Settore giovanile

Settore giovanile, ecco tutti gli allenatori rossoneri

giovedì, 2 luglio 2020, 18:58

di diego checchi

Giornata importante in casa rossonera con la presentazione di tutti i quadri tecnici del settore giovanile e saranno ben 5 le formazioni al via anzichè 4 come si pensava in un primo momento. Saranno la Berretti che molto probabilmente si chiamerà Primavera C o D, gli Allievi Nazionali, i Giovanissimi Nazionali, i Giovanissimi Regionali e gli Esordienti Regionali. A fare gli onori di casa sono stati il direttore generale Mario Santoro, l'amministratore delegato Alessandro Vichi ed il direttore sportivo Daniele Deoma oltre al responsabile del settore giovanile Vito Graziani. A prendere per primo la parola è stato il direttore generale Mario Santoro:"Oggi siamo qui per presentare la ripartenza del settore giovanile rossonero. Abbiamo aspettato un pò di tempo, per noi era importante fare le cose al meglio perché lo riteniamo un punto fondamentale. La nostra linea comune è quella che porti tutti ad ottenere risultati oltre che sportivi, morali ed etici. Ognuno dei nostri tecnici hanno la propria importanza. Nessuno di loro è secondo agli altri. Sarà fondamentale è il rispetto dei ruoli. Su questi principi costruiremo a piccoli passi la nostra famiglia rossonera. La voglia di crescere deve essere alla base della nostra società. Vi do una notizia per quanto riguarda gli impianti, anche stamani ci siamo confrontati con il comune. Presumo per non dire che ho la certezza che la casa rossonera del settore giovanile sarà l'impianto di Saltocchio. Comunicheremo questo quando avremo l'ufficialità attraverso la stipula della convenzione.

Prima di presentare lo staff tecnico del settore giovanile, voglio presentare il segretario generale della Lucchese, Debora Catastini, persona competente, professionale e diretta, perfetta per la nostra società che si occuperà ovviamente della prima squadra ma anche del settore giovanile insieme a Bruno Dianda". Il segretario generale Debora Catastini ha ringraziato la società rossonera per aver riposto in lei la piena fiducia nel ruolo:"Sono contenta di essere qua e di far parte della Lucchese. Metterò a disposizione tutta la mia esperienza e disponibilità".

Dopo Santoro la parola è passata al responsabile del settore giovanile Vito Graziani che ha presentato lo staff: "Voglio subito passare a presentarvi lo staff: Toni Carruezzo Berretti o Primavera C o D, Guasti Davide Allievi Nazionali, Giacomo Nicheri Giovanissimi Nazionali, Nazzareno Tarantino Giovanissimi Regionali, Bartolozzi Alessandro Esordienti Regionali, Guidi Roberto preparatore dei portieri, Puccinelli Claudio preparatore dei portieri, Palmieri Francesco preparatore dei portieri anche della scuola calcio, Nicola Cortopassi preparatore atletico insieme a Filippo Pelamatti anche lui preparatore atletico." Le new entry sono Davide Guasti agli Allievi Nazionali e l'anno scorso era sulla panchina dei giovanissimi della Pistoiese, Bartolozzi Alessandro agli Esordienti regionali e Giacomo Nicheri ai giovanissimi nazionali. Ovviamente c'era curiosità per capire come si approcceranno a questa nuova avventura Toni Carruezzo e Nazzareno Tarantino. Il primo ha sottolineato che:" L'obiettivo sarà portare più giovani possibile in prima squadra e in questo sono già avvantaggiato conoscendo il lavoro di mister Monaco. La parola d'ordine sarà lavoro, lavoro, lavoro".

Anche Nazzareno Tarantino ha sottolineato:" Non vedo l'ora di iniziare questa nuova avventura anche se in realtà è già qualche anno che faccio esperienza. Sono contento di fare questa esperienza anche se mi divertivo ancora a giocare. Sono veramente entusiasta. Ho una mia idea di calcio e spero di essere all'altezza. Non mi paragono a nessun allenatore che ho avuto come maestro". L'amministratore delegato Alessandro Vichi è voluto intervenire nell'ambito della collaborazione con le altre società di zona:"Dietro a tutti questi nuovi arrivi c'è stato un lavoro immane coordinato da Vito Graziani. Abbiamo scelto i profili analizzando scrupolosamente ogni cosa. Non nego di aver passato momenti di difficoltà nel mettere insieme le rose delle squadre del settore giovanile. Siamo partiti cercando la collaborazione delle società che fanno calcio a Lucca ma devo dire ahimè che non abbiamo trovato la risposta cercata. Sembra quasi che la Lucchese faccia da antagonista a tutte le altre e non capisco perchè in quanto noi faremo campionati completamente diversi da tutte loro. Anzi daremo visibilità ai ragazzi a livello regionale e soprattutto nazionale. Non abbiamo l'obiettivo di tesserare ragazzi tanto per tesserare. Le rose saranno a numero ristretto. Ripartiamo con un nostro settore giovanile e di questo ne vado orgoglioso."

A chiudere la conferenza è nuovamente intervenuto Mario Santoro che si è allacciato al discorso di Vichi: "E' chiaro che ripartendo avremmo creato disagio alle altre società ma il nostro intento non è quello di metterci in contrasto con loro ma sarà quello di collaborare per poter portare i migliori ragazzi della piana alla ribalta delle categorie nazionali. Abbiamo il massimo rispetto del lavoro degli altri. Mi chiedete se questo deriva dalla diffidenza che ancora aleggia nei nostri confronti? Se c'è ancora diffidenza verso questa società continueremo a lavorare per far si che questa sparisca come credo ci siamo riusciti con la prima squadra." 



caffè bonito

Altri articoli in Settore giovanile


lunedì, 3 agosto 2020, 17:57

Valienzi: "Siamo a buon punto con la formazione delle squadre giovanili"

L'osservatore tecnico delle giovanili parla della ricostruzione del settore rossonero: "Le altre società della zona non ci devono vedere come antagonisti ma capire che la Lucchese farà e proporrà dei campionati diversi rispetto ai loro"


venerdì, 17 luglio 2020, 19:03

Acquedotto, proseguono i lavori

Proseguono i lavori di cura e manutenzione ai campi e alle strutture dell'impianto sportivo dell'Acquedotto sotto la supervisione della società rossonera



domenica, 14 giugno 2020, 14:47

Porta Elisa, al via i camp estivi

Dureranno per otto settimane e saranno guidati dal responsabile della scuola calcio Simone Angeli. L'ex difensore rossonero sarà coadiuvato, oltre che dai suoi collaboratori, anche da alcuni giocatori della prima squadra. Una bella esperienza per tanti ragazzi, circa una cinquantina, che si alterneranno sul campo osservando i protocolli anti contagio


venerdì, 15 maggio 2020, 08:23

Santoro: "Lavoriamo per il settore giovanile, ma lo snodo sarà il campionato a cui parteciperemo"

Il direttore generale rossonero fa il punto sulla rifondazione del settore giovanile e della scuola calcio: "Siamo pronti per virare sia su l'una che sull'altra direzione, ma la nostra speranza più che legittima è quella di preparare un settore giovanile professionisti. Le strutture? Nei professionisti servirà siano adeguate"