Settore giovanile

Graziani: "Contenti, ma c'è da migliorare sotto tutti i punti di vista"

giovedì, 7 ottobre 2021, 14:25

di diego checchi

Vito Graziani, responsabile del settore giovanile della Lucchese, fa il punto di come sta procedendo tutta l’attività e spera innanzitutto che la stagione appena iniziata non sia condizionata dal covid, altrimenti diventa tutto più difficile. L’obiettivo del settore giovanile è quello di costruire qualcosa in futuro e di far crescere i ragazzi in proiezione prima squadra.

Quanto è stato difficile ricostruire le squadre?

“La base c’era già dall’anno scorso, poi è chiaro che con la retrocessione lavoravamo in proiezione Serie D ma la società è stata brava a fare il ripescaggio, quindi abbiamo risistemato il tutto soltanto dopo l’ufficialità della Serie C. Posso dire che siamo contenti per il lavoro svolto ma è chiaro che c’è da migliorare sotto ogni punto di vista. Ci tengo a dire che tutta la società crede molto nel settore giovanile”.

Come si trova nel ruolo di responsabile del settore giovanile? 

“Il mio primo anno è stato un anno particolare, non abbiamo quasi mai giocato e non è stata un’annata normale a causa del covid. Posso dire che abbiamo giocato soltanto per un mese e speriamo che questa possa essere quella della ripartenza totale. Devo dire che mi trovo bene anche se di cose da fare ce ne sono molte”.

Lei è il responsabile ma c’è anche un ds come Valienzi. Come vi dividete i compiti?

“Io sono quello che esamina tutte le situazioni, poi con Massimo Valienzi ci dividiamo i compiti. Anche nei colloqui con le famiglie e in tante altre situazioni che dobbiamo affrontare, altrimenti da solo non ce la potrei fare”.

Che cosa ci può dire sul tema delle infrastrutture?

“La società sta facendo un grande lavoro sull’impianto di Saltocchio visto che stanno proseguendo i lavori per il campo in sintetico. E questa è una bella cosa per tutto il nostro movimento della Lucchese. Avendo necessità di un altro campo, abbiamo trovato l’accordo con il San Vito dove ci sono delle persone che conoscevamo già e per bene. Quindi non potevamo fare una scelta migliore. Tutto questo, oltre agli impianti dell’Acquedotto. Quando parlo delle strutture mi riferisco agli allenamenti, anche perché, fino ad ora, le gare ufficiali le abbiamo giocate a Marlia”. 

Al di là del calcio quanto ci tenete al comportamento dei ragazzi al di fuori del campo e a scuola?

“Lo studio è alla base di tutto, il calcio viene dopo. Un ragazzo deve principalmente andare bene a scuola e poi allenarsi bene. Se non sarà così, uno o più ragazzi rischieranno anche di essere messi fuori squadra”.

Qual è l’obiettivo del settore giovanile a medio-lungo termine?

“Intanto speriamo nella continuità della società perché ci vogliono anni per costruire un settore giovanile importante, questo è innegabile. Il risultato quotidiano è quello di far crescere il singolo. Se cresce il singolo ne giova anche il gruppo. Poi l’obiettivo di ogni società è quello di portare più giocatori possibili vicino alla prima squadra o anche a esordire. Per esempio, in ritiro, Pagliuca ha visto qualche ragazzo nostro e lo potrà fare anche durante l’anno. Poi si vedrà quello che succederà”.

Come si fa a instaurare un rapporto con le altre società del territorio?
“Portando rispetto come facciamo noi. Non è una posizione diversa da professionistica a dilettantistica che può cambiare questo. È certo che anche sotto questo aspetto ci vorrà del tempo, ma siamo aperti a parlare e dialogare con tutti”.

Per quanto riguarda lo scouting, come vi state muovendo?

“Ci stiamo riorganizzando adesso perché lo scorso anno non era possibile farlo a causa del covid. i campionati dilettantistici inizieranno adesso, mentre quelli professionistici sono iniziati da due domeniche. Certamente ci muoveremo per andare a vedere le partite ed uno dei nostri perni sarà Alberto Casella che è molto bravo nel fare questo tipo di lavoro”.



caffè bonito


Altri articoli in Settore giovanile


sabato, 16 ottobre 2021, 17:28

Con il Teramo, un pari senza emozioni

La Lucchese di mister Carruezzo coglie un pareggio a reti bianche sul campo dell'Acquedotto contro gli abruzzesi: gara senza grandi sussulti, tra i rossoneri anche Panati. Ora due settimane di sosta, poi la ripresa a Fermo


venerdì, 15 ottobre 2021, 12:45

Valiensi e il settore giovanile: "Eravamo all'anno zero, ora siamo all'anno uno"

Il direttore sportivo del settore giovanile: "La difficoltà più grande è riallacciare i rapporti che si sono sfilacciati per tutte le vicissitudini che sono accadute nel corso di questi anni con le società dilettantistiche vicine e di far capire loro che non siamo la concorrenza ma su un piano diverso,...



sabato, 9 ottobre 2021, 17:06

Primavera 3, una vittoria che vale il primato

La Primavera 3 di mister Carruezzo vince anche a Pesaro e rimane in testa al girone sia pure in coabitazione con l'Imolese: doppio vantaggio dei rossoneri con Calvigioni e Fioriti, i padroni di casa accorciano nella ripresa ma non basta


sabato, 2 ottobre 2021, 17:24

La Primavera serve il poker

Gran bella vittoria della Lucchese Primavera 3 di mister Carruezzo che all'esordio casalingo allo stadio di Marlia batte nettamente il Grosseto con il punteggio finale di 4-1: in gol Quirini, Camminai (doppietta) e Gradi