Galleria Rossonera

Giordani: "Dalla gara di Piacenza passeranno molte possibilità per i play out"

giovedì, 25 marzo 2021, 12:54

di diego checchi

Per analizzare il momento della Lucchese abbiamo intervistato un attento conoscitore di calcio come Alessandro Giordani:  “Intanto sono rammaricato per come è andata fino ad ora. Pensavo che la Lucchese potesse fare qualcosa di più, ma ci sono state tante avversità che hanno contraddistinto una stagione particolare. Una tra tutte l’incognita covid che ha colpito tutte le squadre. C’è anche da dire che degli errori sono stati fatti nella costruzione della squadra e questo deve servire per il futuro. Adesso la Lucchese deve raggiungere i playout e poi giocarsi la salvezza negli spareggi. Questo è lo stato dell’arte”.

Ecco, appunto, la Lucchese dovrà cercare di raggiungere i playout. Come dovrà fare?

“È inutile girarci intorno, dovrà fare per forza dai 9 ai 10 punti e arrivare a 35/36, altrimenti è inutile fare i conti. Questa squadra dovrà cercare di vincere almeno una gara in trasferta e di pareggiarne un’altra, per poi vincere in casa contro Livorno e Lecco. Non ci sono alternative. Mi pare che la strada sia tracciata”.

La partita contro la Pistoiese ha dato una boccata d’ossigeno. 

“Era uno snodo cruciale e la Lucchese lo ha superato. Ma ripeto: la vittoria con la Pistoiese deve essere valorizzata con gli altri punti, altrimenti non servirà a niente e sarà stata un’illusione. Voglio essere realista perché questa è la situazione”.

Domenica prossima ci sarà la trasferta di Alessandria. Come dovrà giocare la Lucchese?
“Sulle scelte tecniche sarà Lopez a fare le dovute considerazioni. Io posso parlare sotto l’aspetto mentale: contro l’Alessandria, per la Lucchese non ci sarà niente da perdere. I rossoneri dovranno andare a giocarsela senza particolari timori reverenziali, evitando di fare la vittima sacrificale in partenza. Contro Como, Juventus U23, Pro Vercelli e altre squadre di alta classifica, la Lucchese ha sempre fatto delle buone prestazioni. Dovrà seguire la scia di quelle partite. insomma, dovrà giocare libera di mente, senza pensare all’avversario che avrà davanti, sulla carta del tutto proibitivo”.

Poi ci sarà lo scontro diretto contro il Piacenza.

“Da lì passeranno molte speranze di arrivare ai playout, non ci sono dubbi. Tutti sanno dell’importanza della gara, è uno scontro diretto da vincere, ma non sarà facile”.

In questa settimana i tifosi hanno manifestato il malcontento per la piega che ha preso la stagione. Lei che cosa ne pensa?
“Li capisco, è chiaro che non possono essere contenti. Speravamo tutti quanti in una salvezza tranquilla, ma così non è stato. Questa squadra più volte ha dimostrato sia lacune tecniche che mentali che l’hanno portata nella posizione in cui si trova adesso”.

Crede nella salvezza?
“Ci sono delle possibilità da giocarci ed è chiaro che la Lucchese dovrà farlo fino in fondo. In qualche modo questa squadra dovrà fare dei punti, altrimenti le chiacchiere stanno a zero. Inutile fare percentuali che poi non potrebbero essere quelle. Andiamo sui fatti concreti senza però farsi condizionare dai risultati delle altre. In campo deve andare una squadra sapendo che deve giocare sei finali con il coltello tra i denti e senza quelle paure che l’hanno attanagliata per tutta la stagione. Contro la Pistoiese, i rossoneri mi sono sembrati più sciolti e il ritorno di Sbrissa in campo ha alzato sicuramente la qualità”.

In prospettiva playout, chi vorrebbe incontrare?

“Francamente non ci ho ancora pensato. Intanto la Lucchese deve arrivarci e poi giocarsela con qualsiasi avversario. Sono discorsi prematuri”. 

 


Altri articoli in Galleria Rossonera


martedì, 20 aprile 2021, 12:28

Mister Tazzioli: "C'è ancora speranza di salvezza"

Il tecnico prova a mantenere accesa la fiammella: "Finché la matematica non condanna, c’è l’obbligo di crederci. Cosa non ha funzionato? Lampante non aver mai trovato una soluzione nella fase difensiva, perché è impossibile prendere così tanti gol per una squadra che si vuole salvare"


giovedì, 15 aprile 2021, 08:09

Francesconi: "Situazione disperata, speriamo Di Stefano porti la scossa"

L'ex attaccante rossonero: "Bisognerebbe essere all'interno per sapere se un cambio può portare benefici oppure no. Da fuori penso che abbiano aspettato fino all'ultimo per vedere se si riusciva a invertire la rotta. Di Stefano probabilmente è la persona più adatta per questo momento, è molto pacato e può riportare...



mercoledì, 14 aprile 2021, 12:57

Castagnoli: "Il cambio in panchina era obbligatorio"

Giulio Castagnoli, tifoso storico e opinion leader: "Dopo quello che si è visto domenica era obbligatorio, anche per una questione morale nei confronti dei tifosi. Se un allenatore cerca di difendere lo 0 a 0 in una partita come quella di domenica con il Livorno non ci sono alternative"


venerdì, 9 aprile 2021, 17:47

"I rossoneri provino a fare la corsa sulla Pro Sesto"

Manuel Lencioni, attuale allenatore del Ponte a Moriano e tifoso rossonero, si diletta nel tempo libero a seguire gli allenamenti e le partite della Lucchese: "Credo che basterà arrivare alla quota di 33 o 34 punti, che possono essere alla portata della Lucchese, ovvero fare 7/8 punti per evitare la...