Porta Elisa News

Iscrizione, è tempo di presentare i documenti

domenica, 16 giugno 2019, 15:55

Da domani, lunedì, nella settimana decisiva per capire le possibilità, tutte da decifrare, che la Lucchese riesca a iscriversi. Il primo adempimento in realtà è caduto sabato 15 giugno. Entro quella data dovevano essere depositati i seguenti documenti inerenti i criteri infrastrutturali:

- copia dei contratti per la fornitura dei servizi di ticketing (bigliettazione nominativa), controllo accessi (tornelli o palmari) e stewarding per la stagione 2019/2020. Nel caso in cui i contratti non risultino ancora sottoscritti, la società dovrà trasmettere, per ciascun rapporto di fornitura, dichiarazione, come da modello allegato al presente Comunicato, contenente l’impegno a farpervenire in Lega la copia del contratto sottoscritto almeno una settimana prima dell’inizio dell’attività agonistica ufficiale;

- certificazione dell’accettazione, da parte delle autorità competenti per l’ordine pubblico, delsistema di videosorveglianza e delle soluzioni adottate per la separazione strutturale delle tifoserie (recinzione dell’area riservata o “di prefiltraggio”);

- certificato FIFA Quality PRO in corso di validità, in caso di utilizzo di stadio dotato di manto erboso artificiale;

- certificazione, avente data non antecedente il 1° luglio 2018, delle dimensioni del rettangolo di gioco, con sottoscrizione da parte di tecnico abilitato di una tabella conforme al modello allegato;

- dichiarazione impegnativa al mantenimento in efficienza del terreno di gioco, con autorizzazione ad interventi in surroga da parte della Lega Italiana Calcio Professionisticoqualora ritenuti necessari da quest’ultima, con riaddebito delle spese;

- dichiarazione impegnativa a provvedere, in caso di precipitazioni nevose, allo sgombero della neve fino a 24 ore prima dell’orario ufficiale previsto per l’inizio della gara;

- certificazione, avente data non antecedente il 1° luglio 2018, dei livelli d’illuminamento garantiti dal relativo impianto, con sottoscrizione da parte di tecnico abilitato di una tabella deivalori d’illuminamento conforme al modello allegato; nella stessa certificazione dovrà essereattestata la presenza permanente, nell’impianto, di due sorgenti di alimentazione elettricadistinte, una delle quali costituita da un gruppo elettrogeno in grado di garantire il ripristino dialmeno i 2/3 dei valori minimi richiesti per l’illuminazione del terreno di gioco in caso di assenza di alimentazione da sorgente primaria;

- certificazione delle “proprietà antiscivolo” della pavimentazione degli spogliatoi squadre edarbitri e della pavimentazione del percorso che dagli stessi conduce al terreno di gioco.

Adempimenti, come si vede,  che attendono l'impianto di gioco, proprio quell'impianto che l'assessore allo Sport in carica Stefano Ragghianti ha bollato come necessario di importanti e costosi interventi. Da parte comunale, bene ricordarlo, nessun passo concreto è stato effettuato in questi anni per garantire un impianto a norma per i campionati professionistici. Prima ancora di arrivare a pagare stipendi e contributi, fideiussioni e tasse di iscrizione, gli attuali gestori dovranno presentare entro il 17 giugno, dunque entro domani: 

- la dichiarazione di disponibilità dell’impianto sportivo, rilasciata dall’Ente proprietario dellostesso;

- la licenza d’uso ai sensi dell’art. 68 del TULPS, con indicazione della capienza e specificazionedel numero dei posti nei vari settori (inclusi quelli riservati alla stampa sportiva ed agli spettatori diversamente abili) corrispondenti al verbale della Commissione Provinciale o Comunale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo, valida per tutta l’attività agonistica organizzata dallaLega Pro, ivi comprese espressamente le eventuali gare di Play Off e Play Out, nel rispetto di quanto previsto nel Comunicato Ufficiale n. 31/A del 18 dicembre 2018;

- i verbali rilasciati dalle competenti Commissioni Provinciali o Comunali di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo ai sensi dell’art. 80 del TULPS e richiamati nella licenza d’uso;
- l’eventuale istanza per ottenere la deroga a svolgere l’attività, per la stagione sportiva 2019/2020, in un impianto non ubicato nel proprio comune, ma situato comunque nella regione in cui ha sede la società ovvero in una regione confinante, qualora la società non abbia ladisponibilità di un impianto nel proprio comune; l’istanza deve essere corredata dalla documentazione di cui ai punti che precedono nonché dal nulla osta del Prefetto relativamenteall’impianto prescelto.

L’inosservanza del termine perentorio del 24 giugno 2019, anche con riferimento a unosolo degli adempimenti previsti nei confronti della Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi, determina la mancata concessione della Licenza Nazionale per il Campionato Serie C 2019/2020.

Con Comunicato Ufficiale F.I.G.C. n. 88/A del 2 aprile 2019, all’Allegato C) è stata prevista lafacoltà della Lega Italiana Calcio Professionistico, previa comunicazione alla F.I.G.C., di concedere deroga alle disposizioni previste per l’impianto di illuminazione (punto 8 Criteri Infrastrutturali), nonché per la capienza e i requisiti stadio (punto 16 Criteri Infrastrutturali) nel caso in cui siano in corso lavori di ammodernamento, ristrutturazione e/o ampliamentofinalizzati a rendere l’impianto conforme ai requisiti rispettivamente previsti, sulla base di un progetto già approvato dalle Autorità competenti. Ferma restando ogni opportuna valutazione della Lega, in ragione della documentazione allegata, in ordine alla concessione della deroga, le relative istanze debbono essere depositate entro il 20 giugno 2019, corredate dalla seguente documentazione:

• verbale di approvazione preliminare del progetto da parte della competente Commissione di Vigilanza sui Pubblici Spettacoli;

  • certificazione da parte dell’ente appaltante (società sportiva o comune) che le procedure amministrative per autorizzazioni e permessi sono siano state assolte positivamente;

  • verbale di inizio lavori o, in alternativa, verbale di affidamento dei lavori riportante la data di inizio prevista; questi documenti riporteranno la data di conclusione lavori impegnativa per la ditta esecutrice;

  • stato di avanzamento dei lavori, qualora già avviati.

    Laddove la data di conclusione sia successiva al 31 luglio 2019, ovvero cada all’interno delperiodo di attività della stagione sportiva 2019/2020, dovranno inoltre essere prodotti unverbale della competente Commissione di Vigilanza sui Pubblici Spettacoli che attesti l’agibilitàdello Stadio con spettatori anche in presenza di un cantiere ed il nulla-osta della locale Questura alla disputa delle partite.



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 14 dicembre 2019, 14:37

Ecco la punta: arriva Iadaresta

Gran colpo di calciomercato della Lucchese che vincendo la concorrenza di molte società, anche di Lega Pro, ha ingaggiato la punta centrale Pasquale Iadaresta, da poco svincolatosi dal Foggia. L'attaccante partito con i compagni alla volta di Bra


sabato, 14 dicembre 2019, 13:12

Monaco: "Ci sarà da battagliare"

Il tecnico rossonero mette in guardia i suoi: "Dovremo entrare in campo con la giusta determinazione e concentrazione, ci sarà da battagliare. Il gruppo sta bene, a parte gli infortunati Lici e Ligorio che torneranno a disposizione con l’anno nuovo, e Bitep squalificato”



venerdì, 13 dicembre 2019, 18:13

Ufficiale: Luglio è il secondo portiere

La Lucchese comunica di aver ingaggiato il portiere Nicolò Luglio. Alto 1,91 per 85 chili, il neo rossonero ha giocato nelle giovanili di Altoadige, Triestina e Imolese e vanta esperienze in Serie D: sarà a disposizione di Monaco sin dalla gara di Bra


venerdì, 13 dicembre 2019, 08:25

Mercato, ecco i nomi sul taccuino di Deoma

Mentre il portiere Marinca si è svincolato e il difensore Guglielmo è vicino alla firma, ecco i nomi che potrebbero rinforzare la rosa rossonera a centrocampo e sempre in attesa di gennaio, quando potrebbe arrivare un nuovo attaccante