Galleria Rossonera

Il doppio ex Ferracuti: "A Como sarà partita aperta"

martedì, 9 febbraio 2021, 16:10

di diego checchi

Per Corrado Ferracuti, Como-Lucchese è la partita del cuore. Perché l’ex giocatore rossonero ha lasciato grandi ricordi in entrambe le società. Con lui abbiamo parlato della partita e di come andrà a finire.

Quanti anni ha giocato nel Como?

Sono cresciuto calcisticamente nel Como dove ho fatto 9 anni in totale: 4 di settore giovanile e 5 anni di prima squadra. Ho sempre giocato in Serie C, a parte una parentesi di 6 partite per poi passare alla Lucchese”. 

Che ricordi ha di Como?

“Sono stato benissimo nella città lariana. Ci ho passato tutta l’adolescenza e sono stato benissimo, per certi versi è una città simile a Lucca dove si vive bene e dove non ci sono tante pressioni”.

L’allenatore del Como è un suo vecchio compagno.

“Con Giacomo Gattuso (detto Jack per gli amici) ho un bel rapporto, siamo rimasti legati, ci vediamo ogni tanto e ci sentiamo spesso”.

Si aspettava che facesse l’allenatore e che il Como lottasse per la Serie B?

“Mi aspettavo facesse l’allenatore perché è sempre stato un ottimo comunicatore, un capitano che ha lasciato i migliori ricordi degli ultimi 30/40 anni del Como. Un simbolo della città. Ha un carattere molto alla mano ma nello stesso tempo è un trascinatore. Avendo visto il Como non pensavo potesse essere la prima squadra del campionato, ma avevo avuto una bellissima impressione. Ho pensato che avrebbe lottato per rimanere in alta quota fino in fondo, anche se Alessandria e Pro Vercelli erano le favorite”.

Che contraccolpo può avere la sconfitta nel derby contro il Lecco?

“Non è una sconfitta come tutte le altre perché Como-Varese e Como-Lecco sono i derby più sentiti dai tifosi. Sicuramente il 4 a 0 è stato pesante anche se non posso dire come è venuto perché non ho visto la partita. A cose normali mi augurerei che il Como riuscisse subito a rifarsi ma in questo caso no, perché di mezzo c’è la Lucchese, l’altra squadra del mio cuore”.

Ecco, parlando della Lucchese, come dovrà affrontare questa partita?

“Sinceramente non ho più visto dal vivo la Lucchese dopo il mercato di riparazione, ma secondo me se giocano come contro la Pro Vercelli, con la determinazione di una squadra che si deve salvare ma che ha trovato una quadra, se la giocano alla pari con chiunque. In questo momento il Como potrebbe avere qualcosa in più come qualità, ma credo sarà una partita aperta”. 

È la partita del suo cuore?

“Como per un verso e Lucca per un altro, fanno si che sia la partita del mio cuore. Mi piacerebbe facessero tutte e due le squadre tre punti, ma penso che un pareggio sarebbe darebbe ancora più slancio alla stagione della Lucchese. Sono convinto che ce la possa fare a salvarsi perché viene da un trend positivo e questo mi fa ben sperare”.


Altri articoli in Galleria Rossonera


martedì, 2 marzo 2021, 16:52

Kosovan: "Non potevo fare diversamente, ho deciso di mettere la famiglia al primo posto"

L'ex rossonero in esclusiva a Gazzetta Lucchese: "Una scelta sofferta, ma sentire persone che apprezzano la mia decisione, non può far altro che piacere. La Lucchese è una squadra che merita molto di più di quello che ha: l’impegno è sempre stato messo da parte di tutti e sono convinto...


giovedì, 25 febbraio 2021, 19:17

Favarin: "Con l'Olbia non sarà una partita semplice"

Giancarlo Favarin è il doppio ex fra Lucchese e Olbia: “Sarà uno scontro diretto bello e buono che varrà molto. La Lucchese dovrà assolutamente cercare di vincere. Sono convinto che per la salvezza dei rossoneri ci sia ancora tempo, a patto che la Lucchese riesca a fare delle vittorie”



lunedì, 22 febbraio 2021, 17:43

Pellegrini: "Contro l'Olbia conterà solo vincere: crediamo nella salvezza"

Il difensore rossonero: "Sulle possibilità di salvezza, dipende da noi. Peccato non aver vinto contro i bianconeri e aver lasciato punti per strada, altrimenti saremmo stati già penultimi. Sabato bisogna vincere e basta, ma non basta dirlo, dobbiamo farlo"


martedì, 16 febbraio 2021, 08:35

Il baby Cellamare: "A Lucca sto crescendo"

La storia di Claudio Cellamare, il laterale destro della Lucchese che ha appena compiuto 17 anni. E' il più giovane giocatore che ha esordito quest'anno nella terza serie italiana: "Da quando sono arrivato mi sono trovato in una grande famiglia e a distanza di mesi posso solo confermarlo"