cui è arrivato a Lucca e, soprattutto, ci fa capire che tipo di giocatore è. Dopo l'esordio stagionale di domenica scorsa spera di poter dare il suo contributo anche a Como, in una partita tutt'altro che facile.

Come si trova a Lucca?

"Sono arrivato qui molto carico, ho avuto un'accoglienza bellissima dai compagni ma anche da tutto l'ambiente".

Ci racconta in breve la sua carriera?

"Ho iniziato con le giovanili a Vicenza, la squadra della mia città, dopo sono andato in Serie D all'Alto Vicentino, poi ho fatto sei mesi in Primavera al Cittadella e quindi in prima squadra per poi arrivare ad Olbia. Con l'Olbia ho tre anni di contratto e il Cittadella ha il diritto di recompra".

Che tipo di giocatore è?

"Sono sempre stato un difensore abbastanza aggressivo sull'uomo, ma giocando a tre sono migliorato anche nel gioco con il pallone".

Come mai ha deciso di venire a Lucca?

"Ho scelto Lucca perché è una piazza importante ed ha una grande storia. Non ho esitato nemmeno un minuto perché era sicuro che fosse il posto giusto per migliorare la mia carriera".

Come mai hai trovato poco spazio in questa stagione?

"Inizialmente per una scelta tecnica, poi mi sono anche infortunato".

L'esordio con la Lucchese è stato positivo e non era facile contro un attaccante di peso come Comi...

"Sicuramente un esordio positivo, peccato non aver fatto quel gol alla fine. Loro hanno avuto più possesso palla ma l'occasione migliore è stata la nostra. Non giocavo da tanto per via di un infortunio e son contento di essere entrato bene in partita".

Domenica potrebbe partire titolare?

"Io cerco di farmi trovare sempre pronto, se il mister deciderà di farmi giocare ben venga, rispetto sempre le decisioni del mister".

Conosceva già qualcuno dei suoi nuovi compagni?

"A Lucca non conoscevo nessuno personalmente, avevo solo incontrato la Lucchese due anni fa ad Olbia".

Dei tifosi di Lucca cosa sa?

"Purtroppo non li ho potuti vedere allo stadio, ma tutti mi hanno detto che sono un gruppo numeroso e che tengono molto alla maglia. Peccato che adesso non ci possano sostenere, faremo di tutto per dar loro delle soddisfazioni".

Domenica c'è la trasferta di Como, un'altra gara in salita?

"Il Como è sicuramente una squadra molto attrezzata ma abbiamo dimostrato di potercela giocare con chiunque, noi non possiamo mollare neanche di un centimetro".

Cosa pensa di mister Lopez?

"Mi ha fatto subito un'impressione ottima, pretende molto ma in campo è il primo a mettersi dalla nostra parte e ci sprona sempre. È molto preparato, me lo aveva detto anche il mio ex compagno Cocco che lo aveva avuto a Vicenza".

Oltre al calcio cosa fa? Studia?

"Al momento solo calcio, sto pensando di intraprendere un percorso universitario, ma vediamo prima come va questa stagione".


Altri articoli in Galleria Rossonera


martedì, 2 marzo 2021, 16:52

Kosovan: "Non potevo fare diversamente, ho deciso di mettere la famiglia al primo posto"

L'ex rossonero in esclusiva a Gazzetta Lucchese: "Una scelta sofferta, ma sentire persone che apprezzano la mia decisione, non può far altro che piacere. La Lucchese è una squadra che merita molto di più di quello che ha: l’impegno è sempre stato messo da parte di tutti e sono convinto...


giovedì, 25 febbraio 2021, 19:17

Favarin: "Con l'Olbia non sarà una partita semplice"

Giancarlo Favarin è il doppio ex fra Lucchese e Olbia: “Sarà uno scontro diretto bello e buono che varrà molto. La Lucchese dovrà assolutamente cercare di vincere. Sono convinto che per la salvezza dei rossoneri ci sia ancora tempo, a patto che la Lucchese riesca a fare delle vittorie”



lunedì, 22 febbraio 2021, 17:43

Pellegrini: "Contro l'Olbia conterà solo vincere: crediamo nella salvezza"

Il difensore rossonero: "Sulle possibilità di salvezza, dipende da noi. Peccato non aver vinto contro i bianconeri e aver lasciato punti per strada, altrimenti saremmo stati già penultimi. Sabato bisogna vincere e basta, ma non basta dirlo, dobbiamo farlo"


martedì, 16 febbraio 2021, 08:35

Il baby Cellamare: "A Lucca sto crescendo"

La storia di Claudio Cellamare, il laterale destro della Lucchese che ha appena compiuto 17 anni. E' il più giovane giocatore che ha esordito quest'anno nella terza serie italiana: "Da quando sono arrivato mi sono trovato in una grande famiglia e a distanza di mesi posso solo confermarlo"