Porta Elisa News

Ceniccola: "Nessun acquirente, ecco cosa ci aveva proposto Ulisse..."

giovedì, 11 aprile 2019, 11:37

di fabrizio vincenti

Enrico Ceniccola nega, per quanto ne sa lui, nessuna udienza prefallimentare è in calendario. E nessuno, attualmente, è interessato alla Lucchese al punto da presentare un'offerta ritenuta esaminabile.

"Non mi risulta un'udienza prefallimentare, non ne ho notizia, l'unica cosa che so è che c'era il 10 aprile un'udienza per un pignoramento, quello dello studio Vannucci e associati (che teneva la contabilità della Lucchese ndr). Dalla segreteria della Lucchese solo all'ultimo hanno fatto in modo di farcelo sapere, praticamente era stata anticipata l'udienza e lo abbiamo saputo quando ormai l'udienza era passata".

Ceniccola, è su tutti i giornali dell'udienza prefallimentare su richiesta della Procura.

"Non ne so nulla, le ripeto non c'è altro".

Qualcuno poi, immaginiamo, la informerà. Lo studio Vannucci e associati chiede denaro per quanto non pagato sotto la vosta gestione?

"E' chiaro che l'esposizione debitoria nasce prima del nostro arrivo".

Capitolo trattative: ne esistono ancora?

"L'avvocato De Feo non ci ha mai trasmesso una proposta e nemmelo l'accettazione per la riservatezza dei dati contabili".

E Stefano Ulisse?

"Ulisse ci ha trasmesso anche una proposta, che per come è formulata è irricevibile".

E perché?

"Per tanti motivi, a partire dal fatto che chiede a Castelli di farsi carico, lui o Moriconi, dei debiti non tributari e del pagamento degli stipendi sino a giugno".

E poi?

"Perché chiede, a Castelli o a Moriconi, di farsi carico del licenziamento di Obbedio e Ghilardi prima del passaggio societario. E poi c'è un'altra cosa...".

Ovvero?

"Chiede ci sia una prelazione per il main sponsor a favore del gruppo Moriconi".

Scusi e che c'entra? Perché a favore del gruppo Moriconi?

"Non lo so, non ho parole".

Risponderete formalmente alla proposta?

"Per quanto mi riguarda, non è nemmeno il caso".

Ci sono acquirenti al momento?

"Nessuno"

Che farete?

"Siamo al lavoro con i legali per cercare una soluzione che eviti lo scenario estremo, ovvero il fallimento. Contiamo di trovarla prima di Pasqua".

 

 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


lunedì, 27 gennaio 2020, 17:44

Niente più scherzi, grazie

Lucchese a due volti, quella vista con il Ghiviborgo. Quella del primo tempo impacciata, lenta e in balia di un Ghiviborgo più frizzante e con la voglia di aggredire da subito l'avversario, nella ripresa ha alzato il baricentro e sono arrivati i cross giusti prima per Iadarestae poi per Nolè...


domenica, 26 gennaio 2020, 17:06

Iadaresta: "Dobbiamo acquisire consapevolezza"

L'attaccante rompe il digiuno: "Una grande gioia mista a rabbia, la rabbia perché noi dobbiamo essere sempre la squadra del secondo tempo". Nolé: Ho avuto una opportunità e ci ho provato, quando ho visto che non si muoveva mi sono buttato ed è andata bene"



domenica, 26 gennaio 2020, 16:49

Deoma: "Mercato? Siamo vigili"

Daniele Deoma, in sala stampa, commenta la partita, ma parla anche del mercato che è a pochi giorni dalla chiusura: "Può accadere di tutto, siamo vigili in entrata, mentre in uscita ci sono una decina di giocatori richiestissimi, ma non ci muoveremo. Se c'è la possibilità dobbiamo provare a rinforzarci.


domenica, 26 gennaio 2020, 16:38

Mister Lavezzini: "Peccato per il rigore"

Rino Lavezzini, tecnico del Ghiviborgo, risultato a parte, è soddisfatto. Ha finalmente visto una reazione da parte dei suoi: "Partita strana, se facevamo il rigore era diverso, il primo tempo fatto con una squadra come la Lucchese mi fa ben sperare: ci possiamo salvare"