Porta Elisa News

Play off, il futuro passa da Gubbio

sabato, 30 aprile 2022, 16:03

di diego checchi

Per la Lucchese, con la trasferta a Gubbio di domani alle ore 17:30, inizia l'avventura dei play off. La squadra di Pagliuca sarà accompagnata da una marea di tifosi che raggiungeranno la città umbra con pullman, pulmini e auto private: in totale, circa 700 persone. A Lucca si è risvegliato un entusiasmo  che era sopito ormai da molto tempo e di questo va riconosciuto il merito alla società, a mister Pagliuca e  ai suoi ragazzi che hanno fatto oltre le aspettative.  

Adesso, non resta che continuare a sognare e la Lucchese dovrà andare a Gubbio libera di testa, sapendo che ha tutte le carte in regola per fare una grande prestazione e vincere la partita. Ricordiamo il regolamento: la Lucchese sarà eliminata al novantesimo se non avrà vinto la partita e questo dipende dal fatto che il Gubbio è arrivato davanti ai rossoneri in classifica. Di conseguenza la squadra di Pagliuca giocare una gara prima giudiziosa e senza commettere errori e poi capitalizzare al meglio le occasioni che le saranno concesse. Diciamo subito che la partita non sarà facile perché il Gubbio è un avversario di tutto rispetto, che gioca bene a calcio e che ha nell'uno contro uno sugli esterni la sua arma migliore. I rossoneri, quindi, dovranno sfornare una prestazione come quelle viste contro Entella, Reggiana o Pescara, imponendo alla partita ritmi molto alta.

Per   quanto riguarda la formazione, c'è da sottolineare che l'attaccante spagnolo Rodriguez sarà finalmente a disposizione del tecnico di Cecina e partirà dalla panchina mentre l'unico che non ci sarà è l'ex Fedato, che da poco si è sottoposto ad un intervento alla caviglia e la sua stagione è finita. Per il resto, Guido Pagliuca ha solo l'imbarazzo della scelta ma la formazione la deciderà solo all'ultimo minuto. Tra i pali dovrebbe ritornare Coletta dopo che Cucchietti ha giocato nelle ultime tre partite con ottimi risultati. La difesa a quattro sarà composta da Corsinelli a destra, Bellich e uno fra Bachini e Baldan, con Nannini a sinistra. A centrocampo Collodel e Minala sono sicuri del posto mentre Picchi, Frigerio, Tumbarello e Visconti si giocano la maglia da titolare. In avanti, Nanni dovrebbe essere l'attaccante di riferimento con accanto Semprini e Belloni alle spalle.  Gli ultimi allenamenti sono stati a porte chiuse e quindi il mister potrebbe aver provato anche altre soluzioni.

Questa la probabile formazione (4-3-1-2): 1 Coletta, 21 Corsinelli, 13 Bellich, 5 Bachini, 6 Nannini, 15 Collodel, 58 Minala, 8 Picchi, 30 Belloni, 18 Nanni, 10 Semprini. A disposizione: 22 Cucchietti, 2 Papini, 14 Quirini, 27 Baldan, 3 Visconti, 4 Tumbarello, 16 Frigerio, 7 Gibilterra, 9 Babbi, 11 Rodriguez, 19 Ubaldi, 25 Ruggiero. Allenatore: Pagliuca.




Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 24 settembre 2022, 20:11

Maraia: "L'avversario era difficile: faccio i complimenti ai ragazzi"

Il tecnico rossonero: "Non possiamo pensare di fare sempre novanta minuti come il primo tempo, magari più avanti magari e con un campo in condizioni diverse da queste. Ma la squadra è stata brava a controllare il risultato. Mastalli mi ha sorpreso per come ha retto su un campo così"


sabato, 24 settembre 2022, 19:48

Bianchimano e Mastalli su tutti

Prestazione convincente di tutta la squadra, con gli autori dei gol che giganteggiano. Bene anche Di Quinzio e tutta la difesa, a cominciare dal giovane Quirini: le pagelle di Gazzetta



sabato, 24 settembre 2022, 17:16

Lucchese-Rimini: 2-1 al 47' st Accorcia Santini

Sotto una pioggia insistente, rossoneri a caccia di punti dopo lo stop di Fiorenzuola. Mister Maraia conferma Quirini e Semprini e rilancia Mastalli dal primo minuto. Bianchimano sblocca in avvio di gara, Mastalli raddoppia con un siluro a fine primo tempo


venerdì, 23 settembre 2022, 17:04

Riprendere subito il cammino, senza incertezze

La Lucchese, reduce dalla seconda sconfitta del campionato, affronta al Porta Elisa un Rimini in gran forma. Maraia intenzionato a tornare al 3-5-2 e che deve fare a meno di Franco, Coletta e Pirola. La probabile formazione