Porta Elisa News

Ufficiale: Colledel è un giocatore rossonero

venerdì, 21 gennaio 2022, 12:21

Dopo l'anteprima data dal nostro quotidiano, ora arriva anche l'ufficialità: Riccardo Collodel, centrocampista classe 1998 di proprietà della Cremonese è il sostituto di Eklu Shaka: lo conferma con una nota la società rossonera.

"La Lucchese 1905 comunica di aver acquisito, in prestito dalla Cremonese, il diritto alle prestazioni sportive di Riccardo Collodel, centrocampista classe ’98. Per Collodel, tre campionati di Serie C da protagonista, con le maglie di Vibonese e Novara, ed il passaggio alla Cremonese in serie cadetta nell’estate 2021.Vestirà la maglia rossonera #15 ed ha sottoscritto un accordo fino al 30 giugno 2022".




Altri articoli in Porta Elisa News


lunedì, 16 maggio 2022, 18:46

Il mercato dei giovani

Ecco una lista di giovani nati dal 2000 in poi, che anche nel prossimo campionato sarà necessario schierare per poter ricevere i contributi del minutaggio della Lega Pro, che potrebbero rientrare nel mirino della società per la stagione 2022-2023


domenica, 15 maggio 2022, 13:03

Deoma: "Stiamo lavorando per il futuro di squadra e società"

Il Direttore Sportivo rossonero parla a tutto tondo del lavoro della società in vista della prossima stagione. Seccato da alcune affermazione emerse in merito a potenziali sviluppi societari, conferma che le porte del club sono spalancate a imprenditori locali



giovedì, 12 maggio 2022, 17:30

Arriva il rinnovo anche di Bachini

Il difensore rossonero classe classe 1995, ha rinnovato per due anni il suo rapporto con la Lucchese. La firma è arrivata quest'oggi e la notizia è stata diffusa attraverso i canali social della compagine guidata dal presidente Vichi


giovedì, 12 maggio 2022, 12:35

Mercato, ecco i nomi nel mirino di Deoma

L’agenda del dirigente rossonero è fitta di impegni e in discussione non ci sono soltanto i rinnovi di Belloni, Minala, Baldan, Picchi, Bachini e Papini (anche se questi ultimi due sembrano essere in dirittura d’arrivo e solo una formalità), ma anche la costruzione della squadra per il futuro