L'evento

Orsili e Pastrello, due campionesse d’Europa al servizio de Le Mura Lucca

mercoledì, 14 agosto 2019, 16:17

Primo impatto con la realtà del Basket Le Mura Lucca per le classi 2001 Alessandra Orsili e Silvia Pastrello, due delle quattro giocatrici biancorosse, le altre sono Giovanna Elena Smorto e Sara Madera, che si sono laureate campionesse d’Europa in questa magica estate 2019 per le selezioni giovanili azzurre.

Le cestiste hanno avuto modo di visitare il Palatagliate, la loro prossima “casa”, e di prendere confidenza con il rinnovato parquet sul quale da mercoledì 21 agosto, inizio della sessione di allenamento fissato per le 17, comincerà la preparazione del team agli ordini di Francesco Iurlaro. Il coach di Mesagne potrà nuovamente lavorare con loro, dopo averle allenate ai tempi della sua esperienza alla guida della nazionale italiana Under 18. Pastrello e Orsili, legate da una profonda amicizia anche fuori dal campo, hanno incontrato i tifosi del Basket Gesam Gas e Luce Le Murra presso gli studi medici Athena. A fare gli onori di casa ci ha pensato il presidente Rodolfo Cavallo che ha sottolineato come questi due innesti si incarnino alla perfezione con il progetto imbastito dalla società biancorossa.

“Siamo estremamente orgogliosi e felici di aver compiuto queste scelte in ottica della valorizzazione dei più floridi talenti del basket italiano.” –è l’incipit del numero del club- “A livello personale, auspico che sotto la guida di Iurlaro, un coach che Alessandra e Silvia conoscono bene, le ragazze possano proseguire nel loro percorso di crescita. Quest’estate le abbiamo ammirato vincere a livello europeo, confermando di averci visto lungo. Dovremo essere bravi a metterle nelle condizioni di esprimersi al meglio, anche nell’ambito scolastico, ma credo che la città di Lucca e i nostri dirigenti forniranno il supporto necessario. Sono convinto che i tifosi si avvicineranno a questa squadra con entusiasmo visto che il nostro è un progetto stuzzicante. Servirà pazienza ma i risultati arriveranno.”

Silvia Pastrello e Alessandra Orsili, reduci da una lunga ma soddisfacente estate, non vedono l’ora di tuffarsi in questa stagione d’esordio in Serie A1. “Sarà la mia prima esperienza fuori casa”- ha affermato Pastrello, capitano dell’Under 18 campione d’Europa, -“che mi farà accrescere a livello umano. Sicuramente ritrovare coach Iurlaro ci aiuterà nella fase di adattamento. Cosa ammiro di Alessandra? Sicuramente la sua capacità di penetrare in area avversaria e la sua costanza nel cercare soluzioni vincenti quando tutti gli spazi sembrano chiusi.”La cestista veneta, inoltre, poche settimane fa ha difeso i colori dell’Under 18 di 3vs3 nelle qualificazioni per l’Europeo di categoria in quel di Rieti. “Si trattano di due sport diametralmente opposti.” –ha concluso Silvia Pastrello- “Il 3vs3 migliora la capacità di attaccare uno contro uno e permette di sviluppare un gioco maggiormente istintivo.”.

Sono state due, invece, le medaglie d’oro (Under 18 e Under 20) messe al collo da Alessandra Orsili nel giro di un mese e mezzo. La playmaker marchigiana, rientrata in Italia da pochi giorni dopo il trionfo maturato in Repubblica Ceca, ha speso parole importanti su Lucca. “Sto imparando a conoscerla e devo dire che è una città bellissima.” –ha dichiarato Orsili- “Sono consapevole delle difficoltà che potrò incontrare ma non vedo l’ora di iniziare. La serietà e la professionalità è stata determinante per la mia decisione. Sarà fondamentale stabilire la giusta alchimia con le nuove compagne, in modo che sia più facile trovarsi anche sul parquet durante i match. Cosa ruberei dal gioco di Silvia? Con lei sono a mio agio poiché ama esaltarsi in contropiede. È una giocatrice determinata in ogni zona del campo, che sa fornire un valido contributo soprattutto in fase difensiva.”

 

 

 


Altri articoli in L'evento


martedì, 26 novembre 2019, 16:41

Vivere lo stadio nell'era di internet

Una delle attività che risulta maggiormente modificata dall'arrivo delle nuove tecnologie, sta nel viversi la domenica allo stadio. Andare la domenica allo stadio, significa trascorrere del tempo con i propri amici, divertirsi e riuscire a vedere la propria squadra del cuore


giovedì, 21 novembre 2019, 17:38

David Bonaventuri porta gli studenti del Liceo scientifico-sportivo dell’ITT Fermi alla scoperta del calcio amputati

Continua il rapporto di collaborazione tra l’Associazione Onlus Luccasenzabarriere e il liceo scientifico-sportivo dell’ITT Fermi: quattro classi hanno incontrato David Bonaventuri, recente campione d’Italia con la Nuova Montelabbate e perno della nazionale azzurra



mercoledì, 13 novembre 2019, 12:14

Marco Landucci all'ITI Fermi

All’Istituto Enrico Fermi, gli alunni del Liceo Scientifico Sportivo hanno organizzato e partecipato ad una conferenza dal tema “ Atleta e Allenatore di alto livello", che ha avuto come ospite d’eccezione l’allenatore in seconda di Massimiliano Allegri e lucchese doc


venerdì, 8 novembre 2019, 15:13

All’ITIS Fermi una mattinata dedicata alla sicurezza stradale e allo sport integrato

Tanta partecipazione e partner come la Polizia stradale, Andrea Lanfri, testimonial di Luccasenzabarriere, Nicola Codega, il pluripremiato atleta paraolimpico Stefano Gori, una rappresentanza della Lucchese, la nazionale italiana di calcio amputati con David Bonaventuri e la dirigente dell’ufficio scolastico territoriale di Lucca e Massa Carrara Donatella Buonriposi