Galleria Rossonera

Guidi: "La rosa ampia presupposto per un buon campionato"

mercoledì, 25 agosto 2021, 08:20

di diego checchi

Riccardo Guidi, storico preparatore atletico dei rossoneri, fa il punto su tutti gli aspetti che riguardano uno degli aspetti cruciali nella gestione di un campionato, ovvero la condizione fisica che non ha mai tradito la Lucchese in tutti questi anni.

A che punto siamo con la preparazione?

“Adesso siamo al trentaseiesimo allenamento, un po' in dietro rispetto alla tabella di marcia ma tutto sommato neanche tanto, purtroppo per una serie di intoppi burocratici non siamo riusciti a partire prima per il ritiro. Comunque stiamo entrando a regime, questa settimana abbiamo già svolto il lavoro “tipo” anche se leggermente modificato per recuperare gli allenamenti perduti, e domani ci sarà un’amichevole per mettere minuti nelle gambe. A curare la preparazione siamo in tre, Nicola Cortopassi si occupa di prevenzione e recupero infortunati mentre Alessandro Coluccio si occupa di fitness e analisi dei dati. Io mi occupo più strettamente della preparazione della squadra per il campionato, ovviamente la programmazione deve tenere conto di tutti questi aspetti. In questa fase lavoriamo più sulla quantità che sulla qualità per venire incontro alle esigenze del mister, completando gli allenamenti con le esercitazioni tecnico-tattiche. Poi, dobbiamo gestire l’arrivo scaglionato dei giocatori che sono arrivati con livelli di preparazione differente”.

Per domenica la squadra è pronta allora?

“Ve lo saprò dire domenica notte… a parte gli scherzi, abbiamo praticamente tutti i giocatori disponibili in buona condizione a parte Babbi che avrà bisogno di ancora un po’ di tempo per recuperare dall’infortunio. La rosa è praticamente completa e penso che faremo la nostra partita”. 

Che campionato si aspetta?

“Con Pagliuca, il lavoro non manca mai e si può contare su un lavoro di alto livello e grande intensità. Questo con la rosa ampia che abbiamo quest’anno, credo sia presupposto per un buon campionato”.

Come ha trovato Pagliuca?

“L’ho ritrovato con lo stesso entusiasmo di sempre, con in più l’esperienza che un po’ tutti abbiamo maturato negli utlimi anni”. 

E la società?

“La società è volenterosa e ci sta mettendo a disposizione tutto quello che serve per fare bene”.

Come si trova con i suoi colleghi preparatori?

“Ci conosciamo tutti da tempo, addirittura ho allenato Nicola quando ero all’inizio della mia carriera tanti anni fa. C’è grande intesa e coordinazione tra tutti noi”.

Da lucchese vuole dire qualcosa ai tifosi?
“Vorrei dire che tutti abbiamo fatto l’impossibile per recuperare la categoria e questo è l’importante, adesso anche loro devono o dare  il loro contributo per dare ancora più lustro ai colori rossoneri”. 

 



Altri articoli in Galleria Rossonera


venerdì, 22 luglio 2022, 13:24

Nenciarini: "Il nostro, un gruppo giovane con qualche giocatore di esperienza"

Parla il vice di mister Maraia: "Qui una situazione favorevole visto che ho conosciuto il direttore Deoma, una persona con dei valori importanti che nel calcio vengono sempre più a mancare. Poi c’è il mister che non discute perché sapevo già che persona fosse”


lunedì, 23 maggio 2022, 18:10

Mister Fracassi: "I tifosi hanno capito che quest'anno c'è stato tanto lavoro"

Il vice di Pagliuca parla della stagione conclusa e del futuro: "L'obiettivo è migliorarsi. È ovvio che la società deve fare i suoi passi con il rinnovi e nella costruzione della squadra, con il mister abbiamo già parlato e sappiamo dove intervenire per poter migliorare, magari anche nella fase realizzativa”



martedì, 17 maggio 2022, 12:05

Giovannini: "Ecco su chi punterei in Serie C..."

Il direttore generale, da poco passato all'Arezzo, parla dei giocatori che lo hanno impressionato e del campionato dei rossoneri: "Tutti i dirigenti sono stati bravi, non era facile ripartire dopo una retrocessione e Pagliuca ha fatto un grande lavoro sul campo e questo mi sembra sia sotto gli occhi di...


venerdì, 13 maggio 2022, 07:43

Zak Ruggiero ai saluti: "Play off emozione bellissima, meritavano di più"

Il trequartista che ha disputato un finale di stagione in crescendo: “Non lo so ancora cosa mi riserverà il futuro: è incerto. Devo scegliere bene, ho altri due anni a Crotone, adesso vedremo cosa fare insieme ai proprietari del mio cartellino”