L'evento

Lotta al vertice: quanto determinano Ronaldo e Ibra in Juve e Milan?

domenica, 24 gennaio 2021, 07:28

La lotta allo scudetto sembra più aperta che mai, quest’anno. Se già nella passata stagione l’egemonia della Juventus era stata messa in discussione, nonostante l’ennesima vittoria dei bianconeri, stavolta il rischio di rimanere a bocca asciutta è molto elevato per la “Vecchia Signora”. Milan e Inter sono più agguerrite del solito e come se non bastasse la Roma, il Napoli e l’Atalanta hanno tutta l’intenzione di togliere punti alle big per scalare posizioni nelle zone alte della classifica. In particolare, nel 2020 il boom è stato dei rossoneri: con il ritorno di Zlatan Ibrahimovic il “Diavolo” ha ripristinato la sua identità internazionale e si appresta a calcare di nuovo anche i palcoscenici della Champions League, sui quali mancava da 7 anni.


Di certo, il contributo del bomber svedese ha stravolto l’intero andamento del campionato. Oggi il Milan è addirittura la candidata principale per la vittoria del tricolore. La media-goal di “Ibra” è spaventosa: attualmente il numero delle reti segnate è addirittura superiore a quello delle presenze ottenute. Insomma, non si poteva chiedere niente di meglio per contrastare chi ha dalla sua un certo Cristiano Ronaldo, vincitore di cinque Palloni d’oro e di altrettante Champions League. Senza Ibrahimovic, il Milan diventa tutt’altra cosa. Ciononostante, nelle ultime settimane ha imparato anche a sopperire all’assenza del numero 11. Rafael Leao ha realizzato il goal più veloce della storia della Serie A e Franck Kessié è stato impeccabile dal dischetto. La Juve è avvertita.


Certo, Romelu Lukaku sta trascinando l’Inter e per i nerazzurri è diventato un punto di riferimento imprescindibile, ma la sfida tra Ibrahimovic e Cristiano Ronaldo ci riporta anche indietro nel tempo. Stiamo parlando di due dei più grandi centravanti sulla scena europea, che da quasi 20 anni rubano continuamente le scene. Lo svedese sembrava ormai sul viale del tramonto quando ha scelto l’avventura americana sposando la causa del Los Angeles Galaxy, ma appena ha rimesso piede in Serie A ha fatto capire di poter dire ancora la sua ad alti livelli.


Se invece la Juventus non aveva avuto troppi problemi a mettere le mani sullo scudetto nell’ultimo decennio, adesso sembra che Ronaldo rappresenti la salvezza per continuare sulla medesima scia di successi. In campo internazionale, infatti, finora CR7 non ha aggiunto nulla di più. Anzi, in passato la Juve si era spinta anche più lontano in Champions, dove il Milan ha dominato in lungo e in largo per decenni. Anche per questo vincere questo scudetto significherebbe molto e storia, statistiche e curiosità sulla grande rivalità Milan-Juve parlano chiaro. La posta in gioco è molto alta.


Volendo mettere a confronto le rose di Milan e Juventus, non ci sarebbe paragone. La “Vecchia Signora” vanta ancora campioni dal tasso tecnico certificato. Inoltre, il recente innesto di Alvaro Morata ha contribuito a rimpolpare ulteriormente il reparto offensivo. Se pensiamo che addirittura un talento come Dybala viene talvolta criticato, allora è tutto dire. D’altronde, quella rossonera è una formazione ancora in crescita, nella quale diversi fattori contingenti hanno fatto sì che venisse fuori questa amalgama perfetta. Ricordiamo che all’alba di questo campionato, infatti, Pioli era sulla graticola e tutti attendevano l’arrivo a Milanello di Ralf Rangnick. La fortuna sta baciando ripetutamente il Milan. Che sia davvero la fine del ciclo della Juve?


Altri articoli in L'evento


lunedì, 8 marzo 2021, 15:14

Prestigioso riconoscimento per la pallavolista Nadia Centoni: la Federazione europea la inserisce nel ristretto gruppo di lavoro degli atleti

Con una decisione ratificata in queste ore dal board della Cev, la federazione europea di pallavolo, sono stati varati i gruppi di lavoro triennali che dovranno disegnare il futuro di questo sport nei prossimi anni, almeno in Europa ma, chiaramente, saranno trainanti per tutta la pallavolo mondiale


giovedì, 25 febbraio 2021, 16:14

Superbonus di Banca di Pescia e Cascina: cedere il credito conviene

“Abbiamo attivato una macchina organizzativa in grado di garantire alla nostra clientela, committenti privati o aziende, un facile accesso agli strumenti finanziari a disposizione”, spiega il direttore generale di Banca di Pescia e Cascina Antonio Giusti



mercoledì, 10 febbraio 2021, 09:33

Il Moka Bar si fa ancora più bello

E' dal 1967 che, con il nome di Moka Bar, fa compagnia ai lucchesi dalla mattina alla sera con i suoi caffè, le sue specialità della cucina per pranzo e le tante proposte dolciarie. Da questa settimana lo storico bar di via Fillungo, da sempre vicino ai colori rossoneri, si...


martedì, 12 gennaio 2021, 14:25

Alessio Pellegrini vincitore, nella classifica dedicata ai copiloti, del Premio Rally Automobile Club Lucca

La classifica finale della serie, mandata in archivio sulle strade de Il Ciocchetto Event, assegna al copilota pistoiese la vittoria tra gli interpreti del "sedile destro", andando ad affiancare il pilota Alessandro Bravi sul gradino più alto del podio assoluto