Spegnimento dei varchi, Confcommercio chiede parcheggi promiscui negli spazi dei residenti

martedì, 12 maggio 2020, 12:46

Entra in vigore in centro storico la misura decisa all’amministrazione comunale di Lucca che prevede lo spegnimento dei varchi telematici della zona “B” dalle 8 alle 20 fino al prossimo 31 agosto, poi prorogabile fino al 31 dicembre. Sulla questione Confcommercio e Commissione Città di Lucca hanno protocollato mercoledì 6 maggio una lettera all’attenzione del sindaco e degli assessori di riferimento, avente come oggetto la richiesta di alcuni parcheggi promiscui all’interno della Ztl durante il periodo di spegnimento dei varchi. “Quella decisa dall’amministrazione – si legga in una nota congiunta - è una misura oltremodo importante per incentivare le persone a recarsi in città, adesso che molti negozi si avviano alla riapertura, come del resto spiegato e ribadito per anni dalla nostra associazione, ben prima che esplodesse l’emergenza sanitaria legata al coronavirus. Ma perché tale misura venga sfruttata al massimo va accompagnata dalla presenza di parcheggi per la sosta delle auto dei non residenti all’interno della Ztl negli orari consentiti”. “Ecco perché – prosegue la nota -riteniamo necessario procedere alla immediata individuazione di parcheggi ad oggi riservati esclusivamente ai residenti dentro l’area dei varchi telematici, per un totale di almeno 300 posti auto, da destinare a uso promiscuo. E specifichiamo cosa si intende per uso promiscuo: di giorno, ovvero sia dalle 10 alle 20, a pagamento per le auto dei non residenti con tariffe adeguate all’emergenza coronavirus in atto. e gratuito per i residenti; di sera e di notte, ovvero sia dalle 20 alle 10 del mattino, a titolo gratuito solo per i residenti”. “La nostra proposta – insistono Confcommercio e Commissione – quindi è quella di attivare una fascia oraria di utilizzo di questi parcheggi dalle 10 alle 20 per le auto dei non residenti. Da parte nostra siamo a disposizione per concertare assieme all’amministrazione comunale quali siano le aree più idonee ad ospitare questi parcheggi promiscui, tenendo conto anche del fatto che molte zone oggi a stallo giallo all’interno della Ztl abbiano ricoperto in passato per tanti anni la funzione di parcheggio a pagamento, dimostrandosi perfettamente idonee a ricoprire quel ruolo”. “La misura introdotta dall’amministrazione – termina la nota – per adesso avrà valore fino al 31 agosto, con possibile proroga sino a fine anno. Proroga che sin da ora chiediamo con forza, visto che gli effetti nefasti dell’emergenza sanitaria purtroppo non si esauriranno nel giro di pochi mesi, ma andranno avanti per chissà quanto tempo”.



caffè bonito

Altre notizie brevi


lunedì, 25 maggio 2020, 18:47

115 anni della Lucchese, Barsanti: "I tifosi e la città meritano la targa, la Giunta si muova"

"Oggi ho partecipato, come rappresentante delle istituzioni e come tifoso - spiega in una breve nota Fabio Barsanti, consigliere di opposizione - alla deposizione della corona dove, il 25 maggio di 115 anni fa, fu fondato il Lucca Football Club.


lunedì, 25 maggio 2020, 13:47

Cruciani: "Aspettiamo l'ufficialità poi penseremo a come festeggiare"

Michel Cruciani manifesta la sua soddisfazione per la promozione dei rossoneri in una lunga intervista a www.tuttoC.com: "Siamo partiti male, dovuto alla partenza in ritardo, le prime partite quasi non sapevamo i nomi tra noi compagni.



domenica, 24 maggio 2020, 19:09

La gioia di mister Favarin: "Lucca merita categorie superiori: promozione conquistata anche grazie a una meravigliosa tifoseria!

Giancarlo Favarin è tornato a parlare della Lucchese per far i complimenti a tutti l'ambiente rossonero attraverso www.tuttoc.com: ""È stata una bella notizia dopo solo un anno di purgatorio è tornata tra i professionisti. Nessuno la dava per favorita essendo partita tardi, ma sicuramente è una notizia importante ritrovarsi non...


sabato, 23 maggio 2020, 15:15

Lucca, i locali delal movida chiudono volontariamente a mezzanotte

Chiusura volontaria dei locali a mezzanotte nei giorni di sabato (oggi) e domenica, come segno di responsabilità e tutela della salute delle persone e volontà di evitare possibili assembramenti prolungati. E’ questa la decisione presa da un gruppo di imprenditori del centro storico, titolari di alcuni dei più noti locali...