Porta Elisa News

Tre punti che danno ossigeno

martedì, 15 ottobre 2019, 08:53

di diego checchi

Prendiamoci la prima vittoria. Incassiamola e da domani iniziamo a preparare al meglio la trasferta di Ligorna che sarà tutt'altro che facile. I liguri tra l'altro torneranno a casa ed inaugureranno il proprio terreno di gioco con il manto in sintetico rifatto nuovo. Al di la di questo, la gara con il Savona ha lasciato degli spunti di riflessione positivi ma anche negativi. La positività viene dal fatto che il modulo 3-5-2 ha mostrato in campo una squadra più compatta e più accorta fra i reparti soprattutto nella fase di non possesso palla. C'è piaciuta anche l'applicazione di Nannelli dal punto di vista difensivo perchè ricordiamo che era la prima volta che si trovava a fare il quinto di destra a tutta fascia. Anche Vignali ha occupato una posizione non consueta per le sue caratteristiche perchè si è sacrificato a fare il braccetto di sinistra, anche se ha interpretato questo ruolo in maniera un pò più libera per creare superiorità numerica.

Tutto ciò per dire che questo è un modulo sul quale insistere. Buona anche la prova dei tre difensori centrali e del nuovo portiere Coletta che si è fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa. La negatività è stata rappresentata dal fatto che in attacco Falomi e Gueye sono rimasti un pò troppo soli e che soltanto quando è entrato Bitep la musica è cambiata perchè con il suo entusiasmo e la sua esuberanza ha messo in difficoltà i difensori avversari ed ha conquistato il calcio di rigore e da li è arrivata la vittoria con il penalty ben calciato da Cruciani. E' chiaro però che la Lucchese è apparsa a tratti intimorita, impaurita e con il pallone che gli scottava fra i piedi. Addirittura per farvi un esempio, Ligorio, ha calciato il pallone direttamente fuori dallo stadio, una cosa che non si vede tutte le domeniche.

La pressione della vittoria a volte ha reso meno lucidi i rossoneri nella scelta delle giocate. Vogliamo poi concludere con una annotazione che va al di fuori del calcio giocato. Non si può perdere tute le domeniche un giocatore per espulsione. Questa volta è toccato a Lucarelli che si è fatto calciare per un fallo di reazione, l'altra volta a Panati e ancora prima a Nannelli. Evitiamo queste ingenuità e teniamo di più i nervi saldi perchè alla lunga tutto ciò può costare caro. Adesso a Ligorna ci aspettiamo un miglioramento della squadra dal punto di vista del gioco e possibilmente una vittoria, perchè poi a nostro avviso la Lucchese ha tutte le carte in regola per poter stare nelle zone alte della classifica. La concentrazione quindi deve essere massima perchè in questo campionato il pericolo è sempre dietro l'angolo. 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


martedì, 19 novembre 2019, 17:40

Stiramento per Ligorio: da definire i tempi di recupero

Fuorigioco il difensore, lo staff medico farà il possibile per tentare il recupero di Falomi per la gara di domenica contro la Fezzanese. Torna a disposizione il portiere Marinka


lunedì, 18 novembre 2019, 19:26

Tragedia in casa rossonera: muore la figlia di Cruciani

Un gravissimo lutto ha colpito il calciatore Michel Cruciani. A soli cinque anni e mezzo si è spenta la figlia Victoria. Domenica contro la Fezzanese i rossoneri giocheranno con il lutto al braccio e verrà osservato un minuto di silenzio



lunedì, 18 novembre 2019, 13:05

L'errore? Aver arretrato il baricentro

Nella fase conclusiva del match contro il Seravezza, la Lucchese ha arretrato troppo il suo baricentro: è stato l’errore più grande. E poi il secondo gol è arrivato dopo un calcio di punizione: la squadra di Monaco si dispone a zona e nessuno si è mosso sul colpo di testa...


domenica, 17 novembre 2019, 18:30

Vignali e Coletta alla grande, poi si è visto poco

Il portiere e l'attaccante fanno faville, il primo è autore di gran parate e neutralizza anche un rigore, il secondo realizza una doppietta e va alla grande come unica punta. Alcuni errori individuali pesano sulla partita: le pagelle di Gazzetta