Porta Elisa News

Gubbio, una squadra che ha tutte le carte in regola per far bene

giovedì, 11 novembre 2021, 18:48

di diego checchi

La rosa del Gubbio è stata costruita senz'altro per arrivare tra le prime dieci. E' chiaro che la squadra di Vincenzo Torrente (nella foto), ex capitano e bandiera del Genoa, pensa prima ad ottenere una salvezza tranquilla perché ci troviamo davanti ad un girone molto equilibrato, ma i rossoblù hanno tutte le qualità per fare bene. Questa squadra è un mix di gioventù ed esperienza che gioca un calcio molto frizzante con un modulo offensivo visto che si schiera con il 4-3-3, anche se Sainz-Maza a sinistra viene impiegato come mezzala ma lui nasce da esterno d'attacco puro e quindi in fase offensiva si inserisce molto. Dall'altra parte Bulevardi come play e Cittadino come mezzala destra sono più propensi alla copertura anche se l'ex Foggia ha un piede molto dotato ed è bravo a far ripartire l'azione.

Aspettiamoci quindi un Gubbio arrembante che aggredirà sin da subito la Lucchese per non permettergli di fare la partita. Contro l'Imolese, il Gubbio, ha pareggiato per 2-2 nell'ultima gara di campionato. Da capire se Torrente confermerà l'undici sceso in campo ad Imola oppure se cambierà qualcosa. Ad esempio Arena, classe 2000, elemento molto bravo nell'uno contro l'uno potrebbe prendere il posto di D'Amico, altro elemento di grande tecnica e qualità. In difesa dovrebbe essere confermata la coppia centrale formata da Redolfi e Signorini, visto che Migliorini nell'ultima gara non è stato nemmeno convocato e in quelle precedenti è andato soltanto in panchina senza mai entrare. A destra il titolare della fascia è Oukhadda mentre a sinistra Torrente ha scelto di affidarsi all'ex Cesena, Aurelio, anche se non è escluso l'impiego di Migliorelli o Bonini. Entrambi offrono ampie garanzie anche se hanno caratteristiche diverse.

Tra i pali ci sarà l'ex della Pergolettese, Ghidotti. Il portiere di scuola Fiorentina sta facendo un campionato molto positivo. In attacco il centravanti è Sarao, ex Reggina, ma la sua alternativa corrisponde ad un altro nome altrettanto importante e ci riferiamo a quello Spalluto che nella Primavera della Fiorentina ha attirato le attenzioni dei molti addetti ai lavori per la sua fisicità e per i suoi gol. Ma chi giocherà sugli esterni offensivi? Di sicuro sarà in campo Mangni con Arena o D'Amico sulla corsia opposta. Andando a vedere i numeri di questa squadra possiamo dire senza dubbio che i 18 punti in classifica sono frutto di 4 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte, con 18 reti realizzate ed 11 subite. Questa la probabile formazione 4-3-3: 1 Ghidotti, 26 Oukhadda, 5 Redolfi, 15 Signorini, 23 Migliorelli, 8 Cittadino, 27 Bulevardi, 20 Sainz-Maza, 30 Arena, 9 Sarao, 99 Mangni. A disposizione: 12 Elisei, 22 Meneghetti, 4 Bonini, 7 Fantacci, 6 Migliorini, 2 Formiconi, 17 Francofonte, 3 Aurelio, 19 Malaccari, 28 D'Amico, 11 Spalluto. Allenatore Vincenzo Torrente.




Altri articoli in Porta Elisa News


lunedì, 16 maggio 2022, 18:46

Il mercato dei giovani

Ecco una lista di giovani nati dal 2000 in poi, che anche nel prossimo campionato sarà necessario schierare per poter ricevere i contributi del minutaggio della Lega Pro, che potrebbero rientrare nel mirino della società per la stagione 2022-2023


domenica, 15 maggio 2022, 13:03

Deoma: "Stiamo lavorando per il futuro di squadra e società"

Il Direttore Sportivo rossonero parla a tutto tondo del lavoro della società in vista della prossima stagione. Seccato da alcune affermazione emerse in merito a potenziali sviluppi societari, conferma che le porte del club sono spalancate a imprenditori locali



giovedì, 12 maggio 2022, 17:30

Arriva il rinnovo anche di Bachini

Il difensore rossonero classe classe 1995, ha rinnovato per due anni il suo rapporto con la Lucchese. La firma è arrivata quest'oggi e la notizia è stata diffusa attraverso i canali social della compagine guidata dal presidente Vichi


giovedì, 12 maggio 2022, 12:35

Mercato, ecco i nomi nel mirino di Deoma

L’agenda del dirigente rossonero è fitta di impegni e in discussione non ci sono soltanto i rinnovi di Belloni, Minala, Baldan, Picchi, Bachini e Papini (anche se questi ultimi due sembrano essere in dirittura d’arrivo e solo una formalità), ma anche la costruzione della squadra per il futuro