Matches

E' grande Lucchese

sabato, 19 dicembre 2015, 21:12

di diego checchi

Una Lucchese veramente spumeggiante, grintosa e applicata non ha lasciato scampo all'Aquila che non si è mai resa pericolosa dalle parti di Di Masi. Forse questa è stata la miglior partita dell'anno, sia dal punto di vista del gioco che dal punto di vista dell'intraprendenza. La Lucchese, oggi con la maglia celebrativa dei 110 anni di storia rossonera, ha avuto sempre una marcia in più ed è stata devastante soprattutto con Terrani e Sartore ma anche Fanucchi è stato grande protagonista.

A dettare i ritmi del gioco ci ha pensato un ritrovato Mingazzini ben supportato dalle mezz'ali Nolè e Monacizzo. È stata una gara veramente gradevole per il pubblico accorso a vedere l'ultima sfida dell'anno; e pensare che L'Aquila era dipinta come una squadra in grado di giocarsela senza timore. Dopo solo 4' minuti la Lucchese è andata in vantaggio con Fanucchi che è stato bravo a ribadire in rete dopo che Monacizzo aveva colpito un palo con un diagonale da dentro l'area.

Solo 3' ed i padroni di casa trovano il raddoppio: cross dalla sinistra di Terrani e stacco imperioso di Benvenga che infila sul secondo palo alla destra del portiere. Al 39' Zandrini atterra in area Sartore lanciato a rete e si prende il rosso, dal dischetto si presenta Sartore che però si fa parare il rigore dal neo entrato Savelloni. Nella ripresa la Lucchese non cede terreno e al 6' Terrani si procura un calcio di rigore che si incarica anche di battere. Il giovane attaccante rossonero spiazza il portiere Savelloni chiudendo di fatto la partita. L'Aquila accenna una reazione ed accorcia le distanza con Desousa al 14' dopo di che la partita non ha più storia e la Lucchese si congeda dai propri tifosi con una grande prestazione.

Lucchese – L'Aquila 3 - 1

Lucchese: Di Masi, Benvenga, Ashong, Espeche, Lorenzini, Mingazzini, Monacizzo (43' st Calcagni), Nolè, Sartore (18' st Bianconi), Fanucchi (47' st Marchesi), Terrani. A disposizione: Ferrara, Melli, Mori, Ballardini, Rosseti, Citti, Bragadin, Mengoni. Allenatore: Lopez.

L'Aquila: Zandrini, Bigoni (Savelloni), Ligorio, Maccarone, Cosentini, De Francesco (28' st Bensaja), Di Mercurio, Mancini, Desousa, Perna (15' st Ceccarelli), Triarico. A disposizione: Sanni, Piva, Anderson, Millicevic, Stivaletta, Mancini. Allenatore: Battisti.

Arbitro: Sig. Panarese di Lecce.

Assistenti: Sig. Nocenti di Padova e Sig. Tribelli di Castelfranco Veneto.

Note. Ammoniti: 30' pt De Francesco (A), 36' pt Sartore (L), 2' st Di Mercurio (A), 6' st Savelloni (A), 20' st Bianconi (L). Espulsi: 39' pt Zandrini per fallo da ultimo uomo. Angoli: 7 - 4. Spettatori 1303.

Reti: 4' pt Fanucchi (L), 7' pt Benvenga (L), 8' st rig. Terrani (L), 14' st Desousa (A).


Altri articoli in Matches


domenica, 23 febbraio 2020, 17:30

Ai rossoneri non piace vincere facile

La Lucchese vince 1-0 con il Ligorna dopo l'ennesima partita di sofferenza, condotta per oltre un tempo in dieci per l'espulsione di Papini: decide un colpo di testa di Iadaresta nella ripresa, occasione per Bitep. Rossoneri che mantengono il primato. Commento, tabellino e foto


domenica, 16 febbraio 2020, 18:10

Un'altra battaglia vinta

La Lucchese si impone 2-1 a Savona dove succede di tutto: segna Cruciani nel primo tempo, poi viene espulso Benassi, Bitep raddoppia nella ripresa, i liguri sbagliano un rigore che poteva riaprire l'incontro ma accorciano in pieno recupero: alla fine i rossoneri tornano in testa alla classifica.



domenica, 9 febbraio 2020, 17:23

Risultato severo ma giusto

La vittoria contro il Casale sfugge a una manciata di secondi dal termine: Lucchese in vantaggio con Iadaresta su rigore, raggiunta in pieno recupero dopo una gara condotta quasi tutta in difesa. Il Prato torna in testa. Commento, tabellino, foto


domenica, 2 febbraio 2020, 17:57

Il Festival è rossonero

I rossoneri battono a domicilio una delle favorite (2-1) grazie ai gol di Meucci e di Nannelli sul finire, dopo aver sofferto il dinamismo della Sanremese per tutto il primo tempo. Tre punti che valgono, per la prima volta in stagione, il primato in classifica. Commento, tabellino e foto