Settore giovanile

Valiensi: "Siamo a buon punto con la formazione delle squadre giovanili"

lunedì, 3 agosto 2020, 17:57

di diego checchi

Massimo Valiensi parla del suo lavoro alla Lucchese e di come stanno procedendo le cose nel settore giovanile rossonero spiegando anche alcune cose e soprattutto facendo i complimenti al responsabile Vito Graziani e al collaboratore Casella per come si sono posti nei suoi confronti. L’ex direttore sportivo del Castelnuovo ci mette tanto impegno e passione e nell’intervista rilasciata lo fa trasparire in ogni modo. 

Cosa l’ha convinta a ripartire da questo progetto?

“Dopo nove anni da direttore sportivo del Castelnuovo mi hanno proposto di ripartire con il settore giovanile rossonero. Non potevo assolutamente dire di no perché la Lucchese è la Lucchese”.

Quale sarebbe il suo ruolo con precisione?

“Il mio ruolo sarebbe quello di osservatore tecnico anche se ho una predisposizione da Direttore Sportivo, dato che ho sempre svolto quel compito. Il mio responsabile è Vito Graziani, abbiamo la stessa visione del calcio, di come impostare le cose, è una persona in gamba, stiamo cercando di ricostruire questo settore giovanile con una grossa difficoltà: non aver potuto vedere i giovani sul campo”.

A che punto siete con le composizioni delle rose?

“Inizialmente Graziani ha individuato vari allenatori, tra cui Tarantino e Carruezzo che non hanno bisogno di presentazioni, ma anche i nuovi Guasti, Nincheri e Bartolozzi che mi sembrano veramente in gamba. Sulle squadre siamo a buon punto con il 2004 e con il 2006 e abbiamo concluso con il 2008. Credo che Graziani abbia individuato prima le persone e poi gli allenatori che calzano a pennello con il nostro progetto”.

Avete già una data per la partenza della preparazione delle squadre?

“Sicuramente dopo il 20 agosto. Penso il 23 o il 24 agosto. Stiamo facendo un lavoro immane e abbiamo cercato di riportare i ragazzi a casa, soprattutto quei ragazzi che giocavano già nella Lucchese per quanto riguarda la categoria 2004. In questo lavoro ci sta aiutando molto Casella, un personaggio molto importante per noi, da quarant’anni nel calcio e che mette tutta la sua esperienza a disposizione della Lucchese”.

Che messaggio vuole mandare alle società vicine a Lucca che sono apparse un po' contrariate del vostro comportamento?

“Mi spiace, non ci devono vedere come antagonisti ma capire che la Lucchese farà e proporrà dei campionati diversi rispetto ai loro. Per quanto mi riguarda la Lucchese deve essere un punto di riferimento per tutti e siamo pronti al dialogo con chiunque lo voglia fare. Non siamo assolutamente degli antagonisti e non abbiamo l’intento di sfare le squadre ma di prendere giocatori importanti per il nostro progetto. La linea deve essere quella di far arrivare più giocatori possibile del nostro settore giovanile fino alla prima squadra. Mi dispiace che qualche società ci sia rimasta male ma voglio ribadire che siamo pronti a metterci ad un tavolo e discutere con tutti con grande serenità”.

Alla fine, la cosa complicata era ripartire…

“Quest’anno dovevamo ripartire in tutte le maniere. Credo che nei prossimi anni avremo percorsi più agevoli davanti a noi. Ripartiamo e vediamo cosa abbiamo davanti sperando di poter riallacciare un dialogo con tutti. Le persone devono capire che ci siamo iscritti l’anno scorso in Serie D e in un anno abbiamo ricostruito tutto. Ma penso che le persone facenti parte di questa società siano la vera garanzia di questo progetto”.

Al di là del lato tecnico che impostazione volete dare dal punto di vista scolastico, educativo, comportamentale?

“Vito Graziani ha dato un’impostazione chiara. Ogni ragazzo sa che la priorità è la scuola. Se qualcuno non segue gli studi per gli impegni calcistici, non viene convocato. I ragazzi devono pensare a giocare, ma con rispetto e educazione. Al centro del progetto Lucchese c’è questo. Un’altra cosa da aggiungere è sul numero delle rose: non faremo squadre con molti ragazzi perché tutti devono avere l’opportunità di giocare”.



caffè bonito

Altri articoli in Settore giovanile


martedì, 22 settembre 2020, 20:18

Allievi e Giovanissimi nazionali, ecco i gironi

La Lucchese è stata inserita nel girone D, la formazione di Davide Guasti andrà in uni dei 4 raggruppamenti a 9 squadra con Arezzo, Carrarese, Pontedera, Grosseto, Livorno, Olbia, Pistoiese e Viterbese. Campionati al via il prossimo 4 ottobre


giovedì, 3 settembre 2020, 14:59

Carruezzo: "Ai ragazzi della Berretti voglio trasmettere prima di tutto il senso di appartenenza"

L'indimenticabile bomber inizia la sua esperienza come allenatore della formazione Berretti: "Ho trovato un gruppo di ragazzi fisicamente già pronti. Se qualcuno riuscirà a farsi notare, quando a turno andranno a disposizione della prima squadra, per me sarà già un successo"



giovedì, 27 agosto 2020, 12:49

Un calcio sempre più triste: al via il settore giovanile tra limiti e divieti

Al via anche la stagione del settore giovanile della Lucchese: il 28 agosto sul campo dell'Acquedotto iniziano a lavorare i ragazzi delle formazioni Allievi nazionali, Giovanissimi nazionali (2006), Giovanissimi regionali (2007) e Esordienti regionali (2008). Lunedì 31 sarà la volta della formazione Berretti


venerdì, 17 luglio 2020, 19:03

Acquedotto, proseguono i lavori

Proseguono i lavori di cura e manutenzione ai campi e alle strutture dell'impianto sportivo dell'Acquedotto sotto la supervisione della società rossonera