L'evento

Mondiali fotosub, alleamenti in assetto da gara

lunedì, 16 settembre 2019, 09:03

Si avvicina la data del 17 settembre in cui saranno ufficialmente aperti i giochi per la conquista del Campionato Mondiale di Fotografia Subacquea a Tenerife, in Spagna. Da più di una settimana la nazionale italiana fotosub FIPSAS è presente sui campi gara per allenarsi  con tranquillità e forte spirito di squadra.
In vista delle gare ufficiali, gli atleti Iwona Molsa, Alessandra Pagliaro, Guglielmo Cicerchia e Francesco Sesso, si stanno impegnando in  allenamenti che riproducano tutte le prescrizioni dettate dai regolamenti CMAS.  Ad esempio la discesa viene fatta con bombole dalla capacita di 12 litri d' aria con un tempo di permanenza sott'acqua di 90' al massimo per due volte al giorno, con un adeguato tempo di superficie tra un' immersione e l' altra . E' tassativamente vietato uscire dalla "curva di sicurezza" ovvero superare i parametri di profondità e di tempo in virtù dei quali sia obbligatorio fare soste de compressive. Tra le varie prerogative dei giudici di gara c'è il controllo dei computer subacquei che attestino il rispetto di questa importante prescrizione utile alla sicurezza degli atleti stessi.

Poiché i vincoli riguardano sia il fotosub che la modella, è chiaro che tutte le fasi di preparazione e di esecuzione delle immersioni devono essere sincronizzate tra i membri della stessa coppia concorrente. Si entra, per così dire nella fase più difficile della preparazione. Quella fase per cui se c'è qualcosa di sbagliato è bene che emerga ora anziché durante la gara vera e propria. Niente, per quanto possibile deve essere lasciato al caso.

Ovviamente si continua a scattare fotografie, a prendere nota su caratteristiche e coordinate dei punti del fondale più interessanti, a verificare la disposizione ottimale dei flash e della modella per partorire un' immagine che a poco a poco sta già prendendo corpo nella mente del bravo fotografo subacqueo. Sale dunque l' adrenalina agonistica nel sangue di tutti i concorrenti e con essa salgono gli stimoli creativi più arditi finalizzati a suscitare lo stupore, la meraviglia e l' encomio dei giudici ma anche, se non soprattutto, di sé stessi.


Altri articoli in L'evento


martedì, 26 novembre 2019, 16:41

Vivere lo stadio nell'era di internet

Una delle attività che risulta maggiormente modificata dall'arrivo delle nuove tecnologie, sta nel viversi la domenica allo stadio. Andare la domenica allo stadio, significa trascorrere del tempo con i propri amici, divertirsi e riuscire a vedere la propria squadra del cuore


giovedì, 21 novembre 2019, 17:38

David Bonaventuri porta gli studenti del Liceo scientifico-sportivo dell’ITT Fermi alla scoperta del calcio amputati

Continua il rapporto di collaborazione tra l’Associazione Onlus Luccasenzabarriere e il liceo scientifico-sportivo dell’ITT Fermi: quattro classi hanno incontrato David Bonaventuri, recente campione d’Italia con la Nuova Montelabbate e perno della nazionale azzurra



mercoledì, 13 novembre 2019, 12:14

Marco Landucci all'ITI Fermi

All’Istituto Enrico Fermi, gli alunni del Liceo Scientifico Sportivo hanno organizzato e partecipato ad una conferenza dal tema “ Atleta e Allenatore di alto livello", che ha avuto come ospite d’eccezione l’allenatore in seconda di Massimiliano Allegri e lucchese doc


venerdì, 8 novembre 2019, 15:13

All’ITIS Fermi una mattinata dedicata alla sicurezza stradale e allo sport integrato

Tanta partecipazione e partner come la Polizia stradale, Andrea Lanfri, testimonial di Luccasenzabarriere, Nicola Codega, il pluripremiato atleta paraolimpico Stefano Gori, una rappresentanza della Lucchese, la nazionale italiana di calcio amputati con David Bonaventuri e la dirigente dell’ufficio scolastico territoriale di Lucca e Massa Carrara Donatella Buonriposi