Matches

La Reggiana e l'arbitro stendono i rossoneri

lunedì, 1 novembre 2021, 20:30

di diego checchi

La Lucchese esce battuta ma non ha demeritato contro una Reggiana che si dimostrata più forte a livello tecnico dei rossoneri, ma che ha beneficiato di alcune decisioni molto ma molto discutibili dell'arbitro. Luciani di Roma non ha nel primo tempo concesso un rigore apparso netto per trattenuta su Belloni, poco prima dello scadere del primo tempo quando il risultato era ancora sullo 0-0 e ha fatto persino peggio nella ripresa quando è riuscito a non vedere un fallo di mano macroscopico in area granata con il pallone con la deviazione del difensore emiliano che ha impedito alla palla di finire in porta. Due episodi macroscopici che hanno condizionato la gara, senza nulla togliere alla Reggiana che ha comunque legittimato il vantaggio rendendosi più volte pericolosa nel primo tempo con i rossoneri che erano sempre riusciti a salvarsi.

C'è da sottolineare che il campo ai limiti della praticabilità non a certo agevolato i rossoneri, per l'occasione in maglia bianca, che fanno della tecnica e delle giocate in velocità la loro dote migliore. Proprio per questo che Pagliuca alla fine del primo tempo ha deciso di lasciare negli spogliatoi uno spento Fedato e di inserire Nanni per cercare di tenere alto il pallone e di far salire la squadra ma il gol di Rozzio a metà della ripresa ha frenato tutte le velleità di recupero dei rossoneri. La Lucchese siamo convinti che saprà rifarsi subito dalla gara interna contro il Montevarchi che ci sarà domenica prossima alle 14:30. Un annotazione la vogliamo fare sulla formazione scesa in campo oggi visto che Pagliuca ha schierato un 4-3-1-2 calibrando però bene le forze e dando un occhiata anche ai diffidati non mettendo insieme Eklu e Bensaja dall'inizio. C' è da sottolineare che oggi è stato un giorno particolare per Schimmenti che ha fatto il suo esordio con la maglia dei rossoneri in uno stadio importante come il Mapei Stadium. Una citazione particolare anche per i tifosi rossoneri che erano circa 250 unità ed hanno sostenuto fino in fondo la squadra in una giornata piovosa e fredda. 

Andando alla cronaca della partita è partita subito forte la squadra di casa con Zamparo che è andato al tiro da fuori area sfiorando il palo alla destra di Coletta. Al 21' Coletta è costretto alla deviazione in angolo da un tiro da fuori di Radrezza. Sul calcio d'angolo seguente si è sviluppata una mischia pericolosa in area rossonera. Al 29' su azione da calcio d'angolo Belloni salva davanti alla linea di porta su tiro a botta sicura di Radrezza. Al 34' i rossoneri si sono fatti vivi in avanti con un tiro cross di Fedato che per un soffio non ha trovato la deviazione vincente di Belloni. Ad un minuto dallo scadere del primo tempo è arrivata la rete del vantaggio della Reggiana. Fallo laterale battuto velocemente che ha trovato impreparata la retroguardia rossonera, il pallone è finito sui piedi di Sciaudone che ha battuto inesorabilmente Coletta con un tiro rasoterra dal limite dell'area piccola. Nella ripresa i rossoneri sono partiti fortissimo ed hanno ottenuto grazie ad una maggior pressione due pericolosi angoli ed al 9' Corsinelli con un gran tiro al volo da fuori area ha sfiorato la traversa ma al 19' la Reggiana è pervenuta al raddoppio con un gran colpo di testa del capitano Rozzio, con il pallone che prima di insaccarsi alle spalle di Coletta è carambolato sul palo. Tre minuti più tardi è stato Zamparo a sfiorare la rete con il pallone calciato alle stelle dopo un rimpallo in area fortuito. Al 33' bella azione di Belloni che ha messo dentro l'area un gran traversone rasoterra e la deviazione di Semprini per poco non è diventata vincente. Al terzo minuto di recupero Coletta ha salvato la porta rossonera con una prodezza su un tiro ravvicinato.

Reggiana – Lucchese 2-0

Reggiana 3-4-1-2: 1 Voltolini, 3 Contessa, 4 Rozzio, 5 Rossi, 6 Camigliano (39' st Cauz), 7 Rosafio (15' st Guglielmotti), 16 Luciani, 21 Radrezza (26' st Muroni), 30 Zamparo (39' st Scappini), 88 Sciaudone, 94 Lanini (39' st Sorrentino). A disposizione: 12 Marconi, 8 Cigarini, 9 Scappini, 10 Sorrentino, 11 Neglia, 14 Chiesa, 17 Libutti, 24 Anastasio, 33 Cruz, 44 Guglielmotti, 96 Muroni. Allenatore: Aimo Diana.

Lucchese 4-3-1-2: 1 Coletta, 2 Papini, 3 Visconti (36' st Schimmenti), 5 Bachini, 10 Semprini, 13 Bellich (30' st Dumbravanu), 16 Frigerio (30' st Bensaja), 19 Eklu, 21 Corsinelli, 29 Fedato (1' st Nanni), 30 Belloni. A disposizione: 22 Cucchietti, 4 Bensaja, 7 Gibilterra, 9 Babbi, 11 Panati, 14 Quirini, 15 Yakubiv, 17 Dumbravanu, 18 Nanni, 20 Schimmenti, 24 Loviso, 25 Ruggiero. Allenatore: Guido Pagliuca.

Arbitro: sig. Luciani di Roma 1 Assistenti: sig. Cravotta di Città di Castello e sig. Trasciatti di Foligno.

Reti: 43' pt Sciaudone (R) e 19' st Rozzio (R).

Ammoniti: 27' pt Bellich (L) e 42' pt Semprini (L). Angoli: 8-3 Recupero: 3' st. Spettatori: 4000 circa, di cui 300 da Lucca.



Altri articoli in Matches


domenica, 28 novembre 2021, 17:02

Missione compiuta

La Lucchese porta via lo 0-0 da Pescara al termine di una gara molto accesa e con gli abruzzesi che sul finire della stessa restano in dieci. Dopo il fischio finale, rissa gigante. Commento, tabellino e foto


domenica, 21 novembre 2021, 20:59

La Lucchese torna a far sognare

I rossoneri superano per 1-0 il Siena quarta forza del campionato e si issano nella zona alta della classifica: decide a inizio ripresa un fantastico gol di Visconti. Commento, tabellino e foto



sabato, 13 novembre 2021, 20:11

Un'altra prestazione di sostanza

La Lucchese fa 0-0 a Gubbio e offre una conferma dell'accresciuta solidità, prima di tutto della fase difensiva, unica nota stonata l'infortunio a Semprini. Occasioni per Frigerio (traversa) e Fedato, ci pensa Coletta a sventare le minacce degli umbri: commento, tabellino e foto


domenica, 7 novembre 2021, 18:15

La vittoria della maturità

La Lucchese stende 2-0 il Montevarchi meritando i tre punti e denotando maggiore sicurezza in ogni fase e zona del campo: a segno Fedato su rigore e Nanni nella ripresa. Bene la difesa finalmente imbattuta: commento, tabellino e foto