Galleria Rossonera

Kosovan: "Non potevo fare diversamente, ho deciso di mettere la famiglia al primo posto"

martedì, 2 marzo 2021, 16:52

di diego checchi

Tanasiy Kosovan, che proprio ieri ha rescisso il contratto con la Lucchese per motivi famigliari, ci tiene a salutare tutti e a spiegare in esclusiva il perché ha deciso di chiudere anticipatamente l’avventura con la Lucchese.

Per quale motivo ha deciso di rescindere il contratto con la Lucchese?

“Prendere queste decisioni non è una cosa semplice. Ho deciso di mettere la mia famiglia al primo posto e di stare con i miei figli a tempo pieno, almeno per il momento, perché hanno bisogno di me. Per come si cresce nel calcio ho sempre visto mettere il pallone prima di tutto e di tutti, ma per me non è così. È una scelta sofferta, ma sentire persone che apprezzano la mia decisione, non può far altro che piacere”.

Come si è trovato a Lucca?

“A Lucca mi sono trovato bene, si sta benissimo, è una piazza di calcio, ho sempre respirato “un’aria di calcio”. Infatti uno dei più grandi rammarichi è non aver avuto i tifosi allo stadio soprattutto con una curva come a Lucca è stato un vero rimpianto. Anche perché sarebbe stata sempre una carica in più per noi giocatori. Siamo una squadra giovane, con tanti giovani interessanti e in questa categoria ci vuole anche esperienza. Però è una squadra che merita molto di più di quello che ha. L’impegno c’è sempre stato messo da parte di tutti e sono convinto che riuscirà a raggiungere l’obiettivo”.

Al di là di questo periodo transitorio, il suo obiettivo è quello di continuare a giocare?
“Mi state intervistando mentre sto tornando a casa, ad oggi sto pensando di prendermi cura della famiglia a tempo pieno. Sicuramente continuerò a giocare a calcio, perché questo è il mio lavoro. Appena avrò modo ricomincerò, magari vicino a casa e alla famiglia”.

Seguirà la Lucchese anche da lontano?

“Quello di sicuro, quando entri a far parte di un progetto e di un gruppo non è che si possa pensare soltanto a sé stessi. Sicuramente la seguirò e sono molto ottimista che tutto possa andare per il meglio. Abbiamo soltanto un po’ di esperienza in meno rispetto ad altre squadre”

Vuole salutare qualcuno?

“Saluto Lucca intera e tutte le parsone che ci hanno seguito quest’anno, chiedendo che possano seguire ancora la squadra fino alla fine. Ringrazio la società e i compagni con cui ho condiviso momenti che rimarranno per sempre, di battaglie, di sofferenze e di gioie”.


Altri articoli in Galleria Rossonera


martedì, 20 aprile 2021, 12:28

Mister Tazzioli: "C'è ancora speranza di salvezza"

Il tecnico prova a mantenere accesa la fiammella: "Finché la matematica non condanna, c’è l’obbligo di crederci. Cosa non ha funzionato? Lampante non aver mai trovato una soluzione nella fase difensiva, perché è impossibile prendere così tanti gol per una squadra che si vuole salvare"


giovedì, 15 aprile 2021, 08:09

Francesconi: "Situazione disperata, speriamo Di Stefano porti la scossa"

L'ex attaccante rossonero: "Bisognerebbe essere all'interno per sapere se un cambio può portare benefici oppure no. Da fuori penso che abbiano aspettato fino all'ultimo per vedere se si riusciva a invertire la rotta. Di Stefano probabilmente è la persona più adatta per questo momento, è molto pacato e può riportare...



mercoledì, 14 aprile 2021, 12:57

Castagnoli: "Il cambio in panchina era obbligatorio"

Giulio Castagnoli, tifoso storico e opinion leader: "Dopo quello che si è visto domenica era obbligatorio, anche per una questione morale nei confronti dei tifosi. Se un allenatore cerca di difendere lo 0 a 0 in una partita come quella di domenica con il Livorno non ci sono alternative"


venerdì, 9 aprile 2021, 17:47

"I rossoneri provino a fare la corsa sulla Pro Sesto"

Manuel Lencioni, attuale allenatore del Ponte a Moriano e tifoso rossonero, si diletta nel tempo libero a seguire gli allenamenti e le partite della Lucchese: "Credo che basterà arrivare alla quota di 33 o 34 punti, che possono essere alla portata della Lucchese, ovvero fare 7/8 punti per evitare la...