Coronavirus, tutte le indicazioni di Ascit su come raccogliere i rifiuti

martedì, 24 marzo 2020, 14:38

Alla luce dell’emergenza sanitaria in atto su tutto il territorio nazionale e delle disposizioni sulla raccolta dei rifiuti pervenute dalla Regione Toscana, Ascit servizi ambientali S.p.A. intende diffondere le corrette modalità di differenziazione dei rifiuti in questo particolare periodo. Le famiglie in cui un componente è risultato positivo e si trova in quarantena domiciliare obbligatoria, dovranno sospendere la raccolta differenziata e attendere le istruzioni che verranno comunicate da ASCIT S.p.A. 

Le famiglie con persone in quarantena obbligatoria senza casi positivi accertati, dovranno continuare a differenziare i materiali, seguendo il calendario di cui dispongono, con i seguenti accorgimenti: gettare i guanti, le mascherine e i fazzoletti di carta nel rifiuto indifferenziato; utilizzare sempre due o tre sacchi  resistenti per l’indifferenziato, chiusi uno dentro l’altro, senza schiacciarli mai; maneggiare i sacchetti e i bidoni utilizzando un paio di guanti monouso da gettare nel successivo sacco del rifiuto indifferenziato.

Ascit precisa che, chi risiede nei Comuni di Capannori e Montecarlo, dove è in vigore la tariffazione puntuale, dovrà utilizzare come primo sacco, un sacchetto qualunque (già a disposizione dell’utente o, in alternativa, quelli in dotazione per il multimateriale), che dovrà poi inserire all’interno di uno dei sacchi con il chip (si usa un solo sacco con il chip per volta).

Le famiglie che non presentano alcun caso positivo, potranno continuare a differenziare i materiali come sempre, seguendo il calendario di cui dispongono, ma con alcuni piccoli accorgimenti: per esporre i rifiuti indifferenziati, utilizzare sempre due sacchi chiusi uno dentro l’altro, senza schiacciarli mai. Gettare eventuali guanti, mascherine e i fazzoletti di carta nel rifiuto indifferenziato. 

Ascit ribadisce che, anche in questo caso, chi risiede nei Comuni di Capannori e Montecarlo, dove è in vigore la tariffazione puntuale, dovrà utilizzare come primo sacco, un sacco qualunque (già a disposizione dell’utente o, in alternativa quelli in dotazione per il multimateriale) , che dovrà poi inserire all’interno di uno dei sacchi con il chip (si usa un solo sacco con il chip per volta).



caffè bonito

Altre notizie brevi


giovedì, 2 aprile 2020, 19:33

Rinnovata fino al 13 aprile l’ordinanza urgente per ztl aperta e parcheggi gratis

È stata rinnovata in serata l’ordinanza urgente che lascia accessibile a tutti la Zona a traffico limitato e dispone la gratuità di tutti i parcheggi a pagamento fino al prossimo 13 aprile, salvo eventuali ulteriori proroghe.


giovedì, 2 aprile 2020, 17:37

Coronavirus, nelle Rsa fatti 4.873 tamponi su ospiti e operatori: 667 i positivi

Nelle Rsa della Toscana dal 29 marzo alla mezzanotte del 1 aprile sono stati fatti 4.873 tamponi, e 667 (509 tra gli ospiti e 158 tra gli operatori, qualcosa più del 13 per cento) sono finora risultati positivi al Covid-19.



giovedì, 2 aprile 2020, 10:14

"Andare oltre si può": donati tre tablet all'ospedale San Luca

Tre tablet, con relative schede attive per l’emergenza Covid19, sono stati donati all’ospedale San Luca di Luccadall’associazione Andare oltre si puòche li ha consegnati al dott. Cesare Fabrizio Benanti, responsabile del reparto di Terapia Intensiva del San Luca insieme alla dott.ssaDaniela Boccalatte,per offrire ai pazienti in isolamento la possibilità di...


mercoledì, 1 aprile 2020, 17:39

Oltre 7 milioni di euro in arrivo finalmente da Roma per i bus lucchesi

"Ho ricevuto comunicazione dal Governo che sono in arrivo risorse importanti per il rinnovo del parco autobus per le città di Prato e Lucca. Sono molto soddisfatto della cosa e mi complimento con le amministrazioni comunali”.